Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Massa Muscolare Nei Quadricipiti

data di redazione: 27 Luglio 2014 - data modifica: 02 Settembre 2018
Massa Muscolare Nei Quadricipiti

Il muscolo quadricipite femorale è il più voluminoso muscolo della regione anteriore del­la coscia e risulta formato da quattro capi, il retto del femore, il vasto mediale, il vasto late­rale e il vasto intermedio, che si raccolgono in un unico tendine terminale. 

È innervato dal nervo femorale (L2-L4). Contraendosi, estende la gamba e, con il muscolo retto femorale, partecipa alla flessione della coscia nonché, a ginocchio fles­so, alla flessione del bacino sulla coscia.

Il retto del femore origina dalla spina iliaca anteriore inferiore con un tendine diretto e dalla porzione più alta del contorno dell’acetabolo nonché dalla capsula dell’articolazione coxo-femorale con un tendine riflesso.

Il vasto mediale origina dal labbro mediale della linea aspra e dalla linea rugosa che unisce questa al collo del femore.

Il vasto laterale origina dalla faccia laterale e dal margine anteriore del grande trocantere, dalla metà superiore del labbro laterale della li­nea aspra del femore e dal suo ramo che va al grande trocantere. 

Alcuni fasci laterali si dipar­tono ancora dal setto intermuscolare laterale e dal tendine del muscolo grande gluteo. Il vasto intermedio, posto profondamente tra il vasto laterale e quello mediale, origina dal labbro laterale della linea aspra e dai 3/4 supe­riori delle facce anteriore e laterale del femore.

I quattro capi convergono in basso, mante­nendo però la loro individualità. A livello del ginocchio si raccolgono in un tendine apparen­temente unico, ma formato in realtà dalla so­vrapposizione di tre lamine. La lamina superfi­ciale è la continuazione del retto del femo­re, quella intermedia appartiene ai vasti mediale e laterale, quella profonda al vasto intermedio.

Per aumentare la massa nei quadricipiti, se non avete problemi con la zona lombare, dovete inchinarvi al re degli esercizi, lo squat

Per squat intendiamo l'accosciata con bilanciere dietro il collo, possibilmente collocato in mezzo ai trapezi detti anche il cuscino per lo squat. 

Nello squat conta il peso, ma conta maggiormente la tecnica e andare molto giù, in maniera molto profonda. Bisogna pertanto imparare accuratamente la tecnica:

  • Come e dove si posiziona il bilanciere
  • Come si posizionano i piedi
  • Come si mantengono le 3 curve fisiologiche (cervicale, dorsale, lombare)
  • Come si inspira ed espira

Per fare ciò bisogna allenarsi con un istruttore preparato e qualificato il quale avrà cura di insegnarvi la tecnica abbinando anche un lavoro di stretching in modo tale da riuscire a sciogliere i muscoli delle cosce e della zona lombare per arrivare ad effettuare un'accosciata completa. 

Un consiglio è quello di aumentare i pesi, i carichi, con giudizio, meglio fare qualche kg in meno e fatto bene che fare un esecuzione da galera con rischio infortunio. 

Di per sè lo squat se fatto con giudizio non è pericolosissimo, ma se caricate oltre misura, se non vi fate assistere o quantomeno se lo fate da stanchi può essere fatale.

Dopo lo Squat per sollecitare bene i quadricipiti vi aspetta la pressa a 45°. Tra la pressa a 45° e quella orizzontale, date sempre priorità alla prima, la quale è nettamente migliorare da un punto di vista di stimolo alla crescita muscolare.

Nella pressa utilizzate alte ripetizioni 10-12-15 anche 20, Tom Platz prediligeva le alte ripetizioni e le sue cosce parlavano da sole.

Essendo le cosce composte da muscoli grandi, consigliamo di andare avanti con l'allenamento dei quadricipiti inserendo la macchina leg extension, che ogni palestra ha nel proprio arsenale.

Se avete ancora tempo ed energie, potete allargare la forma delle vostre cosce con delle abduzioni al cavo o rubber band per colpire il tensore della fascia lato, il medio e piccolo gluteo.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Allenamento Polpacci incremento massa muscolare
25 Aprile 2019

Allenamento Polpacci incremento massa muscolare

I muscoli polpacci in anatomia vengono chiamati gemelli e sono formati da due muscoli denominati : gastrocnemio ed il soleo, aventi origine differente, ma convergenti entrambi verso il basso in un unico tendine d'inserzione: il tendine d'Achille (o tendine calcaneale). Sul tendine calcaneale si inserisce anche un ulteriore muscolo appartenente al gruppo dei muscoli posti sul piano superficiale: il muscolo plantare.  Il gastrocnemio è il più superficiale dei muscoli posteriori della gamba, è formato da due voluminosi e caratteristici ventri muscolari: i gemelli della gamba, rispettivamente mediale e laterale.

Allenamento per l'Incremento della Massa Muscolare delle Gambe Esclusivamente con Esercizi a Corpo Libero
01 Settembre 2015

Allenamento per l'Incremento della Massa Muscolare delle Gambe Esclusivamente con Esercizi a Corpo Libero

Protocollo di Esercizi a Corpo Libero finalizzati alla Costruzione delle Gambe

​Molti pensano che solo squat, distensioni su panca piana, stacchi da terra, rematori, presse ed altri esercizi di bodybuilding sia l’unica categoria di movimenti adibiti alla costruzione muscolare relegando gli esercizi a corpo libero al condizionamento atletico.

Ultimi post pubblicati

Massa Muscolare: Prima Serie Target per Risultati Certi
17 Novembre 2019

Massa Muscolare: Prima Serie Target per Risultati Certi

La “prima serie target” si basa sulla teoria che la serie iniziale di ogni gruppo muscolare è quella più probante ai fini del controllo dell’allenamento, perché non inficiata dalle precedenti.

Personal Trainer - Cavi a V
10 Novembre 2019

Personal Trainer - Cavi a V

DUAL ADJUSTABLE PULLEY

Questa macchina isotonica, conosciuta come DUAL ADJUSTABLE PULLEY FULL, grazie alla particolare forma a V, grazie alle carrucole mobili in altezza ed in tutte le direzioni, permette di effettuare una miriade di esercizi per il bodybuilding, fitness e funzionali.