Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Violenza sulle Donne: il Ghepardo e la Gazzella

data di redazione: 26 Febbraio 2015 - data modifica: 02 Gennaio 2019
Violenza sulle Donne: il Ghepardo e la Gazzella

i corsi di autodifesa femminile funzionano? si può insegnare ad una donna ad essere più forte di un uomo sul piano fisico? Cosa può fare una donna per rinforzarsi sia psicologicamente che fisicamente?

Violenza sulle Donne: il Ghepardo e la Gazzella

Troppo spesso fatti di cronaca raccontano di fatti che riguardano proprio la violenza sulle donne

Nonostante essendosi affermato oggi un principio di pari opportunità, nella nostra società le donne rimangono ancora le più indifese e il bersaglio di prepotenze da parte di uomini tramite molestie fisiche e psicologiche. 

Stalking e casi di violenza gratuita purtroppo riempiono ancora le prime pagine dei giornali e quando si pensa allo stalker o allo stupratore spesso nell'immaginario collettivo è uno straniero o un alcolista infatti la nostra immaginazione si rifà più che altro a sconosciuti, magari anche con problemi, di uomini che compaiono da un angolo in un vicolo buio per strada e ti violentano ma il più delle volte il despota risulta essere in realtà una persona della sfera dei conoscenti e addirittura conviventi.

Infatti ci sono alcuni luoghi comuni da sfatare:

1)la maggiorparte delle violenze sono consumate in casa da familiari, ex mariti o ex fidanzati oppure da persone che appartengono alla sfera di conoscenze della donna.

2) non è per forza un malato di mente chi commette violenza anzi il più delle volte è sano e consapevole di quello che fa. Il fatto di demandare il reato a psicopatici e psicolabili serve a mantenere il problema fuori dalla cerchia familiare.

3) La violenza sulle donne è economicamente e socialmente trasversale e non per forza di cose è consumata in ambienti poveri e disagiati.

4) I soprusi e i femminicidi non sono sempre commessi in fatti d'impeto, anzi il più delle volte è un atto persecutorio continuativo e premeditato.

5)I bersagli non sono solamente belle donne appariscenti e provocanti ma secondo le statistiche vengono colpite donne di tutte le età, a volte anche molto anziane.

6) Molti giustificano il fatto che succede anche nel senso opposto, cioè che ci sono anche donne che uccidono il partner ma spesso succede perchè ne sono costrette; spesso accade per il semplice scopo di autodifendersi da continui soprusi subiti.

Come fare per uscire da situazioni di rischio ed evitare spiacevoli epiloghi?

PRIMA DI TUTTO

è importante riconoscere di essere una vittima. Spesso molte donne non denunciano per vergogna oppure perchè credono di essere loro la causa delle reazioni del loro despota e pensano di meritarselo, oltretutto  agiscono così per non peggiorare ulteriormente la situazione o per proteggere i figli.

DENUNCIARE E' UN ATTO DI CORAGGIO; infatti riconoscere lucidamente la  gravità della situazione e trovare il coraggio di denunciare una violenza non è facile se la donna si trova da sola; l'aiuto di una persona esterna è fondamentale.

CREDERE DI PIU' NEI PROPRI MEZZI è un traguardo difficile ma da assolutamente da raggiungere, ma di questo parleremo a in coda all'articolo.

Quindi i passi da fare sono: RICONOSCERE IL PERICOLO, CHIEDERE CONSIGLIO A TERZE PERSONE, DENUNCIARE E ACQUISTARE FIDUCIA IN SE' STESSE.


In questo articolo voglio consigliarvi un modo per acquistare fiducia in voi stesse! In primis come insegnante di Wing Chun e difesa personale sostengo la tesi che i corsi di difesa personale di poche lezioni (pur avendoli personalmente in passato organizzati) servono a veramente a poco, anzi potrebbero anche essere pericolosamente illusori. 

Sono consapevole che insegnare alla gazzella ad affrontare e vincere sul ghepardo è fatica sprecata ma si può aiutare alla gazzella ad essere più veloce ad esempio, e farla più sicura di sè, quello che si può fare è insegnare alla gazzella a potenziare i propri mezzi! 

Di fronte ad una preda difficile sicuramente, se può scegliere, la bestia feroce andrà a cercare una gazzella più fiacca e più facile da azzannare.

 

 

 

In quanto donna (gazzella) non puoi certo pretendere di battere troppo facilmente un uomo  (ghepardo) sul piano fisico, perchè per natura sei più debole e meno prestante fisicamente ma puoi diventare una gazzella che sa il fatto suo, più in forma, resiliente e addestrata in qualche modo a situazioni di emergenza, diciamo che puoi e devi diventare una preda difficile

Da sempre si dice che fare sport fa bene, aiuta a tenere lontano malattie e a rallentare l'invecchiamento quindi invece di sprecare risorse facendo Zumba oppure Spinning frequenta un corso serio di Difesa Personale!!!

Non quei corsi di 10 lezioni per toglierti il dente in due mesi, ma un corso che ti impegna almeno tre ore (due volte) a settimana, un corso dove ci sia un minimo di contatto, dove quando entri non hai paura di guastare la messa in piega e con la consapevolezza che qualche piccolo livido ci può stare.... unire l'utile al dilettevole è la parola d'ordine, per diventare una gazzella in forma, una gazzella che fa fare la lingua lunga al ghepardo obbligandolo a cercare una vittima più facile per riempire il suo pancino!

 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Autodifesa Femminile al Suolo
20 Marzo 2015

Autodifesa Femminile al Suolo

3 tecniche illustrate facili da imparare

Spesso nei corsi di autodifesa femminile si trattano solo tecniche in piedi, che si, sono necessarie, ma se il lavoro si limita solamente su questa distanza possiamo considerare il lavoro superficiale e pressoché incompleto. Certo, le aggressioni partono per la quasi totalità da in piedi, ma è altrettanto vero che spesso finiscono al suolo, e in ogni caso, una violenza di tipo sessuale deve essere consumata in quest'ultima distanza.

Violenza e Difesa personale femminile
09 Aprile 2019

Violenza e Difesa personale femminile

come addestrarsi dai pericoli provenienti dalla strada

Una donna che conosce i concetti di base della difesa personale riconosce il pericolo e riesce ad uscire da una situazione nociva per la sua incolumità senza danni, quindi sa difendere sè stessa da una minaccia esterna esercitata da un'altra o più persone.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.