(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Quali muscoli allenare prima i grandi o i piccoli?

data di redazione: 17 Ottobre 2013 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Quali muscoli allenare prima i grandi o i piccoli?

Allenare prima i muscoli grandi o piccoli?

Quasi tutti i programmi di allenamento per Bodybuilding cominciano con l'allenamento di un muscolo grande per poi arrivare ai muscoli più piccoli.
Questo perché i muscoli più grandi richiedono maggiore energia e quindi allenarli quando parte delle energie sono già state spese per i muscoli più piccoli, porterebbe ad un minor aumento di massa muscolare.

 

In merito a questi dubbi sono stati effettuati anche degli studi i quali hanno portato al risultato che indifferentemente dal muscolo che si allenava per primo, la terza serie di ogni esercizio era quella più dura da effettuare. Tuttavia gli esercizi effettuati nella parte intermedia dell'allenamento non erano stati pregiudicati ne quando si sono allenati prima i muscoli più grandi ne quando si sono allenati prima quelli più piccoli, e che alla quarta serie si può essere più deboli fino al 60%.


In alcuni allenamenti, allenare prima un area muscolare più grande, è così faticoso che dopo non è possibile allenare i muscoli più piccoli in modo efficace.

Ad esempio Arnold quando allenava le braccia, metteva sempre un esercizio di isolamento alla fine come il curl di concentrazione con manubrio ed usava un peso molto basso, non più di 18 chili solitamente.

 

Ecco un allenamento che effettuava Arnold Schwarzenegger

 

  1. Bench press 1x30
  2. Bench press 5x12
  3. Trazioni alla sbarra dietro la testa con presa larga 5x12
  4. Press su inclinata co bilanciere 5x12
  5. Rematori con sbarra a T 5x12
  6. Croci coi manubri su piana 5x12
  7. Rematori col bilanciere con presa larga 5 x12
  8. Dip 5 x12
  9. Trazioni alla sbarra sul davanti con presa stretta 5x12
  10. Pull-over a braccia distese 5 x12
  11. Contrazioni isometriche 5x12



Quindi, nel giorno quando allenate ad esempio il petto e le spalle e poi vi ritrovate alle prese con i tricipiti che li sentite già cotti dal lavoro che hanno svolto indirettamente, non andate a caricarli in modo da sfinirli e sfibrarli completamente, ma lavorate sul pompaggio, sulla forma di esecuzione e sulla percezione del muscolo.

Dunque, se il vostro programma di allenamento prevede tre esercizi per il gruppo muscolare, il terzo produrrà scarsi guadagni di massa muscolare, quindi meglio terminare con un esercizio più leggero d'isolamento, puntando al pompaggio e alla percezione come anzidetto...e come il vecchio Arnold ha insegnato!

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Total Body + Serie Gigante per Spalle e Braccia
01 Agosto 2015

Total Body + Serie Gigante per Spalle e Braccia

Scheda di Mantenimento Muscolare Estiva con Enfatizzazione sulle Spalle e Braccia

In Estate non sempre si hanno le energie, il tempo e la "voglia" di seguire le classiche routine frazionate del bodybuilding. Capita spesso che gli avventori delle palestre, chiedano di allenare un pò tutto il corpo, in un'unica seduta enfatizzando magari alcune parti del corpo

Pettorali, Spalle e Braccia in 30 Minuti
12 Agosto 2017

Pettorali, Spalle e Braccia in 30 Minuti

Come pompare pettorali, spalle e braccia in soli 30 Minuti

Avete poco tempo a disposizione e volete pompare pettorali, spalle e braccia in un modo incredibile? Siete giunti nell'articolo giusto, dove vi daremo una nostra proposta di allenamento per allenare pettorali, spalle, bicipiti e tricipiti in soli 30 minuti.

Ultimi post pubblicati

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco
18 Febbraio 2019

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco

Volete terminare le vostre proteine al cioccolato realizzando una ricetta deliziosa? Vi consigliamo di provare il nostro soufflè proteico al cioccolato e cocco.
Preparazione: 20 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2
Budino Proteico Alla Vaniglia
18 Febbraio 2019

Budino Proteico Alla Vaniglia

Il budino con latte e uova è un dolce altamente proteico ideale per una colazione o merenda da sportivo. In questa ricetta vi proponiamo un modo per farsi a casa propria un budino proteico con le vostre proteine del siero del latte. 
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2