Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Wing Chun Vs Boxe

data di redazione: 09 Gennaio 2015 - data modifica: 28 Aprile 2017
Wing Chun Vs Boxe

Come sfatare alcuni luoghi comuni

Spesso si sente dire che le Arti Marziali sono troppo complicate e che ci vuole troppo tempo per apprezzarne i risultati.

Si mette sovente a confronto uno sport come la Boxe con il Wing Chun per fare un paragone riguardo i tempi di apprendimento proprio perché nella prima “si arriva prima al dunque” e nella seconda si dice ci vogliano anni prima di imparare a combattere.

Quale delle due ti prepara meglio in merito di difesa personale?

Molti pensano che "tirare" di boxe per un anno (partendo da zero) sia sufficiente per imparare a difendersi; mentre per un’arte marziale come ad esempio il Wing Chun ci vogliano anni e anni per acquisire solo un po' di padronanza.

Mi piacerebbe sfatare questo luogo comune.

Lo vorrei fare almeno in parte iniziando a dire che dipende dalla scuola e dall’insegnante innanzitutto, ma la differenza la fa perlopiù il praticante.

Una cosa è certa, gli uomini in genere si sentono portati a tirare pugni, ma dal fare “jab, diretto, gancio e montante” davanti ad uno specchio al dire "sono un boxeur" ce n’è di differenza!

Innanzitutto anche nella Boxe come per il Wing Chun

  1. bisogna essere coordinati
  2. avere una buona impostazione e preparazione fisica
  3. avere passione
  4. e in ultimo ma non meno importante, avere un buon Maestro o allenatore.

Tutte cose che servono da entrambe le parti.

Entriamo nel vivo dell'argomento.

Dopo un anno di Boxe sappiamo quasi sicuramente sferrare quasi bene un diretto, un jab , un gancio e un montante, ma

  • potremo avere la maestria di portarli a segno in sparring o di schivare i colpi dell'avversario?
  • sapremo "uscire dall'angolo" con disinvoltura?
  • sapremo sfruttare pochi attimi per riprenderci dalle forze stremate?
  • Avremo la resilienza?

Non credo!

Perché?

Perché per arrivare a tutto questo ci vuole un costante allenamento e molta passione. Anche nella Boxe ci vogliono anni di allenamento quindi!

Dopo un anno di Wing Chun, il praticante imparerà i colpi principali, saprà attaccare e difendersi con la logica dei pugni a catena, saprà muoversi nello spazio, saprà eseguire bene i fondamentali, ma potrà avere l'astuzia di portarli al momento giusto prendendone il meno possibile?

Potrà realmente sfruttare la forza dell'avversario a proprio favore?

Saprà intercettare bene un colpo e difendersi attaccando?

Ovviamente no! O almeno no, se non fa sparring ed allenamento libero regolarmente, e non in un anno solo… perché per ottenere questi risultati devono trascorrere anni di allenamento appropriato!

Mi si può dire… "ok! Ma tirare un buon jab da più sicurezza che saper fare bene un passo!"

A prima vista potrebbe anche sembrare così, ma vi garantisco che avvicinarsi all'avversario con il tempismo giusto, con un buon passo e schiacciandolo con un pak sao e pugno ... può fare la differenza.

Il perché del luogo comune e la "soluzione"

In una palestra di Boxe ti insegnano con il solo scopo di confrontarti sul ring (anche se magari non salirai mai), in una scuola di wing chun non hai questo obiettivo e quindi non c’è effettivamente fretta di prepararsi subito ad uno scontro.

La soluzione è, cari praticanti di Wing chun, quella di adottare l’atteggiamento mentale giusto, cioè di valutare la possibilità che tu potresti essere aggredito anche la sera stessa quando esci dalla palestra!

Allora sì che chiederai al tuo insegnante di

  • fare più sparring,
  • al tuo compagno di attaccarti con più decisione e veridicità,
  • accetterai meglio e con motivazione la sofferenza dell’acido lattico che ti fa bruciare i muscoli nella tua preparazione.

CONCLUSIONE

Cari colleghi praticanti di Wing chun:

  • diffidate di quelli che vi dicono che la preparazione fisica non serve
  • fate tanto ma tanto sparring, anche con i guantoni
  • fate tanto allenamento libero

Se proprio nella tua scuola non si fa sparring, mettiti d’accordo con un compagno e trovatevi a darvi delle amichevoli (ma non troppo) svergate,

... e poi una bella pizza insieme!

Buon allenamento da Sije Elena e da ABC

Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Difesa Personale - La Prima Tattica di ABC Safe
13 Gennaio 2019

Difesa Personale - La Prima Tattica di ABC Safe

La strategia è l’obiettivo delle tue azioni belliche individuali, la prima tattica ne è la realizzazione

Un’arte marziale che non ha una strategia non insegna a difendersi. Perché? Un esercito che ha un generale senza le idee chiare ha già perso la guerra. Cosa serve per portare a termine la strategia?

Wing Chun Cesena
24 Marzo 2019

Wing Chun Cesena

Shako Club è un gruppo di lavoro composto da professionisti e amatori appassionati di Arti Marziali e Sport da Combattimento. Si insegna la Difesa Personale e gli sport da combattimento a 360 gradi.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.