(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento in Progressione per gli Sport da Combattimento

data di redazione: 13 Agosto 2015
Allenamento in Progressione per gli Sport da Combattimento

Mesociclo di Ricondizionamento da utilizzare dopo un periodo di innatività

Se il vostro periodo di inattività si è protratto per lungo tempo, è necessario ricominciare in modo graduale gli allenamenti, quindi il consiglio è quello di riprendere l'attività con il ritmo giusto, e se eravate davvero fuori forma, noterete che le vostre prestazioni miglioreranno di gran lunga già dopo poche sessioni di allenamento.

 

LA PROGRESSIONE DEL LIVELLO DI FORMA


In realtà i miglioramenti sono legati ad una serie di risposte che il nostro corpo mette in atto per far fronte a una situazione operativa imprevista, sono in pratica delle "risposte automatiche" del nostro organismo. Non si tratta esattamente di miglioramenti legati all'allenamento, ma semmai al risveglio di possibilità che, sia pur da tempo assopite, erano già insite in noi. I miglioramenti veri e propri, cioè quelli connessi al procedere dell'allenamento e legati all'aumento delle masse muscolari, arriveranno in seguito e saranno molto meno eclatanti.

 

Per farci un'idea, pensate che se la prima volta che andate a correre dopo molto tempo che eravate fermi coprite la distanza di 1 km in 6 minuti, la seconda volta la coprirete in 5 minuti, ma la terza sicuramente non la coprirete in 3 minuti. Vedrete che ci metterete 3 minuti e 50 secondi, e per scendere di altri 10 secondi dovrete sudarvela! In ogni caso se vi metterete d'impegno raggiungerete degli ottimi risultati, mediante:

  • l'affinamento dei movimenti (nel caso siate un pò inesperti)
  • un vero e proprio potenziamento del tono muscolare, del sistema respiratorio, del sistema cardiovascolare

UN ALLENAMENTO BEN STRUTTURATO

Tutti questi risultati positivi però arriveranno se l'allenamento sarà impostato in maniera razionale ed equilibrata, secondo un programma ben organizzato e personalizzato, che aiuti a non eccedere nell'esercizio o, per contro, a non prendersela troppo comoda. Un bel programma ben studiato servirà inoltre anche per dare un ritmo regolare e costante agli allenamenti, evitando che i sovraccarichi di lavoro si alternino a periodi di totale assenza di esercizio.

 

Capite allora che dal momento che vi mettete sotto, la progressività e la costanza devono diventare le vostre parole d'ordine se la vostra prerogativa è quella di rimettervi in carreggiata in tempi relativamente brevi! Se allora siete davvero intenzionati a riprendere la vostra condizione ottimale, vi proponiamo una scheda di allenamento che vi permetterà di tornare in forma nel giro di qualche settimana.

 

LA PRIMA SETTIMANA 

La prima settimana, conviene andare a correre, su "medie distanze" a bassa velocità, in modo da mantenere il cuore intorno alle 120 pulsazioni al minuto, e si potrà così quindi maturare un buon livello di fondo e si potrà anche osservare un deciso aumento delle proprie prestazioni.
Dopo la corsa ci inseriamo un lavoro tecnico (adatto per le MMA, la boxe e la thay boxe), inizialmente non troppo impegnativo, poi man mano più intenso.

Per "lavoro ad alta intensità" intendiamo combinazioni al sacco con pause molto brevi, invece la dicitura "combinazioni esplosive" fa riferimento a combinazioni portate con potenza e velocità ma intervallate con spazi temporali di qualche secondo. Per alcuni questa scheda potrà sembrare troppo fiacca o troppo tosta, adattatela e modificatela (come anche i ritmi) a seconda del vostro livello di forma.

1° SETTIMANA

  • MARTEDI: 20 minuti di corsa lenta / 4 minuti di recupero / 10 minuti di vuoti (calci e pugni)
  • GIOVEDI: 20 minuti di corsa lenta / 2 serie da 15 ripetizioni di squat a corpo libero/ 2 serie da 15 ripetizioni per gamba di affondi a corpo libero/ 2 serie da 10 ripetizioni di piegamenti sulle braccia / 2 serie da 10 ripetizioni di tirate al trx  . - Recuperate 1 minuto tra le serie e al termine consigliamo 15' stretching globale
  • SABATO: 25 minuti di corsa lenta / 4 minuti di recupero / 4 minuti di lavoro leggero al sacco (boxe) / 2 minuto di recupero / 4 minuti di sacco (combinazioni esplosive ma ben intervallate)

 

