Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come impostare una scheda di allenamento per le braccia

data di redazione: 25 Maggio 2014 - data modifica: 01 Maggio 2018
Come impostare una scheda di allenamento per le braccia

Considerazioni sulla divisione muscolare ed esercizi da utilizzare

Come impostare una scheda di allenamento per le braccia

Di solito braccia grosse sono anche braccia forti! che senso ha avere braccia immense se funzionalmente non servono a nulla? 

Il compito di un atleta natural è quello di cercare di diventare ogni giorno più forte ! In questo modo costringerete inevitabilmente i vostri muscoli ad una crescita assicurata. 

Ovviamente in questa fase l'allenamento va accompagnato da un'alimentazione adeguata ricca di cibo sano e nutriente e proteico, se mangiate miglio come bengalini, capite bene che andrete poco lontano una casa si costruisce con i mattoni.

Fatta questa premessa, quali esercizi bisogna fare e quante volte bisogna allenare tricipiti e bicipiti?

Noi pensiamo che i bicipiti vanno allenati sempre dopo i dorsali ed i tricipiti sempre dopo i pettorali e deltodi. Perchè?

  • I muscoli delle braccia lavorano molto nei rematori, spinte su panca, trazioni, quindi per esaurirli basteranno pochi esercizi, se allenati dopo dorso e petto.
  • Se invece allenate le braccia da sole avrete bisogno di molti esercizi per sfinirle ed inoltre la settimana non sarà bene strutturata.

Perchè?

il recupero è fondamentale, allenare troppo questi muscoli nell'arco della settimana non si da abbastanza tempo per recuperare e crescere .

Questo è uno dei punti cardini del ABC METHOD

BICIPITI DOPO LA SCHIENA (STACCO REMATORE PULLEY)

fate questa routine per i bicipiti:

  • Trazioni presa HAMMER (parallela): è la presa migliore, è un esercizio a carico naturale che coinvolge BICIPITI e dorsali quindi è un arma a doppio taglio, finirete i vostri dorsali con un esercizio ad hoc ed userete il vostro peso in sicurezza per i vostri bicipiti. 3 serie x max !
  • Curl con supinazione con manubri. 2 X 15
  • curl panca scott manubrio. 2 x 15

note:

  • i bicipiti sono muscoli piccoli
  • lavorate in pompaggio
  • fate il primo esercizio (trazioni) con energia
  • gli altri due esercizi con poco peso e lentamente.
  • In questo modo con la schiena usando pesi immani faremo forza esplosiva e massima, con alte reps nei biceps faremo forza resistente.

TRICIPITI

dopo petto e spalle fate questa routine per i tricipiti :

  • DIP. Parallele a carico naturale che servono per finire il petto e per migliorare forza e massa nei tricipiti 3 serie x max al top!
  • push down cavo alto le spinte al cavo alto isolano bene i tricipiti e sono un buon complemento al lavoro svolto . 3 serie x 15 reps
  • estensioni dietro collo manubrio o bilanciere o cavo 2 serie x 15 reps per finire i tricipiti in questa forma di stretching forzata!
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

30 Modi per Effettuare il Curl per i Bicipiti
23 Luglio 2018

30 Modi per Effettuare il Curl per i Bicipiti

Il Curl è l'esercizio per antonomasia dell'allenamento dei Bicipiti. In questo articolo vi daremo 30 modi per effettuarlo.

I segreti dei bicipiti alla Arnold Schwarzenegger
14 Febbraio 2019

I segreti dei bicipiti alla Arnold Schwarzenegger

Arnold Schwarzenegger è l'icona mondiale del Body Building, ancora oggi , dopo 30 anni, ci ispiriamo a lui! Senza ombra di dubbio, le sue braccia, sono ancora le migliori al Mondo.  

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.