Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

9 Motivi per cui le Spalle non Crescono

data di redazione: 25 Aprile 2015
9 Motivi per cui le Spalle non Crescono

9 Comuni Errori con 9 Relativi Rimedi per Incrementare la Massa Muscolare delle Spalle

9 Motivi per cui le Spalle non Crescono


Vuoi Spalle larghe e muscolose? Ma non sei riuscito ad ottenerle nonostante ogni tuo tentativo? Vi sono vari motivi, per i quali le buone intenzioni vengono vanificate da pessimi risultati, noi ne abbiamo riscontrati 9 ed in questo articolo spiegheremo le motivazioni.


1.NON DARE LA GIUSTA IMPORTANZA ALL’ALLENAMENTO DELLE SPALLE


Moltissimi sportivi danno la priorità all’allenamento del petto, schiena e gambe. Dopo tutto, queste sono le aree muscolari più grandi del corpo umano, direttamente responsabili per incrementare la massa muscolare e la forza di tutto il corpo. Ma dando troppa importanza all’allenamento di queste aree muscolari, si rischia poi di trascurare le spalle.


Rimedio: Se le spalle non crescono, e sono un gruppo muscolarmente parlando indietro rispetto agli altri, dovete dargli maggiore importanza dedicandogli una giornata per allenarle magari abbinandogli l’allenamento delle braccia.


2. CARICHI TROPPO ELEVATI E TECNICA PESSIMA

 

Una distensione con bilanciere davanti effettuata sopra la testa, con un peso troppo elevato, si trasformerà in una panca inclinata che farà lavorare le inserzioni del pettorale superiore e tricipiti e poco i deltoidi. Accade che quando il peso è troppo elevato, l’atleta utilizzi anche la zona lombare, spingendo in avanti i piedi modificando l’assetto di sollevamento del bilanciere. In buona sostanza state facendo una panca inclinata con il vostro corpo e questo sposta lo stimolo dalle spalle al petto. Effettuare alzate laterali con carichi enormi non farà altro che far basculare il corpo dell’atleta in maniera grossolana, in questo caso lo stimolo si sposta sui trapezi ed i deltoidi lavoreranno di meno.

 

Rimedio: Dimezzate i carichi, elevate il numero di range di ripetizioni e fregatevene se in palestra vi guardano sollevare pesi relativamente bassi. Lo scopo del bodybuilding non è sollevare carichi ma costruire muscoli, il carico è importante ma non deve essere un fattore limitante della crescita come nel caso dei deltoidi. Con carichi maggiormente gestibili ne guadagnerà la tecnica di esecuzione che per i deltoidi è importante.

3. DELTOIDE ANTERIORE TROPPO STRESSATO


Tutte le Distensioni per i pettorali e tutte le tipologie di curl per i bicipiti interessano i muscoli anteriori dei deltoidi, pertanto bisogna tenere conto di questi fattori per programmare la propria settimana di allenamento in modo ottimale. A volte deltoidi anteriori stanchi, per non dire “cotti”, sono il motivo numero 1 per lo scarso sviluppo delle spalle in senso globale.


Rimedio: Abolire tutte le alzate frontali, limitare le distensioni pettorali cercando di far riposare adeguatamente le spalle nella splite routine settimanale (esempio: spalle + braccia/ Gambe + Polpacci/ Pettorali + Dorso)


4. NON SI PERCEPISCE LA CONTRAZIONE MUSCOLARE DEI DELTOIDI DURANTE L’ALLENAMENTO


Questo problema va di pari passo con l'utilizzo di pesi troppo alti per i deltoidi. In questo caso i deltoidi cercheranno di reclutare altri muscoli per sollevare il carico dividendo quindi la fatica verrà condivisa con altri distretti, ma avranno anche meno benefici in termini di incremento della massa muscolare.


Rimedio: La Tecnica e la contrazione muscolare si curano, osservando le traiettorie dei movimenti enfatizzando la fase concentrica e soprattutto eccentrica del movimento, curando altresì la respirazione.


5. RANGE DI RIPETIZIONI TROPPO BASSO


Un Range di ripetizioni basso serve ad un powerlifter per migliorare le proprie prestazioni di forza ma ad un bodybuilder, con problemi di crescita nei deltoidi, serve a ben poco. 


Rimedio: I deltoidi che non crescono saranno composti quasi esclusivamente da fibre di resistenza e quindi avanti tutta con serie lunghe da 15-20 ripetizioni e recuperi bassi entro il minuto.

6. SPALLE MUSCOLOSE MA NON LARGHE


Molti sportivi allenano le spalle esclusivamente con esercizi di distensione, ma i deltoidi laterali che danno la larghezza alla spalla, non sempre vengono stimolati a sufficienza.


Rimedio: Inserite, prima o dopo l’esercizio di distensione adibito alle spalle, un esercizio di alzata laterale con peso medio basso cercando di rispettare i 5 punti sopra citati, quindi tecnica, contrazione muscolare e respirazione al top.


7. PROGRAMMA NON COMPLETO ed EQUILIBRATO


Spesso i programmi di allenamento per le spalle non sono completi e quindi a lungo andare i vostri muscoli avranno delle carenze di sviluppo.

 

Rimedio: Inserire tutti gli esercizi necessari per sviluppare il distretto muscolare dei deltoidi, molti non effettuano ad esempio le alzate laterali per i deltoidi posteriori e questo è un grave errore. Se allenate le spalle dopo i pettorali, non avrete bisogno o necessità di ulteriori distensioni, e quindi in questo caso è possibile allenare le spalle esclusivamente con delle alzate (laterali e per i posteriori). Alcuni trucchi del mestiere derivano da anni di allenamento, esperimenti su noi stessi e sugli altri.


8. NON USARE SUPER-SET, SERIE GIGANTI, SERIE A SCALARE 


Siete amanti delle serie tradizionali? E le spalle non crescono?


Rimedio: Inserire tecniche speciali; queste Tecniche ad alto volume sono l’asso di briscola per l’allenamento dei deltoidi in quanto si riescono ad effettuare molti esercizi in poco tempo, aumentando la densità di allenamento. La tecnica non ne risentirà, in quanto i carichi saranno sempre medio bassi, ma i muscoli avranno un tempo sotto tensione maggiore e quindi maggiore stimolo per la successiva crescita muscolare. Le serie a scalare o stripping sono la tecnica per antonomasia per allenare deltoidi laterali e posteriori alla massima intensità senza che la tecnica ne risenti.

 

9. ALLENARE LE SPALLE SOLO 1 VOLTA ALLA SETTIMANA


Se le vostre spalle sono composte esclusivamente o per la maggior parte da fibre di resistenza e con un solo allenamento settimanale non crescono forse è il caso di fare qualcosa, no?


Rimedio: Allenare le spalle due volte la settimana in questo modo:

  • Giorno 1: pettorali, deltoidi laterali e posteriori, tricipiti
  • Giorno 2: Gambe e Polpacci
  • Giorno 3: Lombari, Dorsali, deltoidi anteriori e posteriori, bicipiti

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

L'Allenamento delle Spalle di ​Shawn Rhoden
16 Settembre 2018

L'Allenamento delle Spalle di ​Shawn Rhoden

Come Allena le Spalle il Grande ​Shawn Rhoden

​Shawn Rhoden è uno degli atleti più simmetrici e con un fisico classico che possiamo vedere sui palchi di gare pro ifbb. Infatti Shawn Rhoden, non ha un fisico immenso in stile freak, super massoso, ma bensì armonico, tirato e simmetrico.

L'esercizio migliore per i deltoidi laterali
01 Ottobre 2014

L'esercizio migliore per i deltoidi laterali

Alzate laterali ai cavi

Per noi il migliore esercizio, per rendere tonde le spalle e far lavorare sodo il deltoidi laterale , sono le alzate laterali al cavo basso con un braccio. Come si esegue correttamente l’esercizio? in tutte le sue sfumature? Dalla posizione eretta col palmo rivolto verso la macchina, impugnare il cavo basso con una mano. Da questa posizione abdurre il bra...

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.