Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento Estivo per l'Aumento della Forza

data di redazione: 22 Giugno 2016 - data modifica: 16 Novembre 2017
Allenamento Estivo per l'Aumento della Forza

Volete un Allenamento Estivo per l'Aumento della Forza? L'allenamento che vi presenteremo nel presente articolo è un protocollo di Pavel Tsatsouline, nato il 23 agosto 1969 a Minsk, nell' ex URSS, oggi capitale della Bielorussia. Pavel, famoso preparatore atletico del mondo del fitness. ha conseguito una laurea in Scienze Motorie presso l'università di Minsk, da anni lavora nel mondo delle arti marziali ed è un grande sostenitore del kettlebell che ritiene uno straordinario strumento di rafforzamento; nel 1998, Tsatsouline è diventato istruttore kettlebell negli Stati Uniti.

Il Protocollo di Allenamento in Sintesi

  • Prendete 2 esercizi fondamentali come Panca e Stacco da terra con bilanciere
  • Testate il massimale sulle 10 ripetizioni
  • Testate il massimale in palestra, fisicamente senza ricorrere a tabelle o calcoli matematici
  • Una volta calcolato il 10 RM nei 2 eserczi provate questo protocollo

Scheda di Allenamento

Lunedì

Panca: 1x5@50% - 1x5@75% - 1x5@100%

x tutte le sequenze che riuscite a fare

Stacco: 1x5@50% - 1x5@75% - 1x5@100%

x tutte le sequenze che riuscite a fare

Mercoledì

Panca: 1x5@50%

x il numero di sequenze eseguite il lunedì

Stacco: 1x5@50%

x il numero di sequenze eseguite il lunedì

Venerdì

Panca: 1x5@50% - 1x5@75%

x il numero di sequenze eseguite il lunedì

Stacco: 1x5@50% - 1x5@75%

x il numero di sequenze eseguite il lunedì

Note relative al Protocollo

I tempi di recupero sono abbastanza liberi, ma non devono essere troppo dilatati. Il preparatore bielorusso consiglia di riposare giusto il tempo di scaricare o caricare le piastre nel bilanciere.

Stiamo creando un adattamento metabolico, con percentuali di carico ridotte ed è necessario che i tempi di recupero tra le serie non siano lunghissimi.


Come facciamo ad insegnare al nostro corpo di tollerare l'acido lattico se paradossalmente lo evitiamo in allenamento?


Il tempo sotto tensione delle serie in ogni sequenza allenante rende il lavoro mediamente lattacido, quindi il tempo di recupero tra le serie dovrebbe essere aggiustato in tal senso.

Considerando che ogni sequenza ha 15 ripetizioni totali, il tempo di recupero potrebbe oscillare tra il minuto ed i 2 minuti.


Quando riuscirete a completare 5 sequenze con 1 minuto di recupero tra le medesime, potete aumentare il carico:

  • 2 kg per la panca piana
  • 4 kg per lo stacco da terra

Il concetto lunedì pesante, mercoledì leggero e venerdì medio è un protocollo che troviamo nel 5x5 di Bill Starr. In pratica questo lavoro è un mix tra 5x5 e la filosofia EDT. Cercate di terminare il lavoro imposto nel minor tempo possibile.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Che Differenza c'è tra Powerlifting, Weightlifting e Strongman?
23 Agosto 2016

Che Differenza c'è tra Powerlifting, Weightlifting e Strongman?

Sono tutti sport dove la componente forza è la base. Possono essere intrapresi in modo competitivo o semplicemente come proprio stile di allenamento in palestra per restare in forma.

Metodo Ad Onda Per L'Aumento Di Forza
04 Maggio 2019

Metodo Ad Onda Per L'Aumento Di Forza

Il metodo ad onda è un protocollo di allenamento per l'incremento della forza della durata di 8 settimane. Prima di cominciare il protocollo dovete provare il massimale dell'esercizio prescritto, in quanto l'obiettivo sarà quello di batterlo.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.