Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

MMA e Submission Grappling - Arm Bar, tecnica di sottomissione illustrata

data di redazione: 25 Agosto 2015 - data modifica: 16 Settembre 2018
MMA e Submission Grappling - Arm Bar, tecnica di sottomissione illustrata

Sequenza illustrata di una sottomissione in arm bar

ARM BAR - TECNICA DI SOTTOMISSIONE

Questa tecnica, molto spesso utilizzata nel Brazilian Jiu Jitsu, nel Submission Grappling e nelle Arti Marziali Miste (MMA), si rivela utilissima ed efficace in una situazione durante la quale ci troviamo a subire da una posizione svantaggiosa, cioè fuori dalla nostra guardia, l'attacco del nostro avversario.

Chi ha un pò di domestichezza con la lotta, sa che quando si trova con le spalle a terra ha la possibilità di portare diversi tipi di attacchi e finalizzazioni, e molto spesso i lottatori prediligono questa posizione alle altre; di contro c'è da considerare il fatto che facendo ciò c'è la seria possibilità di subire i colpi più pesanti da parte del nostro avversario (nel caso si trattasse di Arti Marziali Miste).

Ogni volta che l'avversario si trova sopra e allunga le braccia, o per pressare o per colpire, si espone quindi inevitabilmente al pericolo di una presa e di una conseguente finalizzazione, bensì il campo del lottatore, che non aspetta altro.

Vediamo allora questa tecnica nei suoi passaggi principali, così come viene montata dai nostri collaboratori.

1) durante il combattimento A si trova lateralmente in posizione di vantaggio e cerca di colpire B

2) B con uno spostamento di anca si gira e mette il ginocchio come barriera fra lui e l'avversario e si protegge con le braccia avanzate

3) Il lottatore (B) blocca il braccio destro di A e sale con il bacino fino a portare la sua gamba (precisamente la tibia) sotto il braccio bloccato

3) a questo punto B passa la gamba oltre la testa di A, stringendo gli adduttori e immobilizzando così il braccio del suo avversario in una morsa dalla quale è davvero difficile divincolarsi

4) il lottatore allora si focalizza sulla mano di A (avendo cura che il pollice della mano dell'avversario sia rivolto verso l'alto) e ..

5) gli stende il braccio cercando di concludere la leva al gomito

6) per difesa A si stende con la schiena a terra e il lottatore completa la finalizzazione in Arm bar.

Questa tecnica è efficacissima ed è abbastanza comune durante le competizioni di MMA, di Submission Grappling e di Brazilian Jiu Jitsu, ma è altrettanto vero che è composta da numerosi dettagli e particolari da rispettare, difficili da illustrare in un singolo articolo (che ha lo scopo di farvi conoscere queste affascinanti discipline), ma siamo certi che un buon istruttore saprà trasmetterveli al meglio.

Scritto da: Davide Ursillo
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

10 Elementi Fondamentali del Combattente
25 Aprile 2015

10 Elementi Fondamentali del Combattente

Come Migliorare la Preparazione Globale di un Combattente

Ogni combattente ha dei punti deboli, dei punti dove è più carente e di contro avrà invece qualche campo dove è più esperto e più abile e il discorso vale anche per le qualità fisiche. In combattimento il fighter tenderà ovviamente ad imporre il gioco nella distanza a lui più congeniale, cercando di nascondere al suo avversario le sue debolezze ed indirizzando il match nella direzione da lui precedentemente studiata in modo da condurre l'incontro nel verso "giusto".

I 7 Migliori Esercizi per le M.M.A.
31 Maggio 2019

I 7 Migliori Esercizi per le M.M.A.

Quali Esercizi Effettuare per Rafforzare il Fisico nelle M.M.A.

Forza e condizionamento sono di vitale importanza per il successo di un lottatore di MMA, sia che gareggi all'interno delle gabbie, sia che pratichi le MMA per puro divertimento in palestra. In questo sport non bisogna avere punti deboli e quindi bisogna potenziare tutto il corpo indistintamente. Quando ti alleni per le MMA, devi solo ricordarti che sei un combattente e non un body builder. Infatti non tutti fighter sono grossi muscolosi e definiti. ma questo non significa che non abbiano colpi micidiali di una velocità e potenza inaudita, anzi, uno su tutti? Fedor Emelianenko. Il senso della questione è che gli obiettivi dell'allenamento pesi nelle M.M.A. sono diversi.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.