(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La Naginata

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
La Naginata

Segreti e particolarità di questa forma di combattimento armata giapponese

Antica forma di combattimento con una sorta di alabarda (la Naginata, appunto), impiegata dai samurai giapponesi come arma principale della fanteria prima della comparsa delle armi da fuoco e anche successivamente, era classificata come arma bianca, dalla lama lunga e ricurva e con una lunga impugnatura che ne consentiva l'uso contro un nemico a piedi o a cavallo.

 

Come ogni arma, la Naginata ha i suoi antenati ed uno sviluppo nel corso del tempo.

Coesistono due trorie sulla sua origine...

 

 

Secondo alcuni autori, deriva da un'arma cinese. Altri autori concordano su un particolare sviluppo dell'arma, descritto dagli antichi scrittori giapponesi, che parlano dell'idea di unire una spada ad un manico o impugnatura corta, ma più lunga di quello della classica spada chiamata Katana. Questa arma fu chiamata Nagamaki.

Nel corso del tempo, la Nagamaki, subì alcune trasformazioni, fu ridotta la guardia, che separava la lama dalla impugnatura, aumentate le dimensioni del legno e curvata di più la lama; nacque così la Naginata classica.

 

Come tutte le armi tradizionali giapponesi, questa alabarda richiedeva una gran velocità di impiego e si usava alternando con rapidità l'uso della lama, dell'impugnatura o del puntale.

 

Più tardi, in alcune scuole, per evitare lesioni provocate dall'uso dell'arma in mani inesperte, si realizzarono delle copie in legno della spada originale, per le esercitazioni pratiche e l'acquisizione delle tecniche, o per lo studio del combattimento.

In seguito fu creata la Naginata moderna (vedi foto a fianco), grazie alla sostituzione della lama con due pezzi di bambù opportunamente curvati per favorire i combattimenti ovi si pratica il contatto.

 

Attualmente, la Naginata ha un carattere ginnico-sportivo e formativo e, grazie alle nuove tecniche, la si può usare con o senza protezione, da soli o con un compagno. Ecco le tecniche e i tipi di allenamento della nuova Naginata.

  • Kihon: tecniche di base, avanzate e superiorei praticate individualmente.
  • Kata: tecniche per coppie.
  • Shiai: competizione.

Buon allenamento con ABC

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Allenamento e Biografia di Jean Claude Van Damme
25 Novembre 2014

Allenamento e Biografia di Jean Claude Van Damme

Jean Claude Van Damme è nato a Berchem-Sainte-Agathe, Bruxelles (Belgio) nel 1960 da Eliana e Eugène Van Varenberg.  Quindi in origine il vero nome del noto personaggio (artista marziale ed attore) era Jean-Claude Van Varenberg. Van Damme ha iniziato a praticare arti marziali all'età di 11 anni.

Arti Marziali: I 5 Punti Chiave Per L'Allenamento Della Forza
13 Marzo 2018

Arti Marziali: I 5 Punti Chiave Per L'Allenamento Della Forza

Sviluppare una quantità elevata di forza non significa che svilupperete una grande quantità di energia. La potenza è in realtà un'espressione della quantità di forza con cui puoi influenzare l'ambiente circostante o un oggetto, quando si muove a una certa velocità. La definizione di potenza è: Potenza = Forza x Velocità.

Ultimi post pubblicati

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO
15 Ottobre 2018

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

SIDE BEND CON 1 MANUBRIO
15 Ottobre 2018

SIDE BEND CON 1 MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.