(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Perché Allenare Muscoli Antagonisti nella stessa seduta di Allenamento

data di redazione: 21 Ottobre 2014
Perché Allenare Muscoli Antagonisti nella stessa seduta di Allenamento

Muscoli Agonisti e Antagonisti: Gli Effetti sulla produzione di Potenza

Muscoli Agonisti e Antagonisti: Gli Effetti sulla produzione di Potenza

 
In uno studio scientifico tratto dal Journal of Strength and Conditioning Research del Febbraio 2005, i ricercatori della scuola di scienze biomediche e dello sport dell'università Edith Cowan (Australia), hanno cercato di misurare l'importanza di un'efficiente coordinazione tra gruppi muscolari agonisti e antagonisti.
 
Partendo dal presupposto che antagonisti deboli possono ridurre la potenza espressa dagli agonisti, sono stati valutati gli effetti del combinare all'interno di una stessa seduta di potenziamento un movimento di distensione e uno di trazione, per misurare un eventuale incremento di potenza nel primo
 
Per l'esperimento sono stati selezionati 24 giocatori di rubgy, che sono stati assegnati a 2 diversi gruppi:
 
  • Quello di controllo
  • Quello sperimentale

 

 
La potenza espressa è stata misurata utilizzando le distensioni su panca, con un carico di 40 kg e impiegando il Plyometric Power System, che permette di lanciare il bilanciere per non dover decelerare intenzionalmente il carico verso la fine del movimento .
 
Dopo il riscaldamento il gruppo di controllo ha eseguito 3 prove e non ha mostrato alcuna differenza nella potenza espressa in alcuna delle prove.
 
Il Gruppo sperimentale, invece ha eseguito un movimento di trazione dopo la prima prova. In quelle successive ha mostrato un incremento medio di potenza del 4,7% che è un valore molto significativo.
 
Si può supporre che il miglioramento della prestazione sia dovuto alla migliore coordinazione dei muscoli, riducendo la co-contrazione di agonisti e antagonisti, aumentandone l'inibizione reciproca, per massimizzare l'efficienza del gesto. Questo risultato suggerisce l'importanza di allenare all'interno della stessa seduta di allenamento movimenti di spinta e di trazione al fine di aumentare la potenza espressa.
 
Possiamo inoltre dedurre che movimenti antagonisti rispetto ai gesti che dovremmo fare poi in gara potrebbero aiutare le performance e quindi anche il riscaldamento deve prevedere l'osservanza di queste regole. 
 
Se vi allenate per la forza e migliorare la potenza forse è bene dividere i Grandi Esercizi :
  • Stacco
  • Squat
  • Panca
  • Power Clean
  • Military press / push press
  • Rematore
  • Trazioni
  • Parallele
  • Stacco quadra bar

Secondo le regole appena enunciate nell'articolo e comporre schede che tengano conto di questo fatto come ad esempio :

  1. Stacco
  2. Panca 
  3. Rematore

Potrebbe essere un primo protocollo, oppure

  1. Squat
  2. trazioni
  3. military press

Buon ABC Allenamento  

 
 
Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Il Principale Errore nell'Allenamento della Forza
22 Marzo 2015

Il Principale Errore nell'Allenamento della Forza

Con questo articolo vorrei portare la vostra attenzione sul motivo principale di fallimento dei cosiddetti “cicli di forza” o dei programmi di forza standard facilmente reperibili in rete, per non parlare delle schede di forza autogestite (per non dire improvvisate) dai volenterosi sollevatori che non hanno la fortuna di essere seguiti da tecnici validi.

Ripetizioni Forzate e Negative da Soli senza Spotter
02 Marzo 2016

Ripetizioni Forzate e Negative da Soli senza Spotter

In questo articolo parleremo di 2 tecniche di allenamento che appartengono all'allenamento ad alta intensità: Ripetizioni Forzate e Ripetizioni Negative

Ultimi post pubblicati

Stacco Gambe Tese Al Cavo Basso
18 Novembre 2018

Stacco Gambe Tese Al Cavo Basso

Lo stacco a gambe tese non è altro che una variante del classico stacco da terra, uno degli esercizi base del bodybuilding, avente però il focus sull'allenamento dei bicipiti femorali, che sono collocati nella parte posteriore delle cosce. Infatti rispetto allo stacco classico, in questa variante, i quadricipiti non sono reclutati e l'accento è sui muscoli lombari, sui glutei e sui bicipiti femorali (ischiocrurali).

Muesli Croccante Con Mirtilli e Nocciole
18 Novembre 2018

Muesli Croccante Con Mirtilli e Nocciole

Il MUESLI è una miscela di fiocchi d’avena e altri prodotti a base di cereali e frutta, come frutta secca, uvetta e noci. Si accompagna al latte, yogurt o succo di frutta ed è solitamente mangiato per colazione o per una cena leggera.
Preparazione: 5 min.
Difficoltà: 1
N. porzioni: 1