Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

MMA Femminile, Cris Cyborg

data di redazione: 04 Giugno 2016
MMA Femminile, Cris Cyborg

Tanti atleti di successo, nomi importanti che hanno fatto storia come Alì e Tyson per esempio, sembrano nati per combattere, con carattere, personalità forti e con un'aggressività innata. Sicuramente un personaggio dei giorni nostri che è nato per combattere è Cris Cyborg, campionessa nel mondo delle MMA - Arti Marziali Miste al femminile, la "combattente donna" più dominante del pianeta, anche se lei stessa in una recente intervista ammette: "non avevo la minima intenzione di diventare una combattente, tanto che ho cominciato quando avevo 12 anni con la pallamano". La brasiliana, un'esplosione di forza e potenza, con la sua fisicità e abilità tecnica è tutt'ora una delle figure più intimidatorie nel mondo delle MMA.


Una fighter dai numeri che parlano da soli; basta pensare che 14 delle sue 16 vittorie in carriera sono avvenute per ko, 9 al primo round e 3 entro il primo minuto.


La Cyborg non inizia giovanissima il suo percorso nelle arti marziali, una rarità tra i campioni dello sport. Quando era all'università, a 19 anni, un lottatore vedendola giocare rimase colpito per le sue potenzialità fisiche e le chiese se le sarebbe piaciuto combattere nella Muay Thai, e lei declinò, affermando che il combattimento non faceva per lei. In seguito alle insistenze di questo ragazzo, un giorno la Cyborg si presentò in palestra e cominciò ad allenarsi nella Muay Thai e dopo appena 3 mesi accettò di disputare il suo primo match.


Da quel momento non si è più fermata!


La parola d'ordine di questa campionessa i primi anni è stata "formazione". Formazione, formazione e formazione, senza fretta, allenandosi e crescendo, anche perché i circuiti nel mondo delle MMA ancora non davano importanza ai combattimenti femminili e le proposte erano poche.


Oggi è una fortissima striker, precisa nelle combinazioni con un ottimo footworck, aggressiva e decisa, e una forte lottatrice, non a caso è cintura marrone di Brazilian Jiu Jitsu sotto la guida di André Galvão.


Il 17 maggio del 2005 debutta nelle MMA contro la brasiliana Erica Paes perdendo per sottomissione (Knnebar). Dopo quella sconfitta vince praticamente sempre.

Dopo una serie di incontri tutti con esito positivo il 15 agosto del 2009 vince il titolo dei pesi piuma Strikeforce al 1° round contro una fortissima Gina Carano per ko tecnico.


Non manca nella carriera di questa fortissima combattente anche la nota dolente. Il 17 dicembre del 2011 vince in appena 16 secondi contro la sfidante giapponese Hiroko Yamanaka ma in seguito viene trovata positiva agli steroidi anabolizzanti, di conseguenza il risultato dell'incontro viene tramutato in "no contest" e la lottatrice viene sospesa per un anno.


La Ciborg è un caso unico, nel senso che raggiunge una popolarità impressionante prima di debuttare di recente nel circuito più famoso al mondo UFC (nell'UFC 198) il 14 maggio 2016 contro Leslie Smith, vincendo nelle fasi iniziali del 1° round per ko tecnico con una serie di ganci e concludendo in ground and pound.

Aspettiamo con ansia il suo prossimo match!

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

UFC Fight Night 112, Marvin Vettori pronto alla Sfida
24 Giugno 2017

UFC Fight Night 112, Marvin Vettori pronto alla Sfida

​Ci siamo, domenica 25 giugno, all'evento UFC Fight Night 112 al Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City (Stati Uniti), il nostro Marvin Vettori (11-3) incontrerà il brasiliano Vitor Bruno Soares Miranda (38 anni).

10 Elementi Fondamentali del Combattente
25 Aprile 2015

10 Elementi Fondamentali del Combattente

Come Migliorare la Preparazione Globale di un Combattente

Ogni combattente ha dei punti deboli, dei punti dove è più carente e di contro avrà invece qualche campo dove è più esperto e più abile e il discorso vale anche per le qualità fisiche. In combattimento il fighter tenderà ovviamente ad imporre il gioco nella distanza a lui più congeniale, cercando di nascondere al suo avversario le sue debolezze ed indirizzando il match nella direzione da lui precedentemente studiata in modo da condurre l'incontro nel verso "giusto".

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.