Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La cintura e il gi: perché e come si indossano

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
La cintura e il gi: perché e come si indossano

Lo sapevate che alcune arti marziali usano il kimono proprio perché scomodo? Nell'articolo una piccola guida per allacciare la cintura.

Durante l'allenamento la maggior parte dei praticanti di ju-jitsu brasiliano, ju-jitsu tradizionale, karate, judo e kung fu tradizionale indossa un gi (chiamato anche kimono). Il gi è obbligatorio nella maggior parte delle competizioni di brazilian ju jitsu e in tutte i kumite di di karate e judo. Nel karate si iniziò ad usare il karategi nel 1921 per iniziativa del Maestro Funakoshi ispirandosi al judo-gi usato già nel Judo ma fatto con una tela più leggera e più comoda.

 

Nel Judo è risaputo che senza le prese alla giacca non si potrebbero eseguire gran parte delle manovre di sbilanciamenti e delle proiezioni... ma nel Brazilian Ju jitsu non sarebbe più comodo lottare senza? Ecco perché molto spesso si preferisce indossarlo durante gli allenamenti (e le gare).
Il vantaggio di indossare un gi nel bjj ad esempio durante la pratica consiste nel fatto che rende molto più difficili della norma i movimenti e le evasioni.


Dato che l'avversario può afferrare il gi a volontà con una presa molto forte, il movimento libero diventa piuttosto limitato. L'attrito generato dal gi rende quasi impossibile l'utilizzo della forza bruta per disimpegnarsi da prese di sottomissione. Ciò vi costringe ad applicare la manovra di evasione appropriata, rendendovi più validi sotto il profilo tecnico. Tra l'altro la numerosa serie di strangolamenti attuabili mediante il gi vi costringerà a diventare esperti nel difendere il vostro collo (requisito fondamentale ad esempio per i praticanti di grappling).


Ogni volta che si indossa un gi si moltiplica enormemente il numero di manovre e di tecniche utilizzabili: ciò per il fatto che sono molte le tecniche che richiedono un gi perché siano efficaci. Avendo a disposizione un assortimento assai più vasto di manovre voi e il vostro avversario assumerete rapidamente la consuetudine di applicare le manovre in combinazioni lunghe e di pensare alle diverse opzioni di corpo a corpo. Il gi, inoltre, è fisicamente scomodo e caldo. Una volta che ci si abitui a soportare tale scomodità, il grappling senza gi risulterà molto più facile.

 

Il gi si compone di pantaloni lunghi, giacca pesante e cintura. La giacca è molto più spessa rispetto a quella indossata nel karate e in altre arti marziali basate sui colpi, in quanto è soggetta al notevole stress della pratica del grappling. È di cotone pesante e rinforzato, a trama doppia, con un bavero particolarmente pesante ed è disponibile in differenti taglie. Possono essere necessarie alcune prove prima di trovare la propria taglia ideale (e bisogna tener presente che una volta lavato e asciugato si ritirerà). Guardiamo ora il modo corretto di indossare il gi e soprattutto come legare la cintura.

  1. Indossate i pantaloni, il cui laccio va stretto e legato con un normale fiocco, e la giacca. Il lato sinistro della giacca va sopra il destro. La maggior parte dei fabbricanti colloca un piccolo logo della ditta sul lato sinistro e frontale del gi per cui, se quest'ultimo viene indossato correttamente, il logo risulterà visibile. Prendete la cintura con la mano destra e tenetela al suo centro in modo che sia divisa in du parti uguali.
  2. Tenete la cintura con entrambe le mani, ponete il centro della cintura al centro dello stomaco, sotto l'ombelico, e portate dietro le due estremità.
  3. Passa la cintura dietro e nuovamente davanti, sullo stomaco (la cintura è piuttosto lunga e potete farlo facilmente). Ciò di fatto significa che la cintura passerà per due volte davanti allo stomaco.
  4. Incrocia le estremità della cintura, esattamente sul davanti.
  5. Passate il lembo destro della cintura al di sopra e intorno ai due giri della cintura stessa, sotto l'ombelico.
  6. Ora semplicemente annodate l'estremità sinistra della cintura al di sopra e intorno alla destra e stringete. In questo modo si completa un semplice nodo piano.
  7. Tirate le estremità della cintura per stringerla


Ora che avete indossato il gi e la cintura correttamente... buon allenamento da ABC

 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Kendo e Attrezzatura
21 Gennaio 2015

Kendo e Attrezzatura

Come bisogna attrezzarsi per la pratica

Ai primordi, forse quando la vita umana valeva meno ci si allenava senza protezioni con sciabole vere; oggi si utilizzano attrezzature più sicure per l'allenamento e per la competizione nell'arte del combattere con la spada, o Kendo.

La forza vitale nelle Arti Marziali
01 Ottobre 2014

La forza vitale nelle Arti Marziali

Il "chi", è definita così l'energia vitale sprigionata nella pratica dalle arti marziali interne

I punti vitali menzionati dai fautori delle arti marziali interne sono gli stessi dell'agopuntura. La posizione di questi punti è segreta ma lo storico orientalista britannico Needham ha verificato con alcuni medici legali le conseguenze dei colpi inferti in alcuni di questi punti

Ultimi post pubblicati

Braccia Enormi con i Migliori Esercizi Base
21 Febbraio 2020

Braccia Enormi con i Migliori Esercizi Base

Se volete aumentare le dimensioni dei vostri bicipiti, allora allenate duramente i dorsali, e se volete aumentare le dimensioni dei vostri tricipiti dovete allenare duramente pettorali e deltoidi con gli esercizi di distensione.

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali
19 Febbraio 2020

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali

I muscoli delle gambe sono tra i più voluminosi, affamati di ossigeno e forti che abbiamo nel corpo. Allenarli coinvolge rapidamente la respirazione e il metabolismo. L'allenamento funzionale impiega i movimenti tipici pionieristici: accosciate, piegamenti braccia, piegamenti gambe, salti e tutte le forme di trazione.