(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

10 Consigli per ottenere Bicipiti e Tricipiti Grossi

data di redazione: 31 Luglio 2014 - data modifica: 11 Giugno 2017
10 Consigli per ottenere Bicipiti e Tricipiti Grossi

Il bicipite è un muscolo relativamente piccolo, il tricipite è il muscolo più grosso delle braccia. Anche se è forse il più importante per molti di quelli che frequentano una palestra forse è il bicipite.

L'allenamento delle braccia non è difficile, almeno in teoria, eppure questo muscolo viene spesso allenato in maniera non corretta, e questo porta non solo a risultati deludenti, ma anche a infortuni che possono andare da semplici strappi o contratture e incidenti piuttosto gravi ed importanti.

Quello che segue è un elenco di dieci errori da evitare se siete dei principianti (ma anche se non lo siete) e lo sviluppo muscolare, compreso quello dei bicipiti, è una delle vostre priorità.

Ecco l'elenco degli errori da evitare.

1) Non allenare i bicipiti e tricipiti come primo gruppo muscolare, soprattutto non prima dei dorsali se in quell'allenamento o della panca (come spesso accade) questi due gruppi sono abbinati.

2) Non 'tirare' a freddo pesi pesanti. Ricordati sempre di riscaldare sia i tricipiti che i bicipiti con almeno un paio di serie con pesi leggeri.

3) Non pensare che più sono pesanti i pesi più grossi diventeranno le braccia, anche se è importante mettere un peso che stimoli bene il muscolo. La corretta esecuzione dell'esercizio viene sempre prima del peso usato.

4) Non esagerare con troppe serie per bicipiti e tricipiti. Solitamente, soprattutto se prima dei bicipiti avete allenato i dorsali, sono sufficienti dalle 9 alle 12 serie (3 o esercizi da 3 o 4 serie ciascuno). Esagerare significa rischiare il superallenamento delle braccia. Il che tradotto significa: nessun progresso, anzi.

5) Non allenare i bicipiti più di due volte la settimana, o rischierai il superallenamento come al punto precedente.

6) Non eseguire gli esercizi troppo rapidamente, controlla il movimento nella fase attiva, e soprattutto in quella passiva. La fase di ritorno, quella in cui il muscolo si allunga, è forse più importante di quella di contrazione.

7) Non trascurare i cosiddetti muscoli minori dell'area del bicipite, come ad esempio il brachiale anteriore. Possono essere molto importanti per conferire un aspetto più solido a tutta la parte superiore del braccio.

8) Non trascurare le macchine per i bicipiti e i cavi come pure quelle per i tricipiti. È vero, la massa si costruisce con bilancieri e manubri, ma in questo caso, essendo un gruppo relativamente piccolo, anche gli esercizi guidati - se correttamente eseguiti - possono essere molto importanti.

9) Non essere testardo. Se non vedi progressi cambia allenamento, cambia tecnica, cambia esercizi, ma soprattutto devi andare su di peso corporeo e senza ingrassare, le braccia cresceranno inesorabilmente con un buon allenamento. Con l'esperienza devi trovare l'allenamento giusto per le tue braccia.

10) Non copiare gli allenamenti degli altri, quello che funziona per il tuo collega di allenamento non funzionerà necessariamente per te. Usa la testa, non solo la forza bruta. ;)

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Consigli per l'Aumento della Massa Muscolare dei Tricipiti
23 Luglio 2018

Consigli per l'Aumento della Massa Muscolare dei Tricipiti

Avere grossi tricipiti è la chiave di volta per braccia enormi. Il TRICIPITE e' un muscolo mediamente ricco di fibre bianche e va allenato con i giusti esercizi e metodiche.

Ultimi post pubblicati

CRUNCH PER OBLIQUI ALTERNATI CON PIEDI SU PANCA
16 Novembre 2018

CRUNCH PER OBLIQUI ALTERNATI CON PIEDI SU PANCA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

CRUNCH PER OBLIQUI CON PIEDI SU PANCA 1 LATO PER VOLTA
16 Novembre 2018

CRUNCH PER OBLIQUI CON PIEDI SU PANCA 1 LATO PER VOLTA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.