Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

U​tilizzo della Sandbag nelle Preparazioni Atletiche Per Sport da Combattimento

data di redazione: 05 Dicembre 2015
U​tilizzo della Sandbag nelle Preparazioni Atletiche Per Sport da Combattimento

Il mio primo contatto con la sandbag, attrezzo tipico dell’allenamento funzionale, fu quando vagavo online alla ricerca di qualche novità da inserire nelle mie preparazioni atletiche e soprattutto nuovi esercizi da integrare alle routine dei mie clienti.

Si presenta fondamentalmente come uno zaino a cui sono applicati diversi maniglioni e lacci che rendono possibile impugnarlo e praticare diversi gesti allenanti. Le sandbags altro non sono che la versione più pratica e multiuso del tradizionale bilanciere olimpico con cui si eseguono tipicamente le tecniche del weightlifting olimpico.

Detto questo capite bene che: cosa c’è di più dinamico di un “bilanciere” che ti permette di essere impugnato con prese diverse e quindi che amplia ancor di più il carnet dei movimenti allenanti tipici degli sport da combattimento?

Consideriamo dunque un principio molto ma molto importante : la catena cinetica di un pugno è la stessa utilizzata nello strappo\slancio del sollevamento pesi, cambia soltanto il piano del transfer della forza, da perpendicolare all’asse longitudinale a frontale all’asse trasversale. Attorno a ciò sta poi al trainer impostare un lavoro usando i più svariati protocolli che vadano quindi ad allenare tutte le componenti del gesto specifico dello sport in questione.

Dopo questa “volgare” introduzione sull’attrezzo e le sue potenzialità, quello di cui parleremo oggi è l’allenamento con sandbag a circuito per la Boxe, in quanto io Pugile professionista, vedremo più da vicino un circuito da me ideato per il condizionamento fisico richiesto agli atleti praticanti della Noble Art.


ESERCIZIROUND
-ROTATIONAL WALKING LOUNGE

-SANDBAG BURPEES


-SANDABAG CLEAN & PRESS

- GOD MORNING TO FRONT SQUAT

- PULL UP

- JUMPIN ROPE DOUBLE JUMP\SPRINT

X (DISTANZA DI GARA- MINIMO 3 ROUND)


PULL UP

I TEMPI E L’ESECUZIONE : ogni esercizio va eseguito per 30 secondi a massima intensità cercando di mantenere il più possibile la qualità del gesto ovvero tecnica ed esplosività sempre al livello massimo richiedibile al nostro corpo.

I ROUND : Si settano sulla distanza di gara quindi in base ai round da fare per regolamento nelle competizioni.

IL RECUPERO : 1 minuto per due semplici motivi : Il primo è perché anche qui cerchiamo di lavorare sulle condizioni che troviamo durante la competizione, quindi richiedere al nostro corpo di imparare a recuperare nel dato tempo, il più possibile ; secondo motivo, perché essendo un circuito per l’aumento di resistenza alla produzione di lattato, non prevediamo mai recuperi completi (3-5 minuti).

SCELTA DEGLI ESERCIZI : La scelta è caduta su questo tipo di esercizi perché un circuito così assemblato va ad agire su CORE & STABILITY \ POWER TRANSFER \ APPARATI MUSCOLARI ANTAGONISTI. Il focus è dunque maggiore su esercizi che richiedono un impiego importante del CORE in quanto apparato muscolare fondamentale per ogni tipo di lottatore \ atleta - su esercizi di transfer della forza tramite catene cinetiche e su esercizi di “COMPENSAZIONE”( nuovi studi affermano che maggiormente si esaltano le qualità dell’agonista se si lavora anche sulle qualità dell’antagonista; in questo caso si parla di apparati di spinta-agonista \ trazione-antagonista).

Dario Morello

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

MMA Circuito con Isometria
01 Ottobre 2014

MMA Circuito con Isometria

Scheda per un allenamento a circuito per Arti Marziali Miste

È un buon allenamento e lo sviluppo della forza, gli esercizi isometrici vengono utilizzati da atleti di diverse discipline che spaziano dal calcio alla podistica, alle arti marziali e agli sport da combattimento. 

Allenamento Massa con pochi Esercizi Risolutivi per Sport da Combattimento
26 Luglio 2016

Allenamento Massa con pochi Esercizi Risolutivi per Sport da Combattimento

Se non c'è un organizzazione ben strutturata realizzata dal vostro allenatore, che inserirà nella vostra preparazione dei cicli di forza-massa, dove in quel periodo si effettueranno meno sedute di sparring, il rischio che si incorre è quello di andare in un sovrallenamento cronico.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.