Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento Massa-Forza per Principianti Semplice ma Efficace

data di redazione: 03 Dicembre 2016 - data modifica: 04 Dicembre 2016
Allenamento Massa-Forza per Principianti Semplice ma Efficace

Scheda di Allenamento per l'Incremento della Massa e della Forza con Esercizi Illustrati

Il problema principale per un principiante è maneggiare percentuali di carico elevate, quando non si hanno ancora appreso i principi tecnici dell'esercizio. Effettuare esercizi con bilancieri quali squat, distensioni su panca piana, stacco da terra, lento avanti in piedi, rematore a busto flesso possono diventare pericolosi se effettuati con carichi elevati nell'ordine dell'80%-90% del proprio massimale.

L’allenamento della forza ha come obiettivo quello di indurre adattamenti nella muscolatura attraverso sovraccarichi. Il muscolo, sviluppa la capacità di generare tensione per poter superare o opporsi a una resistenza.

Per sviluppare un programma adeguato a questo obiettivo gli atleti ricorrono:

  • ad esercizi che aumentano le capacità muscolari;
  • ad una alimentazione ricca di carboidrati, proteine, fibre e vitamine;
  • al riposo, fattore fondamentale.

Non esiste un segreto, solo disciplina. L’allenamento della forza richiede poche ripetizioni, ad alta intensità e con sfide costanti. Quando il muscolo si adatta e riesce a sollevare un determinato peso è necessario aumentare il carico per indurre il muscolo a sviluppare una forza maggiore.

Capite bene che per un principiante, che magari non è seguito in maniera soddisfacente da un personal trainer o istruttore, diventa dura seguire un programma in 5x5 o 6x4 di squat, panca, trazioni, rematore, parallele e stacco.

Un altro problema è far capire l'importanza del riscaldamento nell'esercizio al principiante, a volte sono necessarie anche 4 o 5 serie preliminari prima di arrivare al carico target di allenamento e queste serie NON contano. Quindi per un discorso di conoscenza tecnica dell'esercizio, per un discorso di riscaldamento adeguato che non viene quasi mai eseguito, per un principiante consigliamo di effettuare, nel periodo di massa e forza, esercizi con le macchine, nelle quali si può spingere tranquillamente senza farsi male.

Consigliamo altresì di effettuare 3 allenamenti alla settimana, a giorni alterni, con una splite routine di 2 giorni. Il corpo verrà diviso esattamente in 2 parti in modo tale che i muscoli vengano allenati 3 volte ogni 2 settimane. Protocollo di allenamento?

Non sarà il migliore, non sarà il più efficace ma sicuramente è il più indicato per un principiante, stiamo parlando del metodo piramidale. Il metodo piramidale prevede un incremento graduale dei carichi in modo tale da arrivare caldi e pronti nelle serie che contano. Fatta questa premessa ecco la scheda di allenamento con le illustrazioni.

Allenamento A

  • Quadricipiti
  • Pettorali
  • Deltoidi
  • Tricipiti


EsercizioSerieRipetizioniRec.Esempio Carico
Pressa a 45°412-9-6-6120"65%
70%
75%
80%
Affondi con Manubri312-9-6120"65%
70%
75%
Chest Press412-9-6-6120"65%
70%
75%
80%
Distensioni al multypower su panca inclinata312-9-6120"65%
70%
75%

Shoulder Press312-9-6120"

65%

70%

75%

Dip alle parallele assistite 312-9-6120"65%
70%
75%


Allenamento B

  • Bicipiti Femorali
  • Lombari
  • Dorsali
  • Trapezi
  • Bicipiti
EsercizioSerieRipetizioniRec.Esempio Carico
Leg Curl sdraiato4

12-9-6-6

120"
65%
70%
75%
80%
Hiperextension3

12-15

120"carico
naturale
Pulley412-9-6-6120"
65%
70%
75%
80%
Trazioni larghe assistite312-9-6120"65%
70%
75%
Tirate al mento con bilanciere312-9-6120"65%
70%
75%
Curl con Bilanciere EZ312-9-6120"65%
70%
75%

Un principiante deve cominciare a nutrirsi a seconda degli sforzi effettuati e quindi l'apporto proteico giornaliero dovrà aumentare. Non sempre i pasti consumati contengono le proteine necessarie utili per la costruzione muscolare, spesso accade che le colazioni e gli spuntini sono privi di proteine e per tale motivo consigliamo un integratore di proteine che potrete scegliere nel nostro store; nell'occorso ci permettiamo di consigliarvi i seguenti prodotti che sono in super sconto:

100% PREMIUM WHEY PROTEIN PLUS 5 LBS (2267G)

Oppure

ARNOLD SERIES IRON WHEY 5 LB (2268G)

Oppure

WHEY-HD 57 SERVINGS

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Metodo Ladder
12 Giugno 2019

Metodo Ladder

Il Metodo Ladder lavora su una scala a carico costante aumentando le ripetizioni di 1 ogni 20 secondi. Si dovranno effettuare un certo numero di "small set" all'interno di una "big set". Il Metodo Ladder migliora la forza ipertrofica ed aumenta la sezione trasversale delle fibre muscolari. C'è una produzione di lattato maggiore ed una maggiore secrezione dell'ormone della crescita, conosciuto come ormone gh.

I Benefici apportati dalle Catene e Fasce Elastiche per l'Incremento della Forza Muscolare
06 Giugno 2016

I Benefici apportati dalle Catene e Fasce Elastiche per l'Incremento della Forza Muscolare

Perché inserire le Catene e le Fasce Elastiche nel proprio allenamento con esempio di scheda per migliorare la forza nella panca piana

Una maggiore ipertrofia muscolare e quindi più muscoli. In pratica durante l'esecuzione dell'esercizio con le catene e le rubber band, la resistenza aumenta ed aumenta progressivamente anche il numero di fibre muscolari utilizzate; più fibre muscolari vengono utilizzate, maggiore sono gli adattamenti di forza muscolare che possono essere raggiunti.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.