Wing Women Revolution, il Programma di Autodifesa Per le Donne

Wing Women Revolution, il Programma di Autodifesa Per le Donne
data 2017-04-16 22:32:17
data 16 2017

Femminicidi, maltrattamenti, soprusi verso le donne: questo è quello che la cronaca quotidiana ci mette purtroppo a conoscenza ogni giorno attraverso i quotidiani. Le donne sono spesso e volentieri le vittime di questi soprusi, sono dei bersagli più facili a causa della loro minore prestanza fisica, della loro, se vogliamo, naturale propensione all’arrendevolezza.

E la prepotenza del maschio a volte non ha limiti.
I corsi di autodifesa, per questo motivo, oggi sono pieni di persone che cercano una sicurezza in più per vivere più tranquilli.

  • Ma sono davvero utili?
  • Ci preparano effettivamente a gestire un’aggressione?

Spesso ci chiedete se i corsi di autodifesa funzionino o siano solo un’illusione.

Facciamoci questa domanda prima di tutto

La domanda principale da farsi è: - la donna, per sua natura poco aggressiva, non portata al combattimento, potrebbe avere la possibilità di imparare a difendersi contro un uomo più forte, più aggressivo di lei, e magari motivato da qualche suo losco progetto criminale?-
Ho una notizia cattiva ed una buona.
Sì, è possibile ma la brutta notizia purtroppo è che per la maggior parte delle volte non è affatto semplice.
È un’impresa molto difficile però non impossibile.
Mi dispiace rispondere così ma purtroppo il nostro dovere morale ce lo impone, è contro il nostro interesse (immediato) economico affermarlo, ma se prendi in giro le persone prima o poi se ne accorgono, e quando i nodi vengono al pettine chi ne fa le spese è sempre lei, la cliente ingenua di certi corsi che promettono miracoli.
Molti corsi devoti al Dio Denaro promettono miracoli imparando due mosse prestabilite provate un paio di volte con un compagno collaborativo.
Non disperare, una speranza c’è e se leggerai fino in fondo l’articolo scoprirai di cosa si tratta.

Prima di tutto cerca il corso giusto

  1. - Il corso giusto, ti insegna dei principi non delle singole tecniche.
  2. - Il corso giusto ti mette in guardia sul fatto che senza sudore e sparring o prove libere non si giunge a nessun risultato.
  3. - Il corso giusto non dura dieci lezioni ma promette una continuità, per gli aggiornamenti ed i continui allenamenti.
  4. - Il corso giusto non ti illude di diventare invincibile.

Wing Woman Revolution il corso di Autodifesa Femminile

Per fortuna l’uomo, inteso come genere, è un essere intelligente, e l’intelligenza è un arma micidiale.
La ricerca, per quel che riguarda l’autodifesa, negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, si è inseguita sempre un’efficienza in termini di strategia tattica e tecnica.

E si è arrivati alla conclusione con un buon “prodotto”.

Se vuoi un’efficacia che in termini percentuali si avvicini al 100% delle possibilità di sopraffare l’aggressore ti devi comperare una pistola e devi imparare ad usarla, recandoti regolarmente al poligono. Se invece non vuoi comprarti una Colt, devi deciderti a cambiare rotta.
Scendi dal divano, metti da parte patatine e pop corn e smetti di lamentarti. Comincia a lavorare per essere una donna migliore, più in forma, più bella (gli allenamenti ti porteranno ad avere un fisico migliore) cercando prima di tutto un buon insegnante. Se possibile, una donna insegnante, una “tua simile” ti capisce meglio, conosce i tuoi limiti, e ti insegna a lavorare sui punti di forza.



Il programma Wing Women, ideato da Victor Gutierrez, un Maestro che ha dedicato una vita alla ricerca di un metodo migliore, è una sintesi di diverse arti marziali quali Wing Chun, Scherma medievale, Brazilian Jiu Jitsu ed è studiata ad hoc per sviluppare i punti di forza, realmente applicabili di una donna. Attraverso l’utilizzo sapiente di un’arma di fortuna, con una modalità di movimento incisiva e risolutiva e metodiche di allenamento realistiche preparano la donna a gestire le forze esterne che un avversario uomo, più forte applica su di lei.

Caratteristiche tecniche
Il nocciolo del programma, è strutturato come abbiamo detto, per comprendere l’uso di un’arma di fortuna, a portata di mano. Impari a servirti di un portachiavi (magari acquistato e portato appresso per lo scopo), le chiavi dell’auto, una penna o un sasso e utilizzarli in modo efficiente per guadagnare l’opportunità di scoraggiare l’aggressore e fuggire.
Quando sappiamo come colpire, come gestire la distanza a nostro vantaggio, come utilizzare il corpo per sviluppare potenza vuol dire che partiamo in vantaggio. Gli allenamenti sono eseguiti in maniera realistica per simulare le effettive difficoltà di uno scontro realistico, quelle riproducibili in palestra, naturalmente.
Gli stessi movimenti e stessi concetti funzionano anche senza nulla in mano.
Nel caso non avessimo avuto la possibilità di reperire l’arma in tempo, le meccaniche infatti rimangono comunque le stesse, e l’obiettivo è sempre quello di “disarmare” l’avversario colpendolo alle sue armi (braccia, gambe e testa) per renderlo per qualche attimo innocuo ed approfittarne per metterci al sicuro.
Una volta imparati ed interiorizzati, i concetti si possono applicare in qualunque situazione.
Il programma centrale è semplice e ci fornisce delle armi necessarie per acquisire un vantaggio, ma l’appassionata che desidera approfondire avrà la possibilità di accedere ad un programma vasto ed appassionante facendolo il suo modus vivendi.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati