Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento Alessio Sakara MMA

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 09 Settembre 2018
Allenamento Alessio Sakara MMA

Biografia, curiosità e allenamenti del Grande Campione Italiano delle MMA

Alessio SAKARA è un atleta o meglio un Gladiatore moderno delle M.M.A. mixed martial art’s.

BREVE BIOGRAFIA

Alessio Sakara nasce a Roma il 2 settembre del 1981, cresciuto nelle case popolari della città di Pomezia nella periferia della Capitale, all’età di 11 anni incomincia a praticare pugilato e dopo due anni di allenamenti fece il primo incontro nel torneo “Primi pugni” conquistando la medaglia d’oro.

Crescendo voleva fare della boxe un lavoro, ma le borse percepite non permettevano di condurre una vita normale. 

All’età di 18 anni, emigrò per un breve periodo in Colombia dove disputò alcuni incontri di pugilato, dovette rientrare in Italia per ottemperare agli obblighi militari e durante il soggiorno in Italia un suo amico gli mostrò una videocassetta di un incontro di Valetudo, precisamente il primo torneo organizzato dall’UFC.

La visione di questo video fu per Alessio Sakara, FATALE, si innamorò immediatamente delle M.M.A. Il destino sembrava essergli favorevole in quanto, durante alcuni servizi in discoteca, come addetto alla sicurezza, conobbe il suo primo maestro brasiliano di brasilian jiu jitsu.

Iniziò quindi ad allenarsi nella lotta a terra, fase importante negli incontri di M.M.A., dopo un periodo di allenamento era pronto per il debutto in un incontro di Valetudo. Lo vinse dopo appena un minuto grazie ad una leva articolare al braccio del suo avversario. 

Ascoltando il proprio maestro andò in Brasile a perfezionare il proprio jiu jitsu, diventando poi il Campione dell’U.F.C. che tutti conosciamo.

COME SI ALLENA ALESSIO SAKARA?

Come tutti gli atleti ad inizio preparazione, Alessio si sottopone a test necessari per valutare al meglio i suoi livelli nelle differenti abilità aspecifiche neuromuscolari e metaboliche. Un atleta delle M.M.A. deve avere un sacco di qualità senza trascurare nulla.

Devono essere forti, potenti, resistenti, tenaci e resilienti. Lo scopo primario dei test è quello di individuare rapidamente se le singole abilità siano ad un livello tale da soddisfare i valori minimi soglia. 

Questi valori infatti sono quelli a partire dai quali, attraverso un opportuno processo trasformativo, si inizia a poter avere transfer sulla performance sportiva specifica.

Alcuni dei test effettuati:

TEST FORZA MASSIMALE

  1. MASSIMALE PANCA PIANA
  2. MASSIMALE SQUAT
  3. MASSIMALE STACCO DA TERRA
  4. MASSIMO NUMERO DI RIPETIZIONI ALLA SBARRA

Quello che preme in questi test di Forza massimale non é tanto il carico in assoluto ma piuttosto due importanti questioni: Esecuzione tecnica corretta: Accosciata sotto il parallelo, panca piana con fermo al petto, stacco iper esteso con schiena in tenuta, trazioni a regola d’arte senza sculate o ondeggiamenti, con tutto il beneficio che questi accorgimenti possono dare in termini di massima attivazione neuromuscolare e prevenzione degli infortuni.

Poi carichi in relazione al peso corporeo. Quindi più che forza assoluta, direi forza relativa.

TEST FORZA ESPLOSIVA O POTENZA

  1. MASSIMALE GIRATA AL PETTO
  2. MASSIMALE PUSH PRESS
  3. JUMP SQUAT ALTEZZA MASSIMA

Questi test fanno capire il livelli di esplosività di Alessio, in particolare della catena cinetica posteriore (importantissima nella lotta in piedi) e negli arti inferiori lungo una linea orizzontale piuttosto che solamente verticale. 

Questo perché molte tecniche impiegate nelle MMA basano la loro efficacia sulla produzione di Potenza pura orizzontale (atterramenti sulle gambe in Double Leg e Single Leg, pugni e ginocchiate, Clinch contro la gabbia ecc.)

TEST FORZA RESISTENTE

Poi ci sono alcuni Semplici test di Forza Resistente per la parte superiore del corpo e del core, importanti soprattutto per comprendere il grado di resistenza locale nei muscoli dell’addome e in quelli di trazione e spinta. 

Tutti fortemente chiamati in causa durante le fasi di lotta a terra e non solo. Questo test è stato fondamentale per comprendere il livello di resistenza alla forza esplosiva in regime aerobico-alattacido e di quanto tale efficienza sia importante per comprendere a che punto il metabolismo lattacido iniziasse ad essere chiamato in causa. 

Portare combinazioni di colpi continue senza andare ad accumulare lattato (alta efficienza dei sistemi energetici aerobico e alattacido dunque) e la chiave per mantenere nel tempo produzioni di potenza costanti.

TEST CAPACITA’ AEROBICA

Test di Capacità Aerobica in relazione alla massima gittata cardiaca e alla Soglia Anaerobica, test di Soglia Anaerobica e test di Potenza Aerobica pura. 

Tutto quello che serviva per capire a che livello era il sistema energetico aerobico di Alessio. Da questi Test i preparatori del grande Campione impostano i carichi di lavoro e le sedute da effettuarsi.

E' noto Alessio usare attrezzi NON convenzionali, per quanto riguarda il potenziamento fisico, quindi oltre ai vecchi e affidabili bilancieri, Alessio usa mazzette, gomme di trattore, funi da marinaio del diametro di 5 cm, kettlebell, corda per le arrampicate. Anche se non devi salire dentro una gabbia, prendi motivazione da questo Grande Campione ed inizia ad allenarti alle MMA

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

10 Elementi Fondamentali del Combattente
25 Aprile 2015

10 Elementi Fondamentali del Combattente

Come Migliorare la Preparazione Globale di un Combattente

Ogni combattente ha dei punti deboli, dei punti dove è più carente e di contro avrà invece qualche campo dove è più esperto e più abile e il discorso vale anche per le qualità fisiche. In combattimento il fighter tenderà ovviamente ad imporre il gioco nella distanza a lui più congeniale, cercando di nascondere al suo avversario le sue debolezze ed indirizzando il match nella direzione da lui precedentemente studiata in modo da condurre l'incontro nel verso "giusto".

Holly Holm, Regina dell'UFC
16 Novembre 2015

Holly Holm, Regina dell'UFC

La sua vittoria più importante l'ha centrata all'UFC 193, il 14 novembre u.s., quando ha conquistato il titolo dei pesi gallo nelle MMA contro un'agguerritissima e fino ad allora imbattuta e campionessa in carica Ronda Rousey.

Ultimi post pubblicati

Maca Per La Palestra
16 Febbraio 2020

Maca Per La Palestra

La Maca, altrimenti definita Lepidium meyenii, è una pianta tuberosa Peruviana appartenente alla famiglia delle Brassicacee, che cresce nelle regioni montuose andine, anche oltre i 3000 metri.

Allenamento Veloce Ad Alto Volume Per La Massa
13 Febbraio 2020

Allenamento Veloce Ad Alto Volume Per La Massa

Allenamento ad alto volume significa eseguire una mole di lavoro elevata in un lasso di tempo relativamente ristretto, in modo tale da aumentare la densità di allenamento.