2° SETTIMANA

  • MARTEDI: 25 minuti di corsa lenta con scatti di 10 secondi ogni 8 minuti / 4 minuti di recupero / 5 minuti di sacco (bassa- media intensità) / 2 minuti di recupero / 2 minuti di sacco (alta intensità)
  • GIOVEDI: 25 minuti di corsa lenta con scatti di 10 secondi ogni 8 minuti / 4 minuti di recupero / 2 serie da 15 ripetizioni di burpees a corpo libero / 2 serie da 20 ripetizioni di squat a corpo libero / 2 serie da 20 ripetizioni per gamba di affondi a corpo libero / 2 serie da 15 ripetizioni di piegamenti sulle braccia / 2 serie da 15 ripetizioni di tirate al trx  . - Recuperate 1 minuto tra le serie e al termine consigliamo 15' stretching globale
  • SABATO: 25 minuti di corsa lenta con scatti di 10 secondi ogni 8 minuti / 4 minuti di recupero / 2 minuti di vuoti / 2 minuti di vuoti con manubri da 1 kg / 1 minuto di recupero / 4 minuti di sacco (media intensità intervallato a lavoro esplosivo)

3° SETTIMANA

  • MARTEDI: 30 minuti di corsa lenta con scatti di 15 secondi ogni 8 minuti / 4 minuti di recupero / 5 minuti di sacco (media intensità) / 1 minuto di recupero / 5 minuti di sacco (combinazioni esplosive)
  • GIOVEDI: 30 minuti di corsa lenta con scatti di 15 secondi ogni 8 minuti / 3 serie da 15 ripetizioni di burpees a corpo libero / 3 serie da 20 ripetizioni di squat a corpo libero / 3 serie da 20 ripetizioni per gamba di affondi a corpo libero / 3 serie da 15 ripetizioni di piegamenti sulle braccia / 3 serie da 15 ripetizioni di tirate al trx  . - Recuperate 1 minuto tra le serie e al termine consigliamo 15' stretching globale
  • SABATO: 30 minuti di corsa lenta con scatti di 15 secondi ogni 8 minuti / 2 minuti di vuoti con manubri da 1 kg (lavoro esplosivo) / 1 minuto di recupero / 3 minuti di sacco (alta intensità) / 1 minuto di recupero / 5 minuti di sacco (alta intensità)

4° SETTIMANA

  • MARTEDI: 35 minuti di corsa lenta con scatti di 15 secondi ogni 7 minuti / 3 minuti di recupero / 3 x 4 minuti di sacco (alta intensità di lavoro) con 2 min di recupero
  • GIOVEDI: 35 minuti di corsa lenta con scatti di 15 secondi ogni 7 minuti / 3 minuti di recupero / 2 serie da 25 ripetizioni di burpees a corpo libero / 4 serie da 20 ripetizioni di squat a corpo libero / 3 serie da 25 ripetizioni per gamba di affondi a corpo libero / 3 serie da 20 ripetizioni di piegamenti sulle braccia / 4 serie da 20 ripetizioni di tirate al trx  . - Recuperate 1 minuto tra le serie e al termine consigliamo 15' stretching globale
  • SABATO: 35 minuti di corsa lenta con scatti di 15 secondi ogni 7 minuti / 3 minuti di recupero / 4 minuti di sacco (lavoro esplosivo) / 1 minuto di recupero / 4 minuti di sacco (alta intensità) /1 minuto di recupero / 4 minuti di sacco (lavoro esplosivo) / 1 minuto di recupero / 4 minuti di sacco (alta intensità)

Buon ABC Allenamento 

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Programma per l'Incremento della Forza, Resistenza e Condizionamento
13 Settembre 2016

Programma per l'Incremento della Forza, Resistenza e Condizionamento

Per un combattente, che desidera eccellere in tutti i campi del combattimento, come ad esempio per un Fighter di MMA è importante allenarsi per massimizzare sia la velocità dei colpi come un pugile o thaiboxer, sia la forza nonché potenza dei muscoli come un lottatore di greco romana o submission grappling

Allenamento Arti Marziali Miste MMA, riscaldamento
02 Ottobre 2014

Allenamento Arti Marziali Miste MMA, riscaldamento

Allenamento arti marziali miste MMA riscaldamento. Prima di ogni sforzo muscolare intenso , quale può essere un combattimento oppure una semplice sessione di lotta in palestra è bene dedicare inizialmente un po’ di tempo al riscaldamento fisico.

Ultimi post pubblicati

Intercostali Esterni ed Interni
22 Ottobre 2018

Intercostali Esterni ed Interni

Origine, Inserzione ed Azione

I muscoli intercostali occupano gli spazi intercostali; sono 11 per lato e si distinguono in esterni, medi ed interni. Sono innervati dai nervi intercostali dal 1° all’11° e, contraendosi, elevano ed abbassano le coste; sono, pertanto, muscoli inspiratori ed espiratori.

La Dieta Dello Yogurt - Programma Settimanale
22 Ottobre 2018

La Dieta Dello Yogurt - Programma Settimanale

Lo yogurt è un alimento perfetto per perdere peso; consumato quotidianamente infatti, è utile sia per sgonfiarsi che per depurarsi, ripristinando quei processi intestinali molto spesso alterati da un tipo di alimentazione ricca di grassi o comunque eccessiva.