(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Systema - L'Arte Marziale della Russia

data di redazione: 28 Giugno 2016
Systema - L'Arte Marziale della Russia

Nella storia di questo vastissimo paese, la Russia ha dovuto respingere gli invasori da nord, sud, est ed ovest. Tutti gli aggressori hanno portato i loro diversi stili di combattimento e le proprie armi; le battaglie hanno avuto luogo su diversi terreni, con inverni rigidi ed estati torride.

I guerrieri russi hanno acquisito uno stile che combina un forte spirito di combattimento unitamente a tattiche estremamente innovative pratiche e soprattutto versatili.

I Russi sono famosi per fare cose semplici, pratiche e soprattutto pragmatiche.

Quando i comunisti presero il potere nel 1917, furono soppresse tutte le tradizioni nazionali. Coloro che praticavano i vecchi stili di di combattimento venivano severamente puniti.

Allo stesso tempo, le autorità si resero conto rapidamente che il systema originale era talmente devastante da essere adottato dalle forze speciali dell'epoca. Le guardie personali di Joseph Stalin, per esempio, praticavano il Systema, e Mikhail Ryabko è stato introdotto alla sua pratica, proprio da una di queste guardie del corpo.

Dopo la morte di Stalin, Systema divenne lo stile di combattimento sviluppato dalle Unità Militari dei Corpi Speciali nelle missioni rischiose, tra le quali gli Spetsnaz, le GRU e da altre organizzazioni governative.

Systema comprende :

  • Combattimento a mano nuda
  • Prese
  • Combattimento con frusta
  • Combattimento con armi da taglio
  • Combattimento con armi da fuoco

Dopo la caduta del comunismo in Russia il sistema è tornato in pratica tra il popolo russo ed ora sta incominciando ad essere conosciuto anche a noi. Tale disciplina oggi è insegnata anche tra le file dell' esercito russo.

Il metodo non prevede tecniche specifici, ovvero pugni, calci ecc, ma si basa sui principi della biomeccanica ed esercizi fisici i quali poi servono per sviluppare movimenti spontanei per effettuare tali tecniche.

L'allenamento viene fatto anche in modo abbastanza lento appunto per permettere di studiare i movimenti con l' avversario. L'allenamento non prevede l' uso di Kimoni, ma la semplice tuta ginnica o mimetica proprio come nel Krav maga, si imparano anche tecniche di rilassamento, respirazione e primo soccorso.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Consigli Alimentari Reali per le Arti Marziali
06 Aprile 2016

Consigli Alimentari Reali per le Arti Marziali

Come conciliare la vostra alimentazione con il vostro allenamento? Tre regole principali da rispettare

Sapete alimentarvi bene per ottenere il meglio dal vostro allenamento? Magari andate nella vostra palestra con la pancia piena oppure a digiuno? Pur mantenendo le vostre abitudini alimentari potete adattarle a poche semplici regole

La Capoeira è utile per la difesa personale?
31 Dicembre 2014

La Capoeira è utile per la difesa personale?

Pro e contro di una “danza marziale”

La Capoeira è un’arte marziale originariamente sviluppata dagli schiavi africani in Brasile. Infatti agli schiavi non era permesso di praticare ogni forma di arti marziali, quindi hanno sviluppato un modo per nascondere le loro tecniche nell'ambito di una collaborazione di musica, danza, e movimenti esotici - e anche chiamandolo un gioco.

Ultimi post pubblicati

Polpettone di Tacchino, Noci e Arachidi
13 Novembre 2018

Polpettone di Tacchino, Noci e Arachidi

Il polpettone di ABC Allenamento ricco di Proteine e Grassi Buoni

Il tacchino è una buona fonte sia di zinco, importante per la salute del sistema immunitario, sia di selenio, un minerale che ha proprietà antiossidanti. In questa ricetta vi proponiamo il nostro polpettone di tacchino con noci e arachidi, ricco di proteine e grassi "buoni".
Preparazione: 45 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 4
CRUNCH SU PANCA PIANA CON MANI SULLE TEMPIE
13 Novembre 2018

CRUNCH SU PANCA PIANA CON MANI SULLE TEMPIE

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.