ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Difesa Personale – Come Immobilizzare Una Persona Agitata Senza Colpirla

data di redazione: 22 Aprile 2018 - data modifica: 04 Ottobre 2018
Difesa Personale – Come Immobilizzare Una Persona Agitata Senza Colpirla

Video Lezione Per Imparare A Fermare Una Persona Fuori Controllo

Sapresti fermare ed immobilizzare una persona che non vuole saperne di calmarsi e magari cerca di colpirti?
Quando può servire questa tecnica?

Come fare lo sveleremo in fondo all'articolo nella VIDEO LEZIONE.

A volte può succedere che ci sia il bisogno di calmare l’animo di una persona senza per forza spaccargli il muso, un po’ per ragioni etico morali, un po’ perché state svolgendo il vostro mestiere.

Il mestiere di poliziotto, buttafuori, o comunque sia di operatore di forze dell’ordine pubblico a volte implica diverse difficoltà. 

Spesso la vista della divisa non è sufficiente a tranquillizzare una o più persone alterate, allora scatta il bisogno di diventare coercitivi e utilizzare la forza per placare la situazione.

Spesso mostrare i muscoli (nel caso dei buttafuori) non basta a rendere più tranquillo un locale notturno dove l’alcool scorre a fiumi e soprattutto anche “polverine” di tanti tipi alterano la coscienza dei clienti più boriosi.

In questi casi l’uso della forza è l’unica soluzione per riportare l’ordine in qualsiasi contesto sociale.

Un operatore socio sanitario (OSS) che lavora in cliniche di persone con gravi disturbi mentali non può certo prendere a bastonate i pazienti presi da un raptus che non vogliono calmarsi. Costoro hanno una momentanea perdita di intendere di volere e la punizione non è certo la soluzione adeguata.

La conoscenza di tali metodi coattivi a volte è opportuno conoscerli.

Spesso tali operatori o agenti hanno l’esigenza e la fortuna di lavorare in coppia, ma a volte può capitare di essere soli.

Non trascuriamo il fatto tuttavia che una persona addestrata è meglio di due incapaci, quindi la cosa migliore è DUE PERSONE ADDESTRATE a dovere.

ALTRI VIDEO ARTICOLI

Come uscire da una trappola mortale

Come piazzare un bel calcio ai testicoli

Come allenarsi a reagire negli spazi stretti

VIDEO LEZIONE DI UNA TECNICA DI IMMOBILIZZAZIONE

  • La tecnica in questione è applicabile nel caso dovessimo fermare una persona che agita le mani senza senso, in tal caso dobbiamo rischiare anche un colpo, ma con il minor danno possibile.
  • Una tecnica esente da rischi non esiste, quindi dobbiamo limitare i danni al massimo.
  • A tal scopo bisogna “buttarsi” verso il petto dell’agitato e aprire. Buttarsi vuol dire attendere il momento opportuno durante l’alternarsi dei suoi smodati colpi ed infilarsi dove i colpi non possono più fare effetto.
  • Questa zona è nella cortissima distanza dentro il raggio dei suoi colpi.
  • In questo preciso istante quindi bisogna aprire e fargli perdere l’equilibrio spingendolo indietro poi subito portarlo verso di sé tramite una presa al collo.
  • Questa “altalena” gli farà perdere per un istante l’orientamento ed è questo il momento in cui bisogna agire ed immobilizzarlo.

Buona Visione.



Potrebbe interessarti anche

Punti deboli e punti vitali: le 7 zone critiche da colpire e da proteggere
02 Ottobre 2014

Punti deboli e punti vitali: le 7 zone critiche da colpire e da proteggere

Nelle discipline di combattimento tutti i praticanti sanno quali sono i bersagli più sensibili da colpire, alcun però non sono così scontati...

Chi in maniera incoscia chi consapevolmente qualsiasi artista marziale oppure streetfighter conosce i punti da colpire per abbattere velocemente un avversario o aggressore. Sei sicuro di conoscerli tutti? Leggi l'articolo

Le Arti Marziali Funzionano per la Difesa Personale?
21 Luglio 2017

Le Arti Marziali Funzionano per la Difesa Personale?

Le tecniche cosiddette scorrette ti potranno salvare in caso di aggressione? I corsi di difesa personale devono puntare su questi fattori o devono avere qualcosa in più?

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.