(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Il Condizionamento nel Brazilian Jiu Jitsu

data di redazione: 06 Ottobre 2015 - data modifica: 16 Settembre 2018
Il Condizionamento nel Brazilian Jiu Jitsu

Allenamento specifico di condizionamento per mezzo dei circuiti nel Jiu Jitsu Brasiliano

Il Brazilian Jiu Jitsu è uno sport complesso, sia fisicamente che mentalmente. Il Brazilian Jiu Jitsu è spesso abbreviato nell'acronimo in lingua inglese BJJ, è un'arte marziale, uno sport da combattimento e un metodo di difesa personale che si specializza nella lotta ed in particolare nel combattimento a terra. Nel BJJ una cosa è allenarsi a "tempo perso", per puro piacere, un'altra è trasformare il proprio corpo in una specie di macchina adattata a quest'arte marziale, e ciò richiede sacrificio e dedizione.

Chi si dedica all'agonismo, ha quella spinta e quella motivazione in più per orientarsi in questa direzione, trasformando la voglia di vincere e competere in voglia di migliorarsi e di fare sacrifici che altrimenti sarebbe più dura affrontare.

Il detto "la fatica ci rende vigliacchi" trova la sua verità in campo agonistico, quando si pensa che dal momento in cui si è sfiniti fisicamente l'ultima cosa che si può applicare è una "tecnica corretta".


La cosa più importante che potete fare è quella di allenarvi intensamente nel vostro Brazilian Jiu Jitsu, dando sempre precedenza all'allenamento del "libero", ma non fate l'errore di trascurare il vostro condizionamento fisico, che, ed è estremamente importante, deve corrispondere alle esigenze dell'arte marziale stessa.


Il Jiu Jitsu Brasiliano richiede al nostro corpo di essere estremamente flessibile, oltre che abile, veloce e preciso nei movimenti.

L'atleta ha la necessità di avere una condizione fisica ottimale, oltre che una grande abilità tecnica, e questo lo potete ottenere trasformando i vostri allenamenti che precedono il "periodo di gara" in modo tale da concentrarvi sul miglioramento di tutti questi fattori.


Uno dei metodi migliori potrebbe essere quello di effettuare dei circuiti, (alternati o affiancati a sessioni di sparring libero), che comprendano tecniche specifiche, posizioni, passaggi e tecniche di sottomissione.



Se osservate le competizioni di Jiu Jitsu Brasiliano noterete che vi è una fase in piedi, ci sono momenti in cui si lotta al suolo, momenti che si spinge al limite delle proprie forze e altri in cui si recuperano respiro ed energie.


Ecco, i vostri circuiti comprenderebbero tutti questi fattori, e altra cosa importante dovrebbero simulare nel modo più realistico possibile la gara (attraverso drill di allenamento col compagno inseriti nei vostri circuiti) per raggiungere al meglio i vostri obiettivi.


Vi possono aiutare anche esercizi a circuito:

  • con il compagno
  • con la palla medica oppure le Gym ball (Swiss-Ball o Fit-Ball), che si possono utilizzare per esercizi specifici della lotta
  • con il manichino, con il quale si possono lavorare le posizioni e le sottomissioni
  • con i sacchi, in alternativa al manichino
  • con la sandbag, che grazie alle sue differenti impugnature può essere maneggiata ed è adatta ad esercizi di trazione o di lancio

Sono solo alcuni di quegli attrezzi che potete inserire nei vostri allenamenti per aggiungere varietà ai vostri circuiti.


Anche la durata dei circuiti ha la sua importanza.

  • La durata di ogni sessione dovrebbe essere sui 6 minuti, in questo modo corrisponderebbe al "tempo di gara".
  • Per lavorare in modo ottimale sulla resistenza è opportuno inserire tra la prima e la seconda sessione un tempo di recupero di tre minuti, tra la seconda e la terza di due, tra la terza e la quarta di uno.
  • Ricordate che nelle competizioni di Brazilian Jiu Jitsu se passate il turno avete anche la seconda, la terza e a volte la quarta gara, e avete bisogno di resistenza muscolare se volete conservare quella lucidità mentale necessaria per vincere.
  • Non dimenticate che "più suderete in allenamento e meno sanguinerete in battaglia"!

Tutti noi praticanti di Brazilian Jiu Jitsu abbiamo o un lavoro, o comunque tanti altri impegni che ci rubano tempo ed energia, proprio per questo è importantissimo massimizzare gli allenamenti, non sprecare il nostro tempo e le nostre energie in allenamenti poco produttivi, impiegandoli quindi nel miglior modo possibile per ottenere "i massimi risultati con il minimo sforzo". Proprio per questa ragione allenarsi nel modo giusto fa la differenza.

Scritto da: Davide Ursillo

Potrebbe interessarti anche

Brazilian Jiu Jitsu: 5 Esercizi Funzionali per una Presa d'Acciaio
16 Settembre 2018

Brazilian Jiu Jitsu: 5 Esercizi Funzionali per una Presa d'Acciaio

​Il Brazilian Jiu Jitsu è stato concepito per permettere ad una persona più debole e comunque meno prestante fisicamente di sopraffare e sottomettere un avversario più forte per mezzo di posizioni dominanti e leve.

Brazilian Jiu Jitsu, il Berimbolo
16 Settembre 2018

Brazilian Jiu Jitsu, il Berimbolo

Storia di una delle tecniche che ha rivoluzionato il Brazilian Jiu Jitsu

"Berimbolo" è il nome creato da André Galvão, almeno così riporta un sito Americano di Brazilian Jiu Jitsu, come riferimento ad un movimento specifico di questo sport da combattimento, e questa tecnica consente di girare letteralmente a "testa in giù" in un movimento di rotazione, nel tentativo di rompere l'equilibrio dell'avversario e terminare in una posizione nettamente più vantaggiosa, tipo a schiena.

Ultimi post pubblicati

CRUNCH SU PANCA PIANA CON MANI SULLE TEMPIE
13 Novembre 2018

CRUNCH SU PANCA PIANA CON MANI SULLE TEMPIE

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Aumento Della Massa Muscolare con il 6x12 a Volume Ridotto
13 Novembre 2018

Aumento Della Massa Muscolare con il 6x12 a Volume Ridotto

Versione a Volume Ridotto del Metodo 6x12 di Serge Nubret

L'allenamento di Serge Nubret ha come leitmotiv l'elevato volume e quindi numerose serie, numerose ripetizioni, recuperi brevi, carichi medio bassi, numerosi giorni di allenamento alla settimana. Il problema principale che molti potrebbero avere e/o riscontrare è il tempo a disposizione per l'allenamento.