Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Il kyudo

data di redazione: 27 Febbraio 2015
Il kyudo

L’arte marziale più “meditativa”

Fra tutte le arti guerriere giapponesi il Kyudo, la “via dell’arco”, è la più meditativa; è quella che meglio permette di allontanare il proprio “io” dall’arma, è estremamente introiettiva.

 

L’arco nacque circa tremila anni fa; in origine era costituito da un solo pezzo.

 

Circa mille anni fa, l’arco giapponese presentava già differenze fondamentali con gli archi cinesi o mongoli e anche con quelli occidentali; si differenziava per la sua asimmetria, non veniva impugnato al centro, ma nel terzo segmento inferiore, permettendo così il tiro a piedi e a cavallo. 

In seguito venne costruito con tre o più pezzi di bambù; con questo accorgimento l’arco acquistò una notevole potenza.

 

Le frecce, originariamente di bambù sono oggi in metallo; generalmente la punta da tiro è di forma ovale o lanceolata.

Per il piumato vi sono alcune differenze; infatti nella freccia comune è posto all’estremità posteriore, mentre la freccia per il tiro contro un Makiwara  (il bersaglio da allenamento), non lo ha: questo evita distrazioni e difficoltà nella prima fase d’apprendimento o nella pratica.

 

In Giappone, sia l’arco che la freccia possiedono un significato quasi sacro fin dai tempi più remoti, soprattutto nello scintoismo.

 

I primi passi dell’antica nobiltà giapponese erano diretti allo studio dell’arco a piedi e a cavallo, della spada e del ju-jitsu; l’arco, insomma, era parte integrante del “Kunshi no michi”, cammino del nobile.

L'arco oggi

Quest’arma, al giorno d’oggi, è lunga da 2,21 metri a 2,27 metri; la freccia si misura estendendo il braccio sinistro all’altezza della spalla con le dita distese, dal pomo d’adamo fino all’estremità.

Altro elemento indispensabile è il guanto; si usa solo sulla mano destra nel tiro con l’arco a piedi, nello “Yabusame”, tiro a cavallo, i guanti sono due, uno per ogni mano.

Nel pollice del guanto va messo un anello di corno o di giada, con una scanalatura alla quale si aggancia la corda dell’arco che agevola il movimento delle mani.

 

In Giappone esistono i gradi divisi in kyu o principianti e Dan o esperti, così come in quasi tutte le arti marziali.

Si apprende il cammino nei Dojo e l’insegnamento differisce da scuola a scuola; un esempio è costituito dalla scuola cerimoniale di arco, chiamata Ogasawara.

 

È il Dojo più conosciuto e frequentato in Giappone oggi sebbene coesista con altre scuole di tipo militare, come la Heki, dove la tensione della corda è veloce e si solleva l’arco verso il bersaglio senza superare la spalla.

Un’altra delle scuole più antiche è la Chyakurin ryu, della quale è rimasto un solo maestro in tutto il Giappone, Sagao Endo.

Ci sono due modi per lanciare: in piedi e inginocchiato, appoggiando il peso del corpo sul ginocchio e sull’altro piede.

 

Buon allenamento da ABC

 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Le 5 Arti Marziali Migliori per le Forze di Polizia
07 Ottobre 2017

Le 5 Arti Marziali Migliori per le Forze di Polizia

Quali Discipline Marziali sono maggiormente indicate per i Corpi di Polizia

Nei Corpi di Polizia di tutto il mondo si da molta importanza all'addestramento al tiro, in quanto è di fondamentale importanza, sia singolarmente al poligono, che di gruppo nelle simulazioni operative. Ma un Operatore di Polizia, deve anche essere una sorta di decatleta della difesa personale e quindi dovrà avere nozioni di diverse discipline marziali, supportate da una buona, se non eccellente preparazione fisica.

Aikido: Tradizione o Rinnovamento?
04 Marzo 2017

Aikido: Tradizione o Rinnovamento?

TRAMANDARE inalterata una disciplina marziale, insegnare la stessa forma in maniera invariata nel tempo è un compito molto arduo, più di quanto si pensi.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.