Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La presa della Schiena nel Grappling

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
La presa della Schiena nel Grappling

Significato e vantaggi della posizione più ricercata nella Submission Grappling

Prendere la schiena di un avversario nelle gare di Submission, ma anche nelle MMA e nella Difesa Personale ti da un enorme vantaggio; ti permette di non essere colpito e di controllare e finalizzare l'avversario.

 

È particolarmente vantaggioso infatti entrare in una posizione di controllo dietro il proprio avversario, poiché quest'ultimo non può colpirvi e praticamente non ha alcuna possibilità di applicare una presa di sottomissione, mentre voi siete nella condizione di attaccare con strangolamenti, leve al gomito e copi vari a volontà.

 

La migliore situazione si ha quando vi trovate dietro l'avversario, sopra di lui, o sotto di lui, con i piedi ben fermi sulle sue anche. Non incrociate i piedi poiché ciò vi renderà vulnerabili a una leva al piede; teneteli semplicemente premuti sulla parte anteriore delle sue anche. La funzione di tali "ganci" consiste nel tenervi in posizione mentre l'avversario cerca di liberarsi.

Questi "ganci" vi offrono un notevole controllo sull'avversario, dandovi il tempo e il controllo per applicare strangolamenti o altre prese di sottomissione. La più usata è la Mata Leao.

 

Non appena vi siete collocati dietro l'avversario in una situazione di corpo a corpo al suolo, uno dei vostri primi obiettivi dovrà essere quello di sistemare i vostri "ganci" in modo da facilitare il cotrollo e finalizzare.

 

Il fatto che in un incontro di Submission Grappling al raggiungimento della posizione dietro l'avversario con entrambi i "ganci" attivi sia assegnato un punteggio uguale a quello della posizione di monta (tre o quattro punti, a seconda del regolamento - il punteggio più alto possible per una posizione) indica quanto essa sia tenuta in grande pregio.

Se è generalmente preferibile stare con i piedi agganciati ogni volta e state sulla schiena dell'avversario, è sempre possibile controllarlo e finalizzare senza tali ganci. Se l'avversario sta sulla vostra schiena è necessario pensare a sfuggire per guadagnare una posizione migliore. A meno che l'avversario non commetta un errore davvero madornale, come quello di incrociare i piedi, non potrete applicare alcuna presa di sottomissione, e avrete ben poche possibiltà di colpirlo. In altri articoli mostreremo alcune di tali evasioni.

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Lotta Greco Romana
02 Ottobre 2014

Lotta Greco Romana

Presentazione di Gianluca Vassura Ex Atleta e Campione di Lotta

Buon giorno a tutti i lettori di ABC Allenamento mi chiamo Gian Luca VASSURA, sono un ex atleta di Lotta Greco Romana attualmente in possesso del brevetto Federale FIJLKAM per Allenatore di Lotta Greco Romana ; lo stesso mi da la facoltà di allenare e/o preparare chiunque voglia conoscere questa fantastica disciplina.

Il Vantaggio della Pratica del Grappling nel campo dell' Autodifesa
01 Ottobre 2014

Il Vantaggio della Pratica del Grappling nel campo dell' Autodifesa

Ecco perché la pratica del Submission Grappling è utile anche in un combattimento reale

Il continuo esercizio, anche quotidiano con un compagno che oppone una reale e pressante resistenza prepara l'atleta di Grappling anche in un contesto reale di aggressione. 

Ultimi post pubblicati

Allenamenti Da Casa
25 Ottobre 2020

Allenamenti Da Casa

Quella di allenarsi a casa è quindi una scelta condivisa da un grande numero di persone che per difficoltà logistiche e spesso anche economiche preferiscono praticare un po’ di sano movimento tra le le mura domestiche senza aggiungere allo stress della vita quotidiana l’impegno di dover recarsi in palestra più volte a settimana.

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione
21 Ottobre 2020

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione

Ogni porzione permette di ottenere 6 piccoli pancake all'americana, oppure 2 grandi pancake, e questo a seconda delle dimensioni della padella che utilizzate, il tutto vi offrirà un apporto proteico pari a 36 grammi, una quantità senza uguali in confronto ad altri prodotti simili.