Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Più Volume per il Vostro Allenamento del Petto per Incrementare la Massa Muscolare

data di redazione: 20 Settembre 2016
Più Volume per il Vostro Allenamento del Petto per Incrementare la Massa Muscolare

Per portare i pettorali ad un sviluppo superiore, provate ad eseguire questi 5 esercizi e/o tecniche con relativi consigli ed altresì provare la scheda di allenamento finale allegata.

1) Distensioni con Bilanciere su Panca Piana Esplosive

Studi dimostrano che il sollevamento pesi effettuato con un movimento rapido fa crescere i muscoli più velocemente rispetto a un movimento lento. L'allenamento con i pesi di tipo "esplosivo" è il segreto per ottenere pettorali più grandi. Come tutti i protocolli seri ed affidabili è l'unione che fa la forza e quindi noi consigliamo un allenamento ibrido dove ci siano esercizi esplosivi ed esercizi con una cadenza di movimento più controllata e lenta.

2) Distensioni con i Manubri Lente e Controllate

Uno degli esercizi di tonificazione migliori per i muscoli pettorali in palestra è sicuramente la distensione o spinte con manubri, da considerarsi un esercizio base pluriarticolare in quanto coinvolge polso, gomito e spalla e permette l’utilizzo di carichi elevati con per un grande reclutamento dei muscoli sinergici e ausiliari.

L’esercizio coinvolge non solo i muscoli pettorali, ma anche i deltoidi delle spalle, i tricipiti del braccio e il gran dentato del tronco, con anche una partecipazione del gran dorsale che in questo gesto è antagonista sinergico. Tale movimento può essere svolto anche su panca inclinata a 15° per una partecipazione maggiore dei fasci clavicolari (pettorali alti) o reclinata di 5°-10° per un coinvolgimento maggiore dei fasci sternali (pettorali bassi). E' un movimento indispensabile per lo sviluppo del petto, in quanto i manubri danno maggiore mobilità, permettendo uno sviluppo armonico e simmetrico.

3) Chest Press

La Chest Press, versione Hammer Strength, ovvero con leveraggio e carica libera dei pesi, permette di concentrarsi meglio sul movimento senza avere problemi di equilibrio, postura, usando carichi molto elevati. Sono macchine indispensabili soprattutto quando si effettuano molti esercizi e quindi il sistema nervoso centrale può venire a meno se usate sempre bilancieri e manubri per effettuare tutti gli esercizi. Consigliamo di ritardare l'uso delle macchine al termine del Workout.

4) Landmine Press

Esercizio che può essere eseguito con uno o due braccia, a livello muscolare interessa molto i pettorali alti ed i deltoidi, nonché ovviamente i tricipiti essendo un esercizio di spinta. Esercizio non convezionale da inserire assolutamente.

5) Super Set

Un superset si compone di due esercizi alternati, con poco o nessun riposo in mezzo. Gli esercizi in superset possono riguardare lo stesso gruppo muscolare, o lavorare su muscoli opposti e gruppi anche totalmente diversi.

Il superset rende il tuo allenamento più rapido e per certi versi anche più efficiente. Se associ per esempio le distensioni sulla panca e al pulley al cavo per tre set super di cinque ripetizioni ciascuno, con solo 60 secondi di riposo tra un set completo e l’altro, ci metti in tutto 7 minuti per lavorare a fondo la parte superiore del corpo. Il superset facendoti lavorare un gruppo muscolare mentre l’altro riposa ti fa anche bruciare più calorie e migliorare il condizionamento del corpo.

Il superset sullo stesso muscolo invece garantisce uno stimolo maggiore ed una maggiore crescita muscolare. I superset per i pettorali sono un must in quanto è un distretto muscolare che risponde bene a tale metodica.

SCHEDA DI ALLENAMENTO PER I PETTORALI

  • Panca Piana con Bilanciere 2-3 Set x 6 Reps Esplosive nella fase concentrica al 75% del massimale (fermatevi a 6 ripetizioni)
  • Distensioni con manubri su panca piana 2-3 Set x 9 Reps Lente e Controllate
  • Chest Press Inclinato 2-3 Set x 12 Reps Lente e Controllate
  • Landmine Chest Press 2-3 set x 15 Reps Esplosive

Nr.2-3 Super Set

  1. Croci con manubri su piana 12 Reps
  2. Distensioni con manubri presa neutra e stretta 12 Rep

Nr.2-3 Super Set

  • Pullover 12 Reps
  • Push Up 12 Reps

Consigliamo ai neofiti di eseguire 2 set per ogni esercizio, in modo tale da avere un volume di allenamento di 2+2+2+2 Superset+2+2 Superset = 12 Serie totali. Mentre per gli intermedi ed esperti consigliamo di aumentare le serie con 3+3+3+3ss+3+3ss = 18 serie.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Chest Press VS Bench Press
11 Settembre 2015

Chest Press VS Bench Press

​Sia la chest press che le distensioni su panca con bilanciere (bench press) sono esercizi che stimolano il muscolo grande pettorale. Vi sono alcune differenze sostanziali inerenti all'esecuzione, benefici e sicurezza di ciascun esercizio.

Come Allargare la Gabbia Toracica?
26 Novembre 2017

Come Allargare la Gabbia Toracica?

E’ possibile allargare la gabbia toracica? Esistono da sempre differenti scuole di pensiero in ossequio a tale argomento.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.