Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La Naginata

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
La Naginata

Segreti e particolarità di questa forma di combattimento armata giapponese

Antica forma di combattimento con una sorta di alabarda (la Naginata, appunto), impiegata dai samurai giapponesi come arma principale della fanteria prima della comparsa delle armi da fuoco e anche successivamente, era classificata come arma bianca, dalla lama lunga e ricurva e con una lunga impugnatura che ne consentiva l'uso contro un nemico a piedi o a cavallo.

 

Come ogni arma, la Naginata ha i suoi antenati ed uno sviluppo nel corso del tempo.

Coesistono due trorie sulla sua origine...

 

 

Secondo alcuni autori, deriva da un'arma cinese. Altri autori concordano su un particolare sviluppo dell'arma, descritto dagli antichi scrittori giapponesi, che parlano dell'idea di unire una spada ad un manico o impugnatura corta, ma più lunga di quello della classica spada chiamata Katana. Questa arma fu chiamata Nagamaki.

Nel corso del tempo, la Nagamaki, subì alcune trasformazioni, fu ridotta la guardia, che separava la lama dalla impugnatura, aumentate le dimensioni del legno e curvata di più la lama; nacque così la Naginata classica.

 

Come tutte le armi tradizionali giapponesi, questa alabarda richiedeva una gran velocità di impiego e si usava alternando con rapidità l'uso della lama, dell'impugnatura o del puntale.

 

Più tardi, in alcune scuole, per evitare lesioni provocate dall'uso dell'arma in mani inesperte, si realizzarono delle copie in legno della spada originale, per le esercitazioni pratiche e l'acquisizione delle tecniche, o per lo studio del combattimento.

In seguito fu creata la Naginata moderna (vedi foto a fianco), grazie alla sostituzione della lama con due pezzi di bambù opportunamente curvati per favorire i combattimenti ovi si pratica il contatto.

 

Attualmente, la Naginata ha un carattere ginnico-sportivo e formativo e, grazie alle nuove tecniche, la si può usare con o senza protezione, da soli o con un compagno. Ecco le tecniche e i tipi di allenamento della nuova Naginata.

  • Kihon: tecniche di base, avanzate e superiorei praticate individualmente.
  • Kata: tecniche per coppie.
  • Shiai: competizione.

Buon allenamento con ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Tameshi Wari
17 Marzo 2015

Tameshi Wari

Prove di rottura

Le prove di rottura costituiscono un tema in un certo senso conflittuale, riunendo un fattore “folkloristico” con la difficoltà tecnica, data l’esistenza di fattori condizionanti che obbligano l’esecutore ad operare di fronte ad un pubblico profano e desideroso di stupirsi. Le rotture di tavolette in legno e altri materiali hanno una gran quantità di detrattori, a causa dei danni derivati dalla continuità dei micro-traumi e per lo sviluppo dell’immagine sportiva del Karate. Nella pratica normale sono quasi totalmente cadute in disuso, rimanendo in alcune esibizioni.

La diffusione delle arti marziali nel dopoguerra
01 Ottobre 2014

La diffusione delle arti marziali nel dopoguerra

L'esportazione di tutta la sua cultura marziale nel resto del mondo

La presenza delle truppe americane in Gappone nell'immediato dopoguerra contribuì all'esportazione delle arti marziali nel resto del mondo. Prima negli Stati Uniti e subito dopo in Europa si diffusero le maggiori discipline come aikido, karate, judo

Ultimi post pubblicati

La Guida Definitiva Per Scolpire i Tuoi Addominali
03 Giugno 2020

La Guida Definitiva Per Scolpire i Tuoi Addominali

Guida definitiva e risolutiva che vi darà una grossa mano per scolpire i vostri addominali. Nella guida avrete utili consigli su cosa mangiare, su quali esercizi scegliere ed effettuare, su quali integratori assumere, su come fare la doccia e altri piccoli suggerimenti utili.

Allenamento e Dieta Attuali di Mike Tyson
03 Giugno 2020

Allenamento e Dieta Attuali di Mike Tyson

A 53 anni suonati l'ex campione dei pesi massimi vuole rientrare a combattere (anche se solo per beneficenza): alla riscoperta di un eroe maledetto che non ha mai smesso di cercare sè stesso. Il grande ritorno pare sarà solo per beneficenza e solamente per una manciata di round. Anche l’avversario sembra ormai deciso: Evander Holyfield, il nemico di sempre.