(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Distensioni alle Parallele per i Tricipiti Peso o Tecnica?

data di redazione: 21 Marzo 2014 - data modifica: 23 Luglio 2018
Distensioni alle Parallele per i Tricipiti Peso o Tecnica?

I piegamenti alle parallele sono un must per lo sviluppo dei tricipiti e non solo, in quanto questo esercizio allena moltissimo anche i pettorali, deltoidi e muscoletti della schiena. E' un esercizio a carico naturale importantissimo a patto che si esegua in modo corretto.

In palestra vedo molti ragazzi che fanno a gara a chi mette più piastre nella catena, poi osservo con occhio critico il movimento e noto che tutti non vanno oltre il parallelo anzi si fermano molto prima e fanno 1/4 di movimento, vanno giù per poco, tornano subito su estendendo completamente le braccia.

Se volete infiammare i gomiti, questa è la strada giusta, ma se volete sviluppare tricipiti enormi questa non è la strada giusta.

Per incrementare la massa muscolare dei tricipiti bisogna andare giù, in maniera molto profonda ed una volta che si è nel punto inferiore si risale senza estendere troppo le braccia e ripetete il movimento sino alle ripetizioni previste.

I tricipiti saranno in fiamme in quanto in questo modo non gli date tregua, semplicemente non "respirano".

Invece se estendete del tutto le braccia vi riposate ed è per questo che caricate molto, ma poi il peso eccessivo non vi permette di andare giù e purtroppo sta qui la chiave del successo per lo sviluppo delle braccia.

Quindi fatelo senza peso, ma bene, con movimento profondo e vedrete che i tricipiti cresceranno come pagnotte di pane.

Poi quando riuscite ad eseguire oltre le 15 ripetizioni a carico naturale con una tecnica perfetta potrete iniziare l'esercizio con 5 kg, poi 10 kg senza che questo carico pregiudichi la tecnica.

Con l'avvento del CrossFit questo esercizio viene spesso eseguito agli anelli, avete mai provato? provate e poi mi direte se riuscirete a caricare carico aggiuntivo in questa versione very hard

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Incremento della Massa Muscolare dei Bicipiti con la serie 21
14 Febbraio 2019

Incremento della Massa Muscolare dei Bicipiti con la serie 21

Come Rendere Intenso il Curl con Bilanciere stimolando la crescita dei Bicipiti

Tecnica 21 per aumentare l'intensità di esercizi monoarticolari come il curl con bilanciere.

Incrementare la Massa Muscolare degli Avambracci in Modo Indiretto
23 Luglio 2018

Incrementare la Massa Muscolare degli Avambracci in Modo Indiretto

Consigli su come aumentare la massa degli avambracci con esercizi destinati ad altri muscoli

Abbiamo redatto diversi articoli sull'allenamento "diretto" degli avambracci, in quanto è una zona del corpo spesso trascurata dai frequentatori delle palestre. Non sempre c'è tempo e spazio per allenare muscoli "secondari" come possono essere gli avambracci, polpacci o bicipiti femorali, non è forse vero? Non è colpa di nessuno, vi spiegheremo le motivazioni e come allenare gli avambracci in modo indiretto in modo tale da cogliere due piccioni con una fava.

Ultimi post pubblicati

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco
18 Febbraio 2019

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco

Volete terminare le vostre proteine al cioccolato realizzando una ricetta deliziosa? Vi consigliamo di provare il nostro soufflè proteico al cioccolato e cocco.
Preparazione: 20 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2
Budino Proteico Alla Vaniglia
18 Febbraio 2019

Budino Proteico Alla Vaniglia

Il budino con latte e uova è un dolce altamente proteico ideale per una colazione o merenda da sportivo. In questa ricetta vi proponiamo un modo per farsi a casa propria un budino proteico con le vostre proteine del siero del latte. 
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2