Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

BodyBuilding e CrossFit - Come Aprire le Proprie Frontiere

data di redazione: 09 Gennaio 2016 - data modifica: 25 Novembre 2018
BodyBuilding e CrossFit - Come Aprire le Proprie Frontiere

L'allenamento di bodybuilding sostanzialmente è strutturato in:

  • allenamento con bilancieri e manubri (pesi liberi)
  • allenamento con le macchine e cavi

Poi si possono aggiungere alcuni esercizi di altri settori come gli esercizi a corpo libero e gli esercizi olimpionici molto in voga in questo ultimo periodo.

ALLENAMENTO CON I PESI LIBERI

L'allenamento con i pesi, se fatto con criterio, ha diversi vantaggi:

  1. migliora la forza in tutte le sue componenti (massima, esplosiva e rapida)
  2. contribuisce al corretto sviluppo dei muscoli sinergici e stabilizzatori
  3. ottimizza la coordinazione motoria
  4. educa ad un maggiore controllo/comando nervoso sul muscolo.

Nonostante i numerosi vantaggi, i pesi liberi possiedono anche alcuni "aspetti negativi":

  1. esecuzione degli esercizi più difficile, una tecnica errata può portare ad un infortunio e problemi di natura fisica posturale
  2. maggior tempo di apprendimento della corretta tecnica di esecuzione
  3. maggiore difficoltà nell'isolamento di un movimento o di un gruppo muscolare.

ALLENAMENTO CON LE MACCHINE

Le macchine di ultima generazione sono state realizzate per facilitare al massimo il loro utilizzo, per cui anche l'apprendimento delle tecniche di esecuzione risulta più semplice e rapido.

Lo svolgimento dei movimenti, poiché in qualche modo condizionato, riduce drasticamente il rischio di infortuni articolari, muscolari e da sovraccarico, soprattutto nei confronti della colonna vertebrale.

L'allenamento con le macchine però non favorisce lo sviluppo dei muscoli sinergici e stabilizzatori, non educa il corpo ad una migliore coordinazione e non ottimizza il controllo/comando nervoso sul muscolo.

L'ALLENAMENTO DI BODYBUILDING PERFETTO

L'Allenamento per sviluppare la massa muscolare deve contenere sia esercizi con pesi liberi, che esercizi con le macchine per sfruttare in modo completo le qualità di entrambi i settori.

CONSIDERAZIONI

Noi di ABC Allenamento siamo aperti a tutti i settori dell'allenamento in palestra, perché ogni settore vi donerà qualcosa. Bisogna aprire gli orizzonti verso nuove discipline, senza arroccarsi al proprio bagaglio tecnico, per paura di perdere qualcosa, non si perde nulla, casomai si acquisisce.

Mi spiego meglio: moltissime persone hanno praticato bodybuilding per anni e da anni continuano ad allenarsi nello stesso modo, avendo un vero e proprio astio verso le nuove discipline, che si stanno inserendo in palestra come il functional training, kettlebell training e crossfit su tutte.

Secondo noi questo discorso è sbagliato, perché rimanendo sempre negli stessi parametri dell'allenamento di bodybuilding, con l'obiettivo di incrementare la massa muscolare, si possono inserire esercizi funzionali ottimi per allenare aree muscolari alquanto ostiche.

Pensate alle aperture inverse del suspension training, esercizio del functional training che è ottimo per allenare certi dettagli dei deltoidi posteriori e per migliorare la postura, contrastando l'aspetto cifotico di molti bodybuilder.

Pensate ad un push press esplosivo con 1 kettlebell, esercizio ottimo per deltoidi e tricipiti, nettamente migliore della distensione con manubrio.

Pensate ai dip con gli anelli che sviluppano pettorali grossi come quelli di Arnold Schwarzenegger.

APRIRE LE FRONTIERE

Insomma aprendo le frontiere il fisico ci guadagna; sappiate che è così in tutte le discipline, anche in quelle marziali, rimanere fossilizzati nel proprio orto, si rimarrà sempre e comunque limitati al proprio orto.

Stesso discorso però vale anche per i moderni avventori sfegatati del functional training. Questi per anni hanno utilizzato macchine e tecniche di bodybuilding ed ora letteralmente le "schifano".

L'obiettivo del functional training è diverso da quello del bodybuilding, però questo non toglie che alcuni wod possano essere effettuati anche con l'impiego di certe macchine isotoniche, soprattutto per i neofiti. O vogliamo spaccarli in 2 mesi?

Effettuare delle girate al petto, stacchi, distensioni agli anelli in circuiti spacca fiato, è pericoloso soprattutto in persone che non hanno un pieno controllo della tecnica.

In Italia siamo fantastici: negli anni 90 in certe palestre commerciali non si poteva effettuare stacco o squat e gli istruttori, diplomati isef, secchi come chiodi, non avendo mai sollevato un manubrio o bilanciere, si rifiutavano di inserire tali esercizi nelle schede e di insegnare i movimenti, non avendoli mai effettuati era chiaro no?.

Le schede di allenamento erano ridicole:

  • distensioni con manubri e croci per i pettorali
  • lat machine e vertical row per i dorsali
  • lento dietro ed alzate laterali per le