Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Difesa Personale – Come Immobilizzare Una Persona Agitata Senza Colpirla

data di redazione: 22 Aprile 2018 - data modifica: 04 Ottobre 2018
Difesa Personale – Come Immobilizzare Una Persona Agitata Senza Colpirla

Video Lezione Per Imparare A Fermare Una Persona Fuori Controllo

Sapresti fermare ed immobilizzare una persona che non vuole saperne di calmarsi e magari cerca di colpirti?
Quando può servire questa tecnica?

Come fare lo sveleremo in fondo all'articolo nella VIDEO LEZIONE.

A volte può succedere che ci sia il bisogno di calmare l’animo di una persona senza per forza spaccargli il muso, un po’ per ragioni etico morali, un po’ perché state svolgendo il vostro mestiere.

Il mestiere di poliziotto, buttafuori, o comunque sia di operatore di forze dell’ordine pubblico a volte implica diverse difficoltà. 

Spesso la vista della divisa non è sufficiente a tranquillizzare una o più persone alterate, allora scatta il bisogno di diventare coercitivi e utilizzare la forza per placare la situazione.

Spesso mostrare i muscoli (nel caso dei buttafuori) non basta a rendere più tranquillo un locale notturno dove l’alcool scorre a fiumi e soprattutto anche “polverine” di tanti tipi alterano la coscienza dei clienti più boriosi.

In questi casi l’uso della forza è l’unica soluzione per riportare l’ordine in qualsiasi contesto sociale.

Un operatore socio sanitario (OSS) che lavora in cliniche di persone con gravi disturbi mentali non può certo prendere a bastonate i pazienti presi da un raptus che non vogliono calmarsi. Costoro hanno una momentanea perdita di intendere di volere e la punizione non è certo la soluzione adeguata.

La conoscenza di tali metodi coattivi a volte è opportuno conoscerli.

Spesso tali operatori o agenti hanno l’esigenza e la fortuna di lavorare in coppia, ma a volte può capitare di essere soli.

Non trascuriamo il fatto tuttavia che una persona addestrata è meglio di due incapaci, quindi la cosa migliore è DUE PERSONE ADDESTRATE a dovere.

ALTRI VIDEO ARTICOLI

Come uscire da una trappola mortale

Come piazzare un bel calcio ai testicoli

Come allenarsi a reagire negli spazi stretti

VIDEO LEZIONE DI UNA TECNICA DI IMMOBILIZZAZIONE

  • La tecnica in questione è applicabile nel caso dovessimo fermare una persona che agita le mani senza senso, in tal caso dobbiamo rischiare anche un colpo, ma con il minor danno possibile.
  • Una tecnica esente da rischi non esiste, quindi dobbiamo limitare i danni al massimo.
  • A tal scopo bisogna “buttarsi” verso il petto dell’agitato e aprire. Buttarsi vuol dire attendere il momento opportuno durante l’alternarsi dei suoi smodati colpi ed infilarsi dove i colpi non possono più fare effetto.
  • Questa zona è nella cortissima distanza dentro il raggio dei suoi colpi.
  • In questo preciso istante quindi bisogna aprire e fargli perdere l’equilibrio spingendolo indietro poi subito portarlo verso di sé tramite una presa al collo.
  • Questa “altalena” gli farà perdere per un istante l’orientamento ed è questo il momento in cui bisogna agire ed immobilizzarlo.

Buona Visione.

Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

La flessibilità è Utile Nelle Arti Marziali?
20 Febbraio 2019

La flessibilità è Utile Nelle Arti Marziali?

La flessibilità aumenta l'efficacia degli attacchi e garantisce alle gambe una maggiore portata con maggior raggio d'azione, sia in altezza (calci diretti alla zona alta) che in profondità (calci diretti a zona media e bassa). Ma è utile nelle arti marziali o è solo un aspetto marginale?

Il Calcio più utilizzato per la Difesa Personale
17 Luglio 2017

Il Calcio più utilizzato per la Difesa Personale

La migliore tecnica di gamba deve avere, per difendersi, dei precisi requisiti

Erano i calci combinati in colpi a sorpresa che, contro attacchi alla testa di pugno o di calcio, permettevano di “tagliare le gambe” all’avversario così come erano soliti dire i maestri del passato, rendendolo completamente inoffensivo perché incapace di reggersi in piedi e quindi di combattere.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.