(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento libero e Wing Chun

data di redazione: 23 Dicembre 2014 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Allenamento libero e Wing Chun

Durante l'allenamento libero del Chi-sao è necessario mettere da parte l'ego: è lui il vero ed unico nemico dei nostri progressi

Se un elemento chiave del successo dei praticanti di Wing Chun nei combattimenti reali è il loro esporsi alla costante pressione di colpire e sconfiggere un avversario nella pratica libera, ciò non significa che la pratica debba consistere in serrati incontri a oltranza nei quali l'unico obiettivo sia la sottomissione o la sconfitta dell'avversario.

 

Lo spirito con cui ci si accosta alla pratica è fondamentale per il progresso!

 

Non si tratta tanto di concentrarsi unicamente a sconfiggere la persona di fronte a sé, quanto di cercare assiduamente di applicare la tecnica in maniera abile e rilassata.

Se la potenza e la forza bruta sono gli unici strumenti con cui prevalete, c'è qualcosa che non va. Se siete forti, cercate di resistere alla tentazione di affidarvi alla vostra forza: puntate piuttosto ad utilizzare la tecnica nel modo più preciso possibile!

 

Non limitatevi ad utilizzare sempre gli stessi attacchi ed a fare sempre gli stessi movimenti. Provate piuttosto ad adottarne di nuovi, anche se all'inizio ciò vi farà sentire un po' goffi oppure comporterà un insuccesso.

L'allenamento è un momento di sperimentazione e apprendimento, NON di vittoria a tutti i costi.

Fate in modo da mettervi in posizioni svantaggiose così da prendere familiarità con esse e lavorare sulla vostra capacità di sfuggire: agite con un senso di finezza piuttosto che di forza bruta.

 

Nessuno si diverte a essere colpito durante il libero, ma è necessario accettare il rischio come parte della pratica. La verità è che imparerete molto di più nelle lezioni dove avete rischiato, oppure costretti ad arrendervi che in quelle dove sarete voi a costringere a farlo.

L'insuccesso e la difficoltà ci pone nella necessità di un'autoanalisi, dalla quale cercheremo di capire o comprendere in cosa abbiamo sbagliato, chiedendoci come potremmo migliorare e riflettendo su questo. Costringendoci a pensare alla nostra prestazione e ai suoi punti deboli, L'INSUCCESSO DI OGGI CONDURRA' AL SUCCESSO DI DOMANI.

 

La vittoria, d'altro canto, c'insegna ben poco. Accetta l'idea di prendere qualche colpo, specialmente quando proverai nuove tecniche, (ad esempio se hai appena studiato il lap-sao, fai tanti lap-sao anche se non lo senti opportuno) nuove combinazioni oppure la nuova sezione imparata; cancella dalla tua mente la paura di sbagliare.

 

Soprattutto in palestra, dove il clima deve essere rilassato, dove il più forte e il più bravo a tutti i costi non deve esistere (metto di mezzo anche l'insegnante!) l'obiettivo di tutti è quello di migliorarsi ma anche quello di far fare progressi anche al proprio compagno di allenamento. Qunidi ricordate: il progresso è fatto anche di regressioni e insuccessi.


Buon allenamento da ABC

 

 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Il montante nel Wing Chun
02 Ottobre 2014

Il montante nel Wing Chun

Il wing chun non è solo pugni a catena...

Il montante è forse una delle tecniche di pugno più inisdiose dello stile. Forse perché viene sferrata quando meno te lo aspetti...

Il bastone lungo del Wing Chun
01 Ottobre 2014

Il bastone lungo del Wing Chun

E' la quinta delle sei forme del Wing Chun; utile per affinare l'apprendimento del famoso sistema di Yip Man

Luk dim poon kwan: la quinta forma del Wing Chun detta anche "la forma del bastone dei sei punti e mezzo". Tenuta segreta, ad appannaggio di pochi eletti fino a pochi anni fa, la famosa quinta forma del sistem Yip Man, maestro del famoso Bruce Lee svela i suoi segreti. A cosa serve, cosa sono i cosiddetti sei punti e mezzo?

Ultimi post pubblicati

INTRA ROTAZIONE CON ELASTICO IN PIEDI
22 Febbraio 2019

INTRA ROTAZIONE CON ELASTICO IN PIEDI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

EXTRA ROTAZIONI CON ELASTICO IN PIEDI
22 Febbraio 2019

EXTRA ROTAZIONI CON ELASTICO IN PIEDI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.