Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

M.M.A. per le Forze di Polizia

data di redazione: 02 Maggio 2016 - data modifica: 31 Maggio 2019
M.M.A. per le Forze di Polizia

Le Mixed Martial Arts (MMA) sono lo sport di combattimento a contatto pieno più completo che esista e sono in assoluto, tra tutte le arti marziali/sport di combattimento, il sistema più efficace per il combattimento reale a mani nude e per la difesa personale e sono particolarmente raccomandate per l’allenamento delle forze di polizia e militari.

In questa disciplina sportiva si studiano tutte e 5 le distanze del combattimento, e per un operatore di polizia è estremamente importante sapersi muovere sia in piedi, a varie distanze, che a terra, in quanto gli interventi possono essere di vario genere e natura.

Le MMA sono un sport molto cruento e duro, in quanto è permesso colpire l'avversario con ogni parte del proprio corpo; è prevista una fase di lotta che può avvenire sia in piedi che a terra comprensiva di colpi, si possono utilizzare tecniche e colpi di tutte le arti marziali/sport di combattimento.

  • Il combattimento di MMA si svolge sia in piedi, che a terra con l’utilizzo di tecniche sia di grappling (portate a terra, strangolamenti, leve articolari)
  • Che di striking (pugni, calci, gomitate, ginocchiate).

Questo sport permette quindi ad atleti di diverse arti marziali/sport di combattimento di confrontarsi tra di loro.

Questo non significa che un Operatore delle Forze di Polizia debba usare violenza durante gli interventi, tutt'altro.

Un Operatore di Polizia, dedito alle M.M.A., saprà portare il malvivente in una posizione di vantaggio che gli permetterà poi di immobilizzarlo ed ammanettarlo.

Inoltre allenandosi nelle M.M.A. un Operatore di Polizia avrà conoscenze tecniche specifiche, in diversi campi del combattimento, che gli permetteranno di destreggiarsi nella lotta, come nelle percussioni, e saprà riconoscere le movenze di un pugile o di un lottatore in strada, agendo di conseguenza nella maniera tattica e tecnica migliore.

Giova precisare che la forza di coercizione per l'intervento si riduce tantissimo, grazie al gioco di squadra dell'unità operativa che effettua l'operazione.

Un'intervento di polizia, non è come un combattimento in gabbia, dove 2 contendenti se ne danno di santa ragione cercando di vincere il match. Un'intervento di Polizia consiste prima di tutto nel portare la calma, cercando poi di immobilizzare la persona agitata e violenta, cercando di NON procurargli lesioni.

Non è facile, immobilizzare una persona che non ne vuole sapere di rimanere calma e collaborativa, il gioco di squadra e le MMA possono aiutare gli operatori in tali situazioni.

Diventare un discreto atleta di MMA può permettere ad un Operatore di Polizia di avere maggior autostima e sicurezza dei propri mezzi che gli permetteranno di avere maggiore calma durante gli interventi.

La fase di grappling delle MMA è forse la parte della disciplina più importante per un operatore di Polizia, in quanto gli permetterà di bloccare ed immobilizzare il malvivente.

Il grappling è molto versatile e applicabile anche il di fuori della palestra visto che permette di sconfiggere avversari più pesanti e forti. Non è un caso che venga usato dalla polizia di molti paesi latini come la Spagna ed il Brasile.

Un malvivente che scappa a seguito di un crimine oppure una persona che è aggressiva e violenta, per essere assoggettata a giustizia deve prima essere immobilizzata ed in seguito ammanettata.

Un metodo che può permettere agli operatori di polizia di atterrare. immobilizzare ed infine ammanettare i criminali è il takedown con strategia di squadra. In Brasile dove le MMA sono molto diffuse, come il Brazilian Jiu Jitsu moltissime operazioni di polizia vengono concluse grazie ad un atterramento con gioco di squadra. Un atterramento effettuato in questa maniera riduce notevolmente le capacità offensive della persona da contenere e quindi può permettere agli operatori di effettuare poi l'ammanettamento in maniera più agevole e sicura. Vi alleghiamo un video esplicativo per capire meglio di cosa si tratta.

Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

I 7 Migliori Esercizi per le M.M.A.
31 Maggio 2019

I 7 Migliori Esercizi per le M.M.A.

Quali Esercizi Effettuare per Rafforzare il Fisico nelle M.M.A.

Forza e condizionamento sono di vitale importanza per il successo di un lottatore di MMA, sia che gareggi all'interno delle gabbie, sia che pratichi le MMA per puro divertimento in palestra. In questo sport non bisogna avere punti deboli e quindi bisogna potenziare tutto il corpo indistintamente. Quando ti alleni per le MMA, devi solo ricordarti che sei un combattente e non un body builder. Infatti non tutti fighter sono grossi muscolosi e definiti. ma questo non significa che non abbiano colpi micidiali di una velocità e potenza inaudita, anzi, uno su tutti? Fedor Emelianenko. Il senso della questione è che gli obiettivi dell'allenamento pesi nelle M.M.A. sono diversi.

Programma di allenamento pesi di mantenimento per MMA Fighter
01 Ottobre 2014

Programma di allenamento pesi di mantenimento per MMA Fighter

Gli atleti del M.M.A mixed martial art sono impegnati 6 giorni su 7 , tra allenamenti di lotta greco romana , brasilian jiu jitsu, thay boxe, boxe , allenamenti funzionali , pesi e sparring .Questo sia tra i professionisti che nei dilettanti .Un vero tour de force. Dentro la Gabbia non si scherza , bisogna essere pronti e fisicamente al Top. Come ben saprete ...

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.