Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Giulio Nadalin M.M.A. Fighter

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Giulio Nadalin M.M.A. Fighter

La Grande Promessa delle M.M.A.

Giulio NADALIN atleta italiano delle M.M.A. nasce a Gemona del Friuli l’ 8-12-1990 e vive a Majano in provincia di Udine . Sin da piccolo pratica numerosi sport tra i quali : calcio, basket, nuoto ed atletica. Dotato di un fisico da gladiatore, forte e muscoloso all’età di 16 anni comincia a dedicarsi alla pratica delle arti marziali e nella fattispecie inizia con la Thay Boxing. Dopo poco tempo inizia a combattere nel circuito K1 , nel quale si incontrano atleti provenienti dalla kick boxing, Thay e Savate, dove ottiene un palmares da amatore di tutto rispetto con 7 vittorie ed una sconfitta nella categoria dei pesi super-massimi (+ 91 Kg).

 

 

Nel 2008, all'età di 18 anni, si avvicina al mondo delle arti marziali miste M.M.A. ed entra a far parte del Team “Scardovelli” seguendo gli insegnamenti dell’attuale maestro Fabrizio Scardovelli il quale inizia a preparare Giulio per i combattimenti nelle “temute” gabbie. Giulio sin dalle prime sedute di allenamento, dimostra di avere la stoffa del futuro campione, ma non si atteggia e lavora sodo, comportandosi come se fosse un professionista. Questa è la virtù principale del Grande Fighter Friuliano. 

 

 

Gli allenamenti di Giulio, sono estenuanti e sono formati da: 

 4 sessioni di MMA di cui

 

  • 1 allenamento di striking
  • 1 allenamento di submission grappling
  • 1 allenamento di clinch e take -down
  • 1 allenamento di M.M.A.

 

Ogni sessione d'allenamento prevede una fase di riscaldamento, una fase di potenziamento, una parte tecnica e una di sparring finale. Inoltre Giulio effettua anche 2 sessioni di functional training e una sessione aerobica di attività cardio. Il Motto del Team Scardovelli è :" MOLTO SUDORE IN ALLENAMENTO, MENO SANGUE IN BATTAGLIA"

 

Nel 2011 Giulio NADALIN è pronto a far tremare le Gabbie dei Circuiti Italiani ed internazionali .

 

Il 7 Maggio 2011 , alla prima edizione dell’evento “MILANO IN THE CAGE” , disputa il suo primo match da amatore nella classe C+ , categoria pesi super-massimi (+91 Kg) .

 

Pochi giorni dopo ed esattamente il 14 Maggio 2011, conquista il titolo Italiano (classe C) sempre nella categoria pesi super-massimi (+91 Kg) nel famoso circuito ADCC/MMA SHOOTO.

 

La classe C prevede il contatto pieno dei colpi portati , con l'utilizzo di protezioni (caschetto e para tibie) mentre la classe C+ e' a contatto  senza protezioni .

 

 

 

A Novembre del 2011, in Toscana nella città di Carrara, disputa un torneo internazionale ADCC/MMA SHOOTO dove partecipano centinaia di atleti da tutta Europa . In questa edizione scende di peso, disputando il torneo classe C dei pesi massimi (-91 Kg), dominando e vincendo il torneo.  Nel maggio 2012 diventa vice Campione Italiano ADCC/MMA SHOOTO , dei pesi medio massimi (-83 kg) categoria C+.

 

 

Il 30 giugno 2012, partecipa ai Campionati Europei MMA SHOOTO in Germania a Francoforte, e conquista la medaglia di Bronzo nella categoria dei pesi medio massimi (-83 kg) classe C . Nell’occasione il Gladiatore Friulano è stata l’unica medaglia italiana dei Campionati Europei . Nel novembre dello stesso anno, a Carrara conquista il secondo posto dei pesi medio massimi (-83 Kg) classe C+ , al torneo internazionale ADCC/MMA SHOOTO  .

 

Nel 2013 Giulio effettua  il grande salto e passa PROFESSIONISTA disputando il primo match da PRO, in classe B, all' evento “X COMBAT” 2013 .

 

L’esordio nei PRO avviene il 17-03-2013 a Cento (Ferrara) vincendo per ko (Knock Out) contro Pinzariu Marius in appena 10 secondi stabilendo subito il suo record personale. Se il Buon Giorno si vede dal mattino!

 

Il suo secondo match da Professionista lo disputa a Treviglio (Bg) al “FIGHT WARRIORS 3” il 20-10-2013 e qui vince per TKO (Technical Knock Out) a metà del secondo round. 

 

L’ultimo match PRO viene disputato a Torino il 16-11-2013 nell'evento ITALIA-FRANCIA dove Giulio, nonostante abbia dominato per tutto l’incontro,  ha perso per sottomissione contro un  forte ed esperto avversario francese Jérémie Sehi. I combattimenti di M.M.A. sono anche questo e la sconfitta fa parte dello sport, e serve come stimolo per tornare di nuovo in palestra a sputare sangue e sudore per tornare più forti di prima .

 

Giulio Nadalin oltre ad aver disputato i citati combattimenti di M.M.A. nelle Gabbie italiane ed internazionali , ha disputato anche gare di Submission Grappling vincendo numerosi titoli e arrivando sempre a podio.

 

Questo palmares da vero campione è nobilitato dal fatto che Giulio nella vita quotidiana lavora presso una fabbrica del suo paese e quindi ogni giorno dopo estenuanti turni di lavoro, vola  in palestra a seguire gli allenamenti del suo Maestro Fabrizio Scardovelli.

Non è un fattore da sottovalutare , perché per fare tutto ciò, ci deve essere una passione e abnegazione per la causa non comune. Inoltre per rientrare nella sua attuale categoria dei pesi medio massimi (- 83 Kg) deve anche seguire una dieta da atleta misurata . Per Giulio l’avversario più duro da affrontare è la bilancia ed il peso prima del match, esattamente come il grande Alessio Sakara, in quanto è dotato di una muscolatura possente, con gambe a quercia e braccia possenti per 1,76 cm di altezza, un Tyson delle M.M.A.

LA MASSIMA DI GIULIO

 

 

"mi alleno dando sempre il massimo ad ogni allenamento! se il corpo non c’è la fa più,  entra in gioco la mente che mi supporta , l'importante è non mollare mai e crederci fino in fondo, ogni allenamento è un guadagno e una crescita personale!”

 

Giulio è un ragazzo molto umile, non si atteggia mai da divo, ed è questa la sua forza e qualità . Egli ritiene di essere un ragazzo normale che ha solo una grande passione per le MMA , da sempre il massimo di se stesso in ciò che fa,  perché ritiene che senza sacrifici non si ottengono i risultati . Una lezione di vita da un ragazzo di 23 anni!

 

Dietro un Grande Campione c’è sempre un grande Maestro : Fabrizio Scardovelli.

 

Fabrizio Scardovelli, nato a Gorizia il 6 febbraio 1973, all’età di 15 anni incomincia a praticare boxe sotto la guida del Maestro Bruno Picotti , il quale è stato il suo mentore ed ancora oggi usa i suoi insegnamenti per i suoi allievi.

 

Fabrizio ha praticato boxe a livello agonistico fino all'età di 20 anni per poi avvicinarsi alle arti marziali praticando yoseikan budo, consegue la cintura nera nel 2004 praticando la disciplina marziale in modo agonistico partecipando altresì a numerosi tornei.

 

Contemporaneamente, allo studio della disciplina marziale, ha sempre praticato la boxe in forma amatoriale. Nel 2002 comincia ad approfondire lo studio delle arti lottatorie  e partecipa a numerosi seminari di MMA , partecipando altresì a competizioni di submission grappling .

 

Il Maestro Fabrizio Scardovelli nel 2008 fonda Il Team SCARDOVELLI che si occupa di MMA-GRAPPLING e SPORT DA COMBATTIMENTO con corsi per agonisti e non. La scuola principale si trova a Udine presso la palestra Newlifecenter e ha due filiali distaccate situate a Gorizia e Ronchi dei legionari (GO).

Giulio NADALIN diventerà un Grande Campione !

FORZA & ONORE ! 

 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

MMA Femminile, Cris Cyborg
04 Giugno 2016

MMA Femminile, Cris Cyborg

La brasiliana, un'esplosione di forza e potenza, con la sua fisicità e abilità tecnica è tutt'ora una delle figure più intimidatorie nel mondo delle MMA.

MMA: Difendere i tentativi di atterramento
16 Settembre 2018

MMA: Difendere i tentativi di atterramento

Esercizi specifici contro i temuti Take Down

La prima cosa da fare per imparare a difendersi dai take-down è saper conoscere alla perfezione le tecniche stesse di atterramento. La lotta greco romana, la lotta libera e grappling ci aiutano ad addentrarci meglio dentro questo tema specifico.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.