Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento Tricipiti: Come Isolare i Tre Capi

data di redazione: 15 Agosto 2014 - data modifica: 23 Luglio 2018
Allenamento Tricipiti: Come Isolare i Tre Capi

In merito all'allenamento per i tricipiti, molti bodybuilder dimenticano una delle considerazioni più importanti per questo gruppo muscolare: ovvero di allenare in modo mirato tutti i tre capi.

 

Un buon approccio per ottenere risultati apprezzabili in poco tempo, è quello di utilizzare un esercizio diverso per ogni capo, colpendo qualcuno con tanto peso, mentre altri con l'alta intensità.

 

Questo permette di allenare i tricipiti due volte la settimana seguendo il petto e le spalle.

 

Un errore comune tra i bodybuilder è quello di impiegare troppo tempo nell'allenare i tricipiti e magari di non colpire adeguatamente tutti i capi.

Per colpire specificamente ogni capo bisogna usare movimenti che agiscano da tre posizioni diverse:

 

  • 1) - con l'omero o braccio perpendicolare al busto (estensioni tricipiti al lat machine in avanti); Andate al lat machine, afferrate la barra con una presa stretta e tirate la medesima in avanti a voi mantenendo la schiena ben inarcata. Per fare ciò dovete posizionare una gamba in avanti per avere stabilità durante l'esecuzione dell'esercizio.

 

  • 2) - con l'omero esteso sopra la testa e in linea con il busto, ( estensioni tricipiti sopra la testa dietro il collo); In posizione eretta, afferrate un manubrio e portatelo dietro la testa mantenendo il braccio in alto e in linea con il busto. La zona di maggiore lavoro è quella verso il basso dove il tricipite viene maggiormente allungato, quindi non preoccupatevi di dover distendere il braccio, ma cercate la vostra zona di lavoro nella parte più bassa.

 

  • 3) - con l'omero puntato dritto verso il basso lungo il corpo (tricipiti pushdown). La tecnica canonica dell'esercizio Pushdown, prevede di attaccare una sbarra a V ad un cavo alto di una Ercolina o Lat Machine , fare un passo indietro rispetto al cavo, piegare leggermente le gambe , piegare il busto in avanti , posizionare i gomiti sui fianchi (i quali dovranno rimanere fermi per tutta la durata dell'esercizio come se fossero imbullonati) e poi spingere in basso la sbarra portandola a toccare le vostre gambe, con movimento controllato bisogna poi riportare la sbarra al punto iniziale per poi ripetere il movimento per il numero di ripetizioni imposto dalla scheda di allenamento.

 

Il Pushdown lavora il capo esterno e gli altri due lavorano il ventre del capo lungo e il terzo capo.


Dopo che i tricipiti sono ben riscaldati, consigliamo due o tre serie per esercizio, da 8-10 ripetizioni.

 

Un allenamento che può aiutarvi ad isolare bene i tre capi del tricipite.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Come Costruire Braccia Grosse Senza Farle
11 Giugno 2017

Come Costruire Braccia Grosse Senza Farle

Sappiate che il Grosso del lavoro per sviluppare braccia enormi, forti e ipertrofiche sta nell'eseguire esercizi base per Dorso e Petto.

Avambracci e Bicipiti Grossi e Forti con i Kettlebell
23 Luglio 2018

Avambracci e Bicipiti Grossi e Forti con i Kettlebell

Con i kettlebell si possono eseguire anche i classici esercizi del body-building per incrementare la massa muscolare come ad esempio i curl per i bicipiti, anzi la particolare struttura del kettlebell, ovvero un manico attaccato ad una "palla di cannone", permette di far lavorare diversamente e molto efficacemente i bicipiti nonché gli avambracci.

Ultimi post pubblicati

Braccia Enormi con i Migliori Esercizi Base
21 Febbraio 2020

Braccia Enormi con i Migliori Esercizi Base

Se volete aumentare le dimensioni dei vostri bicipiti, allora allenate duramente i dorsali, e se volete aumentare le dimensioni dei vostri tricipiti dovete allenare duramente pettorali e deltoidi con gli esercizi di distensione.

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali
19 Febbraio 2020

I Migliori Esercizi Per Cosce Grosse e Funzionali

I muscoli delle gambe sono tra i più voluminosi, affamati di ossigeno e forti che abbiamo nel corpo. Allenarli coinvolge rapidamente la respirazione e il metabolismo. L'allenamento funzionale impiega i movimenti tipici pionieristici: accosciate, piegamenti braccia, piegamenti gambe, salti e tutte le forme di trazione.