Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Brazilian Jiu Jitsu- Ribaltamento dalla mezza guardia con sottomissione

data di redazione: 07 Dicembre 2015 - data modifica: 13 Gennaio 2016
Brazilian Jiu Jitsu- Ribaltamento dalla mezza guardia con sottomissione

Tecnica illustrata del maestro A. Vasconcelos Dos Santos (Batatinha)

Il Maestro di Brazilian Jiu Jitsu Alexandre Vasconcelos Dos Santos, più conosciuto come "Batatinha", ha accettato di collaborare con noi di ABC allenamento, mostrandoci la sequenza di un ribaltamento dalla mezza guardia che termina con una sottomissione al gomito tramite Arm Bar.

Quello che ci ha colpito di questo Grande Maestro brasiliano, oltre alla sua umiltà, è la cura dei particolari, dei dettagli, che come ci ha spiegato lui stesso, sono i fattori che rendono estremamente efficace questo sorprendente metodo di combattimento.

La calma e la sicurezza che adotta sono disarmanti, la fluidità rende le sue azioni un tutt'uno, la leggerezza con la quale ribalta l'avversario ci mostra come la tecnica può avere un valore predominante sulla forza.

È minuzioso nella spiegazione di ogni passaggio, ci spiega e ci fa capire l'importanza di ogni singolo movimento e la necessità di effettuare i passaggi in ordine e senza trascurare i particolari.

Solo in questo modo, ci riferisce, la tecnica "non fa acqua", rendendo il Brazilian Jiu Jitsu così scientifico.

TECNICA ILLUSTRATA DI UN'USCITA DALLA MEZZA GUARDIA (RIBALTAMENTO)

Il maestro Batatinha si trova nella posizione di "mezza guardia".

Controlla il suo avversario con il ginocchio e le braccia (una al bavero all'altezza del collo e l'altra al braccio all'altezza del gomito), in modo da non subire la pressione e l'avanzamento del suo opponente ed un eventuale passaggio di guardia.










Il Maestro, appoggia la sua mano appena sopra il suo ginocchio (foto 2);

facendo ciò riesce a “sgrimare” (termine tecnico che indica “passare sotto il braccio” NDR) il braccio dell'avversario semplicemente stendendo la gamba e ad afferrargli successivamente la cintura dietro la schiena anche se questo cerca di impedirglielo (foto sotto).














A questo punto si carica su di lui l'avversario aiutandosi con un movimento uniforme di spinta, sia con le gambe che con le braccia; facendo questo trova uno spiraglio per passare il braccio sotto la gamba dell'opponente e contemporaneamente gli immobilizza la gamba chiudendo le sue in "figura 4".






Con l'intenzione di bloccarlo, il suo avversario gli afferra il braccio cintandolo col suo (foto a fianco) e il Maestro ne approfitta per bloccarglielo a sua volta, afferrandogli la manica o in alternativa il polso.














Ora, dopo avergli bloccato il braccio, slaccia la "figura 4" e applica un gancio con la gamba sinistra a quella del suo avversario, facendo una pressione verso l'esterno con il piede.

Facendo ciò gli ha neutralizzato ogni "base" sul lato destro ed è pronto ad effettuare il ribaltamento.




In sicurezza conclude il ribaltamento.















Il Maestro Batatinha, dopo essersi stabilizzato in posizione di "100 chili", si assicura il braccio dell'avversario afferrandosi il proprio bavero del kimono, e con l'altra mano gli prende a taschino il kimono all'altezza del ginocchio, preparandosi per il prossimo passo.






Da notare i particolari di questo passaggio.

Il Maestro ruota il bacino e i piedi pur rimanendo "incollato" con le ginocchia all'avversario, senza lasciare il braccio bloccato e il ginocchio dell'avversario, mantenendo così il controllo di esso in ogni istante.


A questo punto gli può passare la gamba oltre la testa senza il problema di essere destabilizzato (foto 12),







e alzarsi mettendosi seduto, avendo cura di non perdere il braccio precedentemente bloccato (foto 13).








Solo ora il Maestro chiuderà gli adduttori bloccando il braccio sul quale, stendendosi di schiena e assicurandosi il pollice "verso l'alto" della mano del suo avversario, concluderà la sottomissione al gomito.











Il modo in cui ci ha illustrato il Brazilian Jiu Jitsu questo grande Maestro ci ha fatto innamorare di quest'arte e lo ringraziamo della sua preziosa collaborazione.

Alla prossima tecnica Maestro!

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

L'Allenamento di Galvao
08 Ottobre 2017

L'Allenamento di Galvao

Breve Biografia con Video di Allenamento dove utilizza le Bulgarian Bag's

Andrè Luis Leite Galvao nasce il 29 settembre 1982 a San Paolo in Brasile. È uno dei migliori atleti brasiliani nell'ambiente del Brazilian Jiu Jitsu e del Submission - Grappling, combattendo e vincendo in tutti i circuiti più importanti del globo.

Il ju-jitsu brasiliano deriva da quello giapponese?
01 Ottobre 2014

Il ju-jitsu brasiliano deriva da quello giapponese?

Il termine ju-jitsu significa "arte gentile": cioè l'arte che non utilizza la forza bruta.

Proprio in base al principio di cedere ed utilizzare la forza dell'avversario, un uomo più piccolo può sperare di sconfiggere un uomo più forte e più grande.

Ultimi post pubblicati

Il Mito Dell'8x8 Per Ottenere Un Fisico Scolpito e Muscoloso
13 Gennaio 2020

Il Mito Dell'8x8 Per Ottenere Un Fisico Scolpito e Muscoloso

Conoscete il metodo 8x8? Ossia otto serie da otto ripetizioni, il metodo per costruire un fisico muscoloso e scolpito, del famoso Vince Gironda? È un sistema di allenamento che permette di modificare il proprio aspetto fisico in pochissimo tempo, cosa che nessun altro metodo può fare.

Come Tornare In Forma Dopo Le Feste
05 Gennaio 2020

Come Tornare In Forma Dopo Le Feste

Pranzo dopo pranzo, cenone dopo cenone, succede così che inevitabilmente si finisce per mettere su qualche chiletto, che ovviamente sarà grasso e non, come molti pensano, massa muscolare. Detto questo vi state chiedendo: "Come Tornare In Forma Dopo Le Feste?"