Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La Forza Muscolare negli Sport da Combattimento

data di redazione: 08 Marzo 2014 - data modifica: 05 Aprile 2016
La Forza Muscolare negli Sport da Combattimento

L'allenamento della forza coinvolge l'uso di esercizi di resistenza allo scopo di incrementare la forza. La forza può essere allenata con diversi strumenti :

  • corpo libero
  • pesi con bilancieri, manubri o macchine
  • kettlebell

Ognuno ha la sua formula per aumentare la forza muscolare che sia anche funzionale. Molti preparatori odiano i pesi e pensano che siano inutili, però conosco atleti di lotta ad alto livello nazionale ed europeo che usano tantissimo i pesi in modo classico e tradizionale (squat, stacco, trazioni con la corda, panca piana, girata al petto).

Quando si pensa all’allenamento pesi si pensa ad Arnold Schwarzenegger, ma l’allenamento pesi non è solo Body Building.

Ovviamente l'allenamento pesi negli sport di combattimento deve considerarsi come una INTEGRAZIONE all'allenamento standard del fighter o grappler, in quanto l'atleta deve avere le energie necessarie per affrontare anche l'allenamento tecnico.

Cosa importante è che l'allenamento pesi non deve essere invasivo a livello muscolare, le serie non devono essere portate al cedimento in quanto i doms del giorno dopo pregiudicherebbero l'allenamento tecnico. Un combattente si allena 5 volte la settimana e quindi saper dosare gli allenamenti è importante.

Un combattente non deve fare le gare d estetica, deve sostenere un incontro e quindi bisogna sapere cosa vogliamo dall'allenamento pesi. In un fighter serve la forza esplosiva e quindi un paio di esercizi con la tecnica del BUFFER potrebbero migliorare questa fase, e magari al termine si trasforma il tutto con l'uso dei pads, sacco, sparring.

Per i colpi sono utili le distensioni su panca piana con bilanciere e come complementare per allenare anche gli antagonisti le trazioni alla sbarra e magari per le gambe uno squat a corpo libero ad alta intensità.

In un grappler sono utili gli stacchi da terra, girate al petto, panca piana e anche squat magari in sedute separate per ridurre il volume di lavoro .

Molti allenatori della vecchia scuola rabbrividiscono al pensiero del sollevamento pesi, visto che la loro interpretazione di ciò coincide col bodybuilding. In loro l'espressione 'sollevare pesi' produce automaticamente l'immagine di un grosso, lustro bodybuilder.

Ma il combattente non si allenerà mai con i pesi in stile body building; non farà serie ad esaurimento per pompare all’estremo pettorali deltoidi o bicipiti in quanto al combattente non servono muscoli gonfi all’inverosimile, al combattente però serve la forza.

Un fattore importante che ogni allenatore deve osservare è quello di non distruggere il proprio atleta con ripetuti allenamenti con massimali su esercizi di pesistica.

Dovete vincere una gara di panca? oppure un incontro di M.M.A?

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

MMA: Difendere i tentativi di atterramento
16 Settembre 2018

MMA: Difendere i tentativi di atterramento

Esercizi specifici contro i temuti Take Down

La prima cosa da fare per imparare a difendersi dai take-down è saper conoscere alla perfezione le tecniche stesse di atterramento. La lotta greco romana, la lotta libera e grappling ci aiutano ad addentrarci meglio dentro questo tema specifico.

Mata Leao
17 Dicembre 2018

Mata Leao

Consiste in una delle tecniche più efficaci per la difesa personale ed è molto utilizzata anche nelle MMA

Il "mata leao" è considerata una delle tecniche più efficaci in assoluto. Deriva dal Brazilian Ju-Jitsu ed è stata praticamente adottata da moltissimi sistemi di difesa personale tra il quali il Wing Chun per le pratiche di immobilizzazione.  Semplice da imparare è insegnata anche ai corpi di polizia, questa tecnica è utilissima per neutralizzare un avversario più forte fisicamente. Nell'articolo le indicazioni per eseguire una mata leao.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.