Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Pompaggio Pettorale Estremo

data di redazione: 18 Settembre 2017
Pompaggio Pettorale Estremo

Scheda di Allenamento per i Pettorali in puro Pump

Avete qualche anno di allenamento alle spalle e volete provare un allenamento per i pettorali, diciamo "estremo"? La scelta del carico ideale nei vari esercizi, utile per garantire il massimo sviluppo della massa muscolare è da sempre oggetto di discussione.  C'è chi sostiene che è meglio esaurire i muscoli con un elevato numero di ripetizioni e chi sostiene sia meglio concentrare gli stimoli in poche serie ad elevata intensità.

In pratica vi sono 2 partiti: coloro che prediligono esercizi di sostanza con protocolli di forza, altri invece che prediligono schede più complesse ad alto voliume con carichi minori eseguiti con un numero maggiore di ripetizioni. Diciamo che nel bodybuilding il carico è un mezzo per incrementare la massa muscolare e non un fine, ma come in tutte le cose la verità sta sempre nel mezzo.

In questo articolo di breve lettura, vi daremo una nostra interpretazione per allenare i pettorali con un pompaggio estremo, tenendo conto sia della componente di forza, sia della componente di pump.

Consigli per l'allenamento dei pettorali




Iniziate la vostra seduta di allenamento con un esercizio base di distensione, con un protocollo di forza. Non esagerate con il numero di serie, cercate di impiegarci al massimo 15 minuti, riscaldamento compreso. Per tale scopo, potrebbe andare bene il sistema piramidale classico per 4 serie, previo riscaldamento.

Dopo aver effettuato il compito della giornata, che vi servirà a mantenere la forza entro certi standard qualitativi ed altresì stimolare le fibre bianche di potenza, passate alla fase di pompaggio, alquanto spettacolare e divertente.

Per tale obiettivo vi consigliamo di provare le serie giganti come ad esempio:

  • DIP alle Parallele 5-15 reps
  • Croci ai cavi 5-15 reps
  • Distensioni su Panca inclinata con manubri 5-15 reps
  • Pullover con piastra 5-15 reps
  • Piegamenti sulle braccia con maniglie oppure agli anelli 5-15 reps

Effettuate 3-4 serie giganti a seconda del vostro livello, recuperando al termine 2-3 minuti. Se siete alquanto esperti e volete portare i pettorali ad un nuovo cedimento muscolare, al termine del protocollo in serie giganti, potete inserire un paio di trisere alle macchine isotoniche come ad esempio:

  • Chest Press 5-15 reps
  • Pullover Machine 5-15 reps
  • Pectoral Machine 5-15 reps

Questo tipo di allenamento durerà poco più di un'ora ed avrete allenato i pettorali sotto ogni punto di vista e da ogni angolazione. E' un tipo di allenamento per gente esperta, già muscolosa, che ricerca nell'allenamento una migliore qualità muscolare.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Allenamento Pettorali i migliori esercizi per incrementare la massa muscolare
09 Novembre 2018

Allenamento Pettorali i migliori esercizi per incrementare la massa muscolare

Aumentare la massa del petto con: panca con bilanciere e manubri, piegamenti sulle braccia esplosivi, panca inclinata e declinata

Quasi ogni sollevatore di pesi, ad un certo punto della sua carriera sportiva, viene invaso dal desiderio di incrementare la massa muscolare dei pettorali e va alla ricerca di un nuovo allenamento per pettorali..

Anatomia del Torace
14 Dicembre 2014

Anatomia del Torace

Le Basi dell'Anatomia del Torace

I muscoli del torace e della parte superiore della schiena occupano la regione toracica del corpo umano. Questa zona risiede sotto il collo, sopra la fascia addominale e comprende anche le spalle.

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.