(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Giorgio Pasotti Attore ed Artista Marziale

data di redazione: 09 Ottobre 2015
Giorgio Pasotti Attore ed Artista Marziale

Giorgio Pasotti è un attore Bergamasco classe 1973. A 19 anni si reca in Cina per studiare e da lì inizia la sua passione per le Arti Marziali. Il Wushu, che in Italia è erroneamente chiamato Kung Fu, è diventato la sua vita praticandolo a livello assiduo ed agonistico. Giorgio Pasotti, in più riprese, ha dichiarato che le arti marziali lo hanno aiutato anche nella vita quotidiana per avere maggiore equilbrio ed autocontrollo. Vediamo di conoscere meglio questo attore famoso dal punto di vista sportivo.

BREVE BIOGRAFIA

"Giorgio nasce a Bergamo il 22 giugno del 1973 e già a sei anni, sotto la guida del padre Mario, profondo conoscitore delle arti marziali cino-giapponesi, inizia la pratica del karate, poi del kobudo e infine del wushu.

A 13 anni raggiunta la cintura nera e dopo le prime vittorie nelle arti marziali giapponesi, abbandona il karate e kobudo per proseguire solo con il wushu, la poliedrica arte marziale cinese che più lo appassionerà e che corrisponde alla sua sensibilità artistica.


Nel 1986 è la più giovane cintura nera d’Italia di wushu. Nel 1987 trascorre un periodo di studio di due mesi in Cina, durante il quale affina la propria tecnica a contatto con i migliori maestri di wushu. Un’esperienza che ripeterà l’anno successivo, tornando a Pechino e a Chengdu, piazza prestigiosa del wushu cinese.

Nel frattempo in Italia si viene organizzando un movimento agonistico a livello nazionale che dà vita al primo Campionato Italiano di Wushu. Giorgio si laurea subito campione nazionale in changquan. A seguito di queste prime vittorie, viene invitato a partecipare alle dimostrazioni finali del Campionato del Mondo di Las Vegas; inoltre ai Campionati d’Europa di Chieti dello stesso anno, è secondo nella categoria a squadre, prestigioso piazzamento che bisserà al Grand Councours Européen de Wushu di Parigi nel 1990."

Oggi si mantiene in forma con fitness, stretching e pugilato:

FITNESS

Non gli piacciono gli sportivi in stile Rambo. Non gli piacciono coloro che esagerano, coloro che entrano in palestra rimanendoci per 4 Ore pompando come degli ossessi per poi sparire per 10 giorni per recuparare.

L'ideale per l'attore è la costanza e l'autogestione. Sostiene che bastano 2 massimo 3 allenamenti alla settimana con i pesi; dichiarando altresì che ascoltare il proprio corpo è importante.

WUSHU E BOXE

"Faccio pugilato tutte le volte che posso, se non lavoro vado in palestra almeno 2 o 3 volte la setttimana"

"Mi piace andarci al mattino presto o alla sera quando c'è poco casino"

Il pugilato è l'arte nobile del combattimento. E' molto più tecnica di quanto la gente possa pensare. E' necessario quindi avere un buon maestro che insegni la tecnica, perché senza tecnica i colpi non avranno mai potenza. Dal Wushu è passato alla Boxe.

STRETCHING

"Il segreto della mia longevità sportiva è lo stretching", Giorgio Pasotti effetua uno stile di stretching dinamico prima dell'allenamento, poi passa ai pesi ed al sacco da boxe ed al termine pratica sempre 30 minuti di stretching. Passione che gli è stata trasmessa in Cina durante la pratica del Wushu.

ALIMENTAZIONE

Per tenersi in forma Giorgio Pasotti, come ogni attore che ci tiene al proprio aspetto, cura l'alimentazione. Non segue diete drastiche, mangia pasta e frutta a pranzo, proteine a cena, effettua micro pasti più volte al giorno.

Inoltre cosa fondamentale NON FUMA! Dice che la sua Droga è lo sport, per fare sport come si deve bisogna avere fiato e quindi come si fa a produrre endorfine ed adrenalina senza fiato?

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Il Full Contact fu il precursore delle MMA?
02 Ottobre 2014

Il Full Contact fu il precursore delle MMA?

Il Full Contact ieri, le MMA oggi

Il Full Contact allora, come le MMA oggi costituiscono uno sbocco per tutti gli atleti fisicamente molto dotati, praticanti di arti marziali e non, che cercano nuove dimensioni ed emozioni per le loro capacità psico-fisiche. Le tecniche di pugno semidirette e circolari sono le più utilizzate in questo tipo di combattimento. Le schivate, finte e proiezioni con gli avambracci superano i blocchi intercettori. La distanza più utilizzata è quella breve.

La vita in un monastero
06 Febbraio 2015

La vita in un monastero

Vita e regole nel luogo spirituale dei monaci Zen

Per essere ammessi come membri del monastero, in principio bisogna superare una prova e dimostrare di essere il discepolo di un maestro. Quando l’aspirante monaco arriva al monastero, come di costume gli si nega l’entrata.

Ultimi post pubblicati

Come Farsi Una Scheda Da Soli
24 Aprile 2019

Come Farsi Una Scheda Da Soli

Oggi giorno, nonostante internet, workshop, libri, riviste, moltissime persone vanno in palestra senza un programma, improvvisano esercizi, copiano altri avventori con il risultato finale di allenarsi in maniera pessima, se non deleteria.

Dove Effettuare Le Tecniche Ad Alta Intensità?
23 Aprile 2019

Dove Effettuare Le Tecniche Ad Alta Intensità?

In un allenamento ad alta intensità il distretto muscolare target è spinto fino al limite massimo, producendo il massimo della forza possibile in quel determinato momento dell'esercizio effettuato.