Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Kung Fu: il Pa Kua Chang

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Kung Fu: il Pa Kua Chang

Lo stile degli otto trigrammi è basato sull'idea dell'antico libro I ching

Lo stile degli otto trigrammi è uno dei tre sistemi della boxe cinese ed è basato sull'idea dell'antico libro I ching

Possiamo tradurre la parola Pa kua come "otto trigrammi" e Chang come "lotta" (letteralmente "palmo"). Diamo ora alcuni dati sullo sviluppo della boxe degli otto trigrammi.

Il Pa kua è uno dei tre grandi sistemi della boxe cinese del ramo interno "Nei-chia"; è basato sull'idea esoterica dell'antico I-king o libro dei mutamenti o delle trasformazioni; questo libro secondo gli annali cinesi ha più di tremila anni, e i suoi primi otto diagrammi corrispondono agli otto trigrammi del Pa-kua.

 

L'idea base del I-king (oppure I-ching) è quella per cui niente rimane statico, giacché nell'universo tutto subisce continue trasformazioni per le energie dello Yin e dello Yang, che si sviluppano seguendo basilarmente le otto direzioni fondamentali, rappresentate dagli otto trigrammi. Ogni trigramma nel Pa Kua corrisponde a una determinata modalità o direzione di movimento del palmo, per squilibrare l'avversario o liberarsi alla sua presa.

L'origine del Pa kua è indicata nel medioevo cinese, però fino al XVIII secolo non vengono codificate e unificate le tecniche del gran maestro fondatore Taan Tun Hai-Chuan.

Si racconta che il maestro partecipò ad un famoso combattimento che durò tre giorni con la "divina mano incrociata", Maestro della scuola "Sing I", alla fine nessuno risultò vincitore e i due diventarono amici scambiandosi gli allievi e la conoscenza delle rispettive tecniche.

A partire da allora, i due sistemi vengono insegnati insieme (tuttavia il maestro Suen Lu Tang che portò a compimento l'opera di fusione di entrambi i sistemi con il "Tai Chi Chuan").

 

Gli esercizi di Pa kua si eseguono su un cerchio immaginario di 2,5 - 3 metri di diametro; tutti i movimenti sono circolari e ad ogni movimento corrisponde un cambio di posizione di braccia, mani, piedi e vita, a volte simultaneamente, in diverse direzioni per cui i movimenti risultano estremamente complessi. Quando si ha la padronanza delle serie da soli, si passano ad effettuare gli esercizi a coppie, nei quali si studia il modo di colpire i punti vitali, dopo aver annullato la posizione d'equilibrio dell'avversario (tirando, spingendo, torcendo, ecc.) e imprimendo ai vari colpi effettuati l'energia cosmica (Chi).

 

 

Il Pa kua è un sistema basilarmente esoterico e applica il 90% dello studio nello sforzo di sviluppare l'armonia del movimenbto, nel controllo del Chi, per la perfetta padronanza della tenica, e la comprensione delle leggi e dei principi dell'universo, relegando in secondo piano l'aspetto di arte marziale.

Tutto questo non diminuisce l'efficacia, poiché il controllo del chi e l'armonia del movimento danno una forza interiore enorme.

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Che Differenza c'è tra Kick Boxing, Muay Thai e Thai Boxe?
04 Dicembre 2018

Che Differenza c'è tra Kick Boxing, Muay Thai e Thai Boxe?

Le differenze sostanziali tra muay thai e kick boxing sono le seguenti descritte nell'articolo

Impariamo il judo - 1° parte
27 Agosto 2015

Impariamo il judo - 1° parte

Tecnica fondamentale di controllo e sbilanciamento

Quando si muovono i primi passi nel Judo, le tecniche che vengono insegnate generalmente sono identiche sia per gli adulti che per i bambini. La prima cosa da fare per iniziare un "combattimento" di Judo consiste nell'eseguire le prese, cioè nell'afferrarsi l'un l'altro.

Ultimi post pubblicati

Allenamenti Da Casa
25 Ottobre 2020

Allenamenti Da Casa

Quella di allenarsi a casa è quindi una scelta condivisa da un grande numero di persone che per difficoltà logistiche e spesso anche economiche preferiscono praticare un po’ di sano movimento tra le le mura domestiche senza aggiungere allo stress della vita quotidiana l’impegno di dover recarsi in palestra più volte a settimana.

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione
21 Ottobre 2020

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione

Ogni porzione permette di ottenere 6 piccoli pancake all'americana, oppure 2 grandi pancake, e questo a seconda delle dimensioni della padella che utilizzate, il tutto vi offrirà un apporto proteico pari a 36 grammi, una quantità senza uguali in confronto ad altri prodotti simili.