(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Aumento della Massa dei Deltoidi con ABC Allenamento FIT

data di redazione: 05 Agosto 2014 - data modifica: 02 Agosto 2017
Aumento della Massa dei Deltoidi con ABC Allenamento FIT

L’articolazione scapolomerale, ossia l’articolazione della spalla, rappresenta una delle articolazioni con maggior grado di movimento. Tale articolazione infatti consente movimenti sui 3 piani dello spazio. Una grande mobilità è tuttavia sintomatica di un elevato numero di eventi traumatici, come la lussazione e la sublussazione della spalla. Il deltoide, che rappresenta con tutta probabilità il principale muscolo di questo distretto anatomico, è rappresentato per oltre il 60% da fibre muscolari di tipo rosso (fibre di tipo I) e, per la restante parte da fibre bianche di tipo glicolitico (fibre di tipo IIb) , pertanto particolarmente predisposto a lavori di resistenza, assoggettati al metabolismo aerobico. Sappiamo che i muscoli della spalla consentono, o partecipano in maniera prioritaria, a movimenti di:

  • Abduzione, ad opera di sovraspinato e deltoide, nelle azioni che portano il braccio verso l’alto sul piano frontale, ad esempio nella fase concentrica delle alzate laterali;
  • Flessione, ad opera della regione anteriore del deltoide, ad esempio nella fase concentrica delle alzate frontali;
  • Extrarotazione, ad opera del piccolo rotondo, dell’infraspinato, e dell’area posteriore del deltoide.
Fatta questa premessa per sviluppare questi muscoli è necessario un lavoro di resistenza ad alte ripetizioni oppure utilizzare protocolli che abbiano tale lite motive. I carichi elevati con esercizi base tipo military press da Strongman servono per aumentare la forza di base, non bisogna basarsi però solo su questi, almeno se l'obiettivo è quello di incrementare la massa muscolare.



Aumentare la forza servirà per incrementare i carichi di riferimento nei vari esercizi di isolamento che vi faranno gonfiare le vostre spalle, un conto è utilizzare 5 kg per effettuare le alzate laterali ed un conto è utilizzare 10-15 kg, con la stessa tecnica di esecuzione ovviamente.

Il 70% del workout per i deltoidi deve essere composto da alzate di ogni tipo con ripetizioni alte con un range che supera le 12 ripetizioni. Movimenti lenti e bruciore intenso cercando di isolare i deltoidi dai trapezi. Il Top per tale situazione sono i cavi i quali permettono un utilizzo oserei dire perfetto per la tensione continua e per la loro malleabilità d'uso.


ABC ALLENAMENTO FIT il tuo personal trainer virtuale ti permetterà di sviluppare i deltoidi in modo efficace, divertente e vario.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Allenamento corretto delle spalle
02 Ottobre 2014

Allenamento corretto delle spalle

Consigli utili per incrementare la massa muscolare delle spalle e migliorarne la funzionalità

Come allenare correttamente le spalle per aumentare in modo efficace la massa muscolare, consigli utili su come migliorare la funzionalità dei muscoli deltoidi e trapezi 

Come allenare le Spalle correttamente
02 Ottobre 2014

Come allenare le Spalle correttamente

In Palestra molti sbagliano l'allenamento dei deltoidi con abbinamenti muscolari sbagliati , carichi troppo elevati e anche errori tecnici. Nel nostro metodo di allenamento i deltoidi sono inseriti nel giorno 1 adibito alla spinta , mentre i trapezi e deltoidi posteriori nel giorno 2 adibito alla trazione .   

Ultimi post pubblicati

Warrior Diet - Giornata Tipo
21 Febbraio 2019

Warrior Diet - Giornata Tipo

A differenza dei piani dietetici convenzionali, la WARRIOR DIET richiede di mangiare poco durante il giorno e di banchettare nelle ore serali, come del resto facevano i nostri antenati. Nell'antichità i guerrieri si allenavano a stomaco vuoto, mangiando molto meno durante il giorno, per poi mangiare a sazietà alla sera, dopo aver ucciso un animale o al termine di una battaglia.

Crema Catalana Proteica
20 Febbraio 2019

Crema Catalana Proteica

La crema catalana è un dolce al cucchiaio della tradizione spagnola, più precisamente della regione della Catalogna. Ha l’aspetto di una crema inglese con la superficie croccante, frutto della caramellizzazione dello zucchero che forma una vera e propria crosticina ambrata. Ha un sapore dolce aromatizzato al limone e solitamente si presenta in cocotte singole. Vediamo assieme come realizzarla in una versione fit super proteica.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 5
N. porzioni: 2