(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Panca Piana con Bilanciere in Tutti Gli Allenamenti?

data di redazione: 23 Novembre 2017 - data modifica: 08 Maggio 2018
Panca Piana con Bilanciere in Tutti Gli Allenamenti?

Panca Piana con Bilanciere in Tutti Gli Allenamenti?

Le Distensioni su panca piana con Bilanciere è l'esercizio di bodybuilding più popolare nelle palestre di tutto il mondo, a tal punto che moltissime persone iniziano sempre e comunque il proprio allenamento, per lo sviluppo della massa muscolare, da questo esercizio. 

Per un appassionato di body-building, il lunedì ha 2 significati: ritorno a lavoro e/o scuola ed è il giorno da dedicare all'allenamento del petto! 

Alle ore 18:00 di ogni lunedì, nelle palestre di tutto il mondo, non si trova una panca libera per effettuare il bench press. 

La panca piana indubbiamente è uno degli esercizi che esercita il maggior fascino su chi si allena in palestra. “Quanto fai di panca?” è la domanda che ogni profano propone ogni volta che viene a sapere che un’altra persona si allena coi pesi. 

Le distensioni su panca piana con bilanciere sono l'esercizio maschile per antonomasia, ma siamo sicuri che sia il migliore esercizio per incrementare la massa muscolare dei pettorali?

Sappiate che non è il carico che determina la crescita muscolare, ma la stimolazione delle fibre muscolari. 

Le distensioni su panca piana con bilanciere hanno il merito di andare a sollecitare una buona porzione di fibre muscolari pettorali, ma non tutte! Il bilanciere permette di utilizzare carichi elevati, ma non permette di scendere in profondità nella fase eccentrica del movimento, cosa che ad esempio avviene con le distensioni alle parallele e/o anelli oppure nelle distensioni con manubri.

L'allenamento dovrebbe essere un puzzle dove ogni tassello serve a stimolare in maniera differente ed esaustiva le fibre muscolari allenate. 

Inoltre se il petto non cresce, perché allenarlo in ogni allenamento e soprattutto sempre e comunque con le distensioni su panca piana? 

Diciamo questo perché tantissimi avventori che vanno in palestra, arrivano, mettono l'asciugamano sopra ad una panca ed iniziano a distendere bilancieri con carichi medi, per 10-12 ripetizioni. 

Questo scenario, se ci fate caso, avviene in molte delle vostre palestre. I pettorali cresceranno?

I pettorali in questo modo saranno talmente stressati che non cresceranno, di una virgola, ma il problema principale è: "PIU' IL PETTO NON CRESCE E PIU' CI DO DENTRO IN TUTTE LE SEDUTE"

Sappiate che nel bodybuilding la regola:" PIU' LAVORO E PIU' CRESCO, NON VALE!"

Conoscete la Supercompensazione?

La super compensazione è il principio che spiega come funziona il miglioramento fisico in una persona che si allena. 

A cosa serve l'allenamento? 

L’allenamento serve a “mettere in crisi” l’organismo per permettergli di riorganizzarsi e ricostruirsi più forte per affrontare un futuro stress fisico. 

Se non è chiaro che durante l’allenamento si diventa meno forti provate ad eseguire, dopo un bel riscaldamento, il massimo di trazioni alla sbarra, poi continuate ad allenarvi normalmente e, alla fine dell’allenamento, provate a ripetere la medesima prestazione alla sbarra. 

Scommettiamo che farete la metà delle ripetizioni eseguite ad inizio allenamento?

E' chiaro che alla fine dell’allenamento troviamo un fisico più consumato. Con consumato si intende un fisico che ha bruciato energie e nutrienti per far fronte alla richiesta di energia più elevata durante lo sport.

Questa è la fase in cui l’organismo si riorganizza le idee e si dice tra sé e sé: “oggi ho faticato molto! Devo assolutamente rinforzarmi perché se domani o dopodomani devo ancora sopportare tutto questo lavoro non ce la faccio. Se sarò più forte invece non sarà poi tanto difficile”. Il principio della massima resa con il minimo sforzo è in azione! Al corpo non piace fare fatica, per questo si rinforza!"

Detto questo è chiaro che bisognerà dare il tempo necessario ai muscoli allenati per recuperare e poi crescere. 

Da questa tesi si evince che allenare in tutte le sessioni i pettorali con le distensioni alla panca, vi farà perdere solo tempo e bruciare massa muscolare. 

Le fibre muscolari pettorali, ma anche dei deltoidi e tricipiti non avranno il tempo per recuperare e quindi non cresceranno in proporzione agli sforzi fatti. Il principio fondamentale del bodybuilding è stressare il muscolo allenato (come si deve con una certa intensità e volume di lavoro) e poi dargli il tempo di recuperare e crescere. 

Ecco perché le split routine settimanali sono determinanti per una buona crescita muscolare. 

Se volete ottenere il massimo dal vostro allenamento e fisico vi consigliamo di provare la nostra applicazione ABC Allenamento FIT, verificate il vostro attuale livello ed iniziate ad allenarvi con noi.

 

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Allenamento Avanzato Per il Petto
01 Novembre 2018

Allenamento Avanzato Per il Petto

Porta i Pettorali ad un livello superiore con la Tecnica del Rest Pause

In questo articolo vi proponiamo un allenamento per portare i pettorali ad un livello superiore. Nel protocollo incorporeremo una tecnica nota come REST PAUSE, che è eccellente per creare stress metabolico e stress meccanico e per innescare tutti i meccanismi che portano alla crescita muscolare.

Difficoltà Nel Costruire la Parte Bassa del Pettorale?
14 Febbraio 2016

Difficoltà Nel Costruire la Parte Bassa del Pettorale?

croci più distensioni su panca declinata con manubri

Ultimi post pubblicati

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI
12 Dicembre 2018

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali
10 Dicembre 2018

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali

Il migliore metodo per evitare un doloroso infortunio ai flessori della coscia è la prevenzione. Spesso accade che gli atleti, quando sono in forma, tendono a strafare e spesso e volentieri sono gli eccessivi carichi di lavoro a produrre questo genere di infortunio.