Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Arm Bar

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Arm Bar

Esecuzione pratica di una delle tecniche più comuni ed efficaci

È comunemente chiamata Arm Bar quella leva che iperestende l'articolazione del gomito.

 

E' un tipo di sottomissione che si usa in diverse discipline (Brazilian ju jitsu, Ju jitsu, Judo, Submission, ecc,) con lo scopo preciso di indurre l'avversario ad arrendersi per timore di subire un infortunio; è abbastanza frequente vedere incontri di MMA o di Grappling concludersi per sottomissione tramite questo tipo di tecnica, che per un praticante esperto risulta più facile applicarla piuttosto di altre leve un pò più complesse nell'esecuzione quali l'omoplata la  knee-bar o la ankle lock.

 

Essendo una delle tecniche più comuni chiunque, dell'ambiente la conosce e pensa di saperla fare, la realtà però è che per applicarla in modo corretto è complesso e necessita di uno studio frequente e metodico di tutti i passaggi.

 

Le posizioni dalle quali avviene più di frequente l'attacco per sottomissione tramite arm bar sono molte, alcune delle quali la monta, quando ci si in guardia chiusa, e la 100 chili, ed è proprio da quest'ultima che ne analizzeremo l'esecuzione.

 

  1. È necessario in primo luogo stabilizzare la posizione che avete guadagnato
  2. il secondo passaggio sarà quello di focalizzare una finalizzazione, nel vostro caso l'arm bar, avendo già in mente un paio di opzioni di riserva
  3. isolategli il braccio, in questo caso quello più vicino alle vostre ginocchia e bloccatelo saldamente (1)
  4. esercitate pressione sul vostro avversario sollevandogli leggermente la spalla del braccio che avete bloccato per piazzargli  subito dopo il vostro piede sotto
  5. a questo punto passate le vostra gamba scavalcando il vostro opponente all'altezza del suo collo avendo cura di esercitare pressione su di lui in modo costante (2)
  6. ora sedetevi attaccati alla sua spalla non lasciando spazi e chiudendo gli adduttori 
  7. assicuratevi di avere ben salda la presa sulla sua mano che girerete con il pollice verso l'alto e tenetela con pressione attaccata al vostro pettoper ultimo tenendo questa posizione ci stendiamo con la schiena a terra fino a raggiungere l'iperestensione del suo braccio (3)
 
Buon allenamento da ABC
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Brazilian Jiu Jitsu, il Berimbolo
16 Settembre 2018

Brazilian Jiu Jitsu, il Berimbolo

Storia di una delle tecniche che ha rivoluzionato il Brazilian Jiu Jitsu

"Berimbolo" è il nome creato da André Galvão, almeno così riporta un sito Americano di Brazilian Jiu Jitsu, come riferimento ad un movimento specifico di questo sport da combattimento, e questa tecnica consente di girare letteralmente a "testa in giù" in un movimento di rotazione, nel tentativo di rompere l'equilibrio dell'avversario e terminare in una posizione nettamente più vantaggiosa, tipo a schiena.

Brazilian ju jitsu: chiave al polso dalla guardia chiusa
11 Marzo 2015

Brazilian ju jitsu: chiave al polso dalla guardia chiusa

Spiegazione illustrata di una finalizzazione

Dalla guardia chiusa abbiamo un'infinità di finalizzazioni, e sappiamo bene che un buon lottatore si trova spesso più a suo agio combattendo con la schiena a terra, e oggi analizziamo una tecnica di sottomissione con chiave di polso da questa posizione.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.