Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Kung Fu - Lo Stile dell'Artiglio dell'Aquila del Nord

data di redazione: 25 Agosto 2015
Kung Fu - Lo Stile dell'Artiglio dell'Aquila del Nord

Uno Stile di Kung Fu nato dalla Fusione di 2 Arti Marziali

Durante la dinastia Ming, un monaco di nome Li ChuenLi Chuen cambiò il sistema dell'Aquila del Nord.Egli combinò le rare tecniche dell'Artiglio di Ngok Fei, composte principalmente da movimenti stazionari di mano, col suo sistema Fan Tzi.

Questa metamorfosi diede vita ad un sistema di Kung Fu più completo, dotato di:

  • artigli
  • parate
  • atterramenti
  • applicazioni di soffocamento
  • spazzate di gambe
  • combattimento a terra

Così naque lo Ying Jow Faan Tzi Moon, ovvero il più comunemente chiamato stile dell'Artiglio dell'Aquila del Nord.

Oltre alle artigliate, famosa tecnica di questo stile, vi sono le leve ai punti vitali di pressione e come una delle tecniche fondamentali le tecniche dei palmi taglienti.

La particolarità di quest'ultima tecnica sta nell'efficacia, visto che i movimenti delle mani utilizzando questi attacchi sono più difficili da intercettare.

La mano agisce come una lama, creando un effetto a mulinello che sferza implacabilmente l'avversario. Questo stile prevede uno speciale tipo di allenamento che si chiama "palmo di cotone".

Questo tipo di allenamento ha lo scopo di rendere queste tecniche micidiali, infierendo all'avversario danni agli organi interni, muscoli e vene, mantenendo allo stesso tempo mani e dita soffici come il cotone, ed impedendo all'opponente di ritirarsi e contrattaccare.

L'efficacia di questa letale tecnica dipende dal mantenimento della leggerezza di mani e dita mentre si permette al chi di scorrere attraverso le punte. Le maggiori tecniche del palmo nell'Artiglio dell'Aquila sono:

  • Il palmo dritto
  • Il palmo sospeso
  • Il palmo tagliente
  • Il palmo pressante
  • Il palmo continuo

La bellezza di questo sistema di combattimento la si ammira nella tecnica chiamata "fiore che cammina".

Questa prevede il movimento dei palmi in un moto circolare camminando allo stesso tempo seguendo un percorso simile.

Lo spostamento delle braccia distrae l'avversario, ignaro del fatto che voi vi apprestate ad eseguire una leva o un attacco a sue spese.

Per avere una discreta conoscenza con questo stile bisogna conoscere anche delle tecniche un pò più avanzate, divise in 4 livelli:

Il blocco ed attacco; Blocco con il palmo ed attacco con tecniche di palmo, pugni e calci.

Blocco ed attacco simultanei; Uguale a quello precedente ma con simultaneità

Attacco senza bloccaggio; Attacco all'avversario senza incorrere in bloccaggi di alcun tipo

Attacco e difesa continui; Questo è il livello più avanzato, dove il praticante ha già confidenza con i livelli precedenti e può destreggiarsi con naturalezza contro l'avversario in continuità

Il palmo tagliente non è la tecnica principale del sistema, ma è sicuramente una delle tecniche più letali ed efficaci, e rendono quest'arte una delle più dure e combattive nei sistemi di Kung Fu.

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

L’Utilizzo dei Gomiti nella Difesa Personale
22 Maggio 2019

L’Utilizzo dei Gomiti nella Difesa Personale

I gomiti guidano il corpo nel movimento, fanno da schermatura e vengono utilizzati molto spesso per colpire nella corta distanza. Perché, pensateci bene, la corta distanza, quella dei gomiti e delle ginocchia è spesso inevitabile.

La Leggenda del Wing Chun, Yip Man
20 Luglio 2017

La Leggenda del Wing Chun, Yip Man

Yip Man, la leggenda narra che il Pugno dell'Eterna Primavera passa attraverso Chan Wah Shun "il cambiavalute" e arriva al Maestro Yip diventato famoso per merito del successo di Bruce Lee

Storia del Gran Maestro di Wing Chun - Yip Man-, che tutti i praticanti conoscono (e non solo). Sono stati girati numerosi Film sulla storia di Ip Man, i quali hanno appassionato tutti i praticanti del mondo di questa disciplina ed hanno avvicinato altri nell'intraprenderla.  

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.