(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Bruce Lee - Il Combattimento e l'Allenamento Cardiovascolare

data di redazione: 12 Maggio 2014 - data modifica: 07 Aprile 2016
Bruce Lee - Il Combattimento e l'Allenamento Cardiovascolare

Le Teorie di Bruce Lee sull'importanza dell'allenamento cardiovascolare

Bruce Lee affermava che l'allenamento aerobico o cardiovascolare era "La potenza del mondo reale", era certo del maggior beneficio dato dall'allenamento cardiovascolare negli incontri quotidiani rispetto al sollevamento di oggetti pesanti (ciò l'allenamento alla forza).

Come Bruce Lee spiegava:

"Se provi a fare una sessione di 3 minuti tirati al sacco, non mi importa quanto siano grandi i tuoi muscoli, se non hai un sistema cardiovascolare davvero buono, sarai morto nel giro di quarantacinque secondi, mentre io continuerò ad andare avanti".

Nonostante si conosca il beneficio dell'allenamento cardiovascolare, in molte palestre non se né dedica tempo. Ovviamente non accade in tutte le palestre, ma in molte, gli esercizi di resistenza vengono eliminati per dar maggior spazio alla tecnica, che diventa inutile se non si possiede una buona resistenza per eseguirla.

Bruce Lee prediligeva la corsa per allenarsi alla resistenza, correndo in qualsiasi condizione climatica, e in qualsiasi località si trovasse, per mantenere sempre la sua forma di combattimento.

Bruce Lee riteneva ci fossero due metodi che permettevano di ottenere un graduale miglioramento nella corsa.

  • Il primo metodo consiste nel correre aumentando la distanza del vostro percorso ogni giorno, finché non ne sarete soddisfatti.
  • Il secondo è la progressione, iniziando piano e aumentando gradualmente la velocità col migliorare delle condizioni.

Tutto questo allenamento avrà come risultato un aumento nella frequenza dei respiri e del battito cardiaco. E durante questo allenamento è possibile che proverete una sensazione insopportabile, ma non dovrete aver paura.

Quel punto sarà il limite massimo dell'energia fisica di un uomo. Se non avete problemi di cuore, dopo esservi presi una pausa, recuperate in fretta, è solo attraverso un duro allenamento forzato che sarà possibile aumentare continuamente l'energia fisica e progredire nel tempo.

Bruce Lee

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

La Naginata
01 Ottobre 2014

La Naginata

Segreti e particolarità di questa forma di combattimento armata giapponese

Al pari di tutte le armi classiche giapponesi, la Naginata richiedeva una gran velocità di utilizzo e si usava alternando con rapidità l'uso della lama a quello dell'impugnatura o puntale. Esiste uns differenza tra l'uso dell'arma nell'antichità da quello della Naginata moderna...

Il kyudo
27 Febbraio 2015

Il kyudo

L’arte marziale più “meditativa”

Il Kyudo, la “via dell’arco” giapponese è  tra le arti marziali forse la più meditativa; è quella che meglio permette di allontanare il proprio “io” dall’arma.

Ultimi post pubblicati

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello
22 Settembre 2018

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello

La ricetta base è di origine romana, ma ogni regione ne ha una propria versione: la caratteristica di base, da cui deriva il nome “alla diavola”, è il colore rosso del pollo grazie alla consistente aggiunta di peperoncino, sia la paprica dolce che quello piccante.
Preparazione: 60 min.
Difficoltà: 5
N. porzioni: 4
DRAGON FLAG
22 Settembre 2018

DRAGON FLAG

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.