Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Squat Frontali alla Smith Machine

data di redazione: 03 Dicembre 2015 - data modifica: 23 Luglio 2018
Squat Frontali alla Smith Machine

Esercizio Fonte di Discussione che però stimola fortemente i Quadricipiti

La smith machine, in Italia conosciuta come Multypower è un rack con bilanciere con movimento guidato, che si muove in modo verticale mediante due guide fisse debitamente oliate. E' da sempre oggetto di discussione, in quanto alcuni esercizi, eseguiti con questa macchina, non rispetterebbero la giusta traiettoria dovrebbero avere; però giova precisare che questa macchina non deve essere il piatto forte del workout, semplicemente va tenuta al termine, quando, da stanchi, non volete più preoccuparvi di tenere il peso in equilibrio.

Fatta questa premessa gli Squat Frontali alla Smith Machine sono un esercizio complesso in quanto ogni persona dovrà trovare il proprio assetto, ma che offrono uno stimolo incredibile per i muscoli quadricipiti.

MUSCOLI INTERESSATI:

  • Quadricipiti
  • Bicipiti Femorali e Glutei (in maniera secondaria)

ESECUZIONE ESERCIZIO

  • Appoggiate la sbarra sulla parte anteriore dei deltoidi
  • Le braccia vanno incrociate davanti al petto per sostenerla
  • State in piedi con la schiena leggermente inarcata
  • Tenete i piedi in corrispondenza delle anche direttamente sotto la verticale della sbarra o leggermente più avanti
  • Ruotate la sbarra per sboccarla dai fermi---> se il peso è elevato fatevi aiutare da uno spotter, perché questo movimento potrebbe crearvi dei problemi
  • Ora, abbassatevi in modo controllato come se doveste mettervi a sedere
  • Fino a portare le cosce più o meno in orizzontale, o poco più sotto
  • Invertite la direzione del movimento tornando su fino ad estendere le ginocchia completamente
  • Espirate aria durante la fase di ascesa
  • Inspirate aria durante la fase di discesa

Come accoppiare questo esercizio?

E' chiaro che lo Squat tradizionale è il Re degli esercizi e quindi eseguire Squat con bilanciere e poi Squat Frontale alla smith machine forse è un pò troppo soprattutto per le anche, zona lombare e sistema nervoso centrale.

Fate i furbi, cercate di allenare le gambe da ogni angolazione e quindi di inserire un esercizio per ogni angolo come ad esempio:

  • Stacco da terra ---> lavorano i posteriori
  • Pressa a 45° ---> lavorano quadricipiti, posteriori ed adduttori con un movimento dal basso verso l'alto con angolo a 45°
  • Squat frontale alla smith machine ---> lavorano i quadricipiti
  • Leg curl ---> lavorano i posteriori in isolamento
  • Leg Extension ---> lavorano i quadricipiti in isolamento
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

L'allenamento dei Polpacci di Arnold Schwarzenegger
02 Settembre 2018

L'allenamento dei Polpacci di Arnold Schwarzenegger

Come affrontava i punti deboli il grande Arnold Schwarzenegger? Quando Arnold arrivò negli Stati Uniti, Joe Weider diede un'occhiata al neo-campione europeo e, come racconta Arnold, "Mi fece capire chiaramente che il mio futuro nel body-building dipendeva soprattutto dallo sviluppo di tibiali e polpacci".  

Glutei Più Sodi e Quadricipiti più Tonici con il Full Squat
05 Febbraio 2017

Glutei Più Sodi e Quadricipiti più Tonici con il Full Squat

Questo esercizio è in grado di coinvolgere maggiormente il grande gluteo durante l'accosciata completa.

Ultimi post pubblicati

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare
16 Ottobre 2019

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare

Per massimizzare i risultati ottenibili tramite l’allenamento in palestra, è necessario porre estrema attenzione sulla propria dieta, in quanto alimentarsi in maniera sbagliata può rallentare di molto il raggiungimento dei propri obiettivi relativi alla crescita muscolare e al miglioramento della propria composizione corporea.

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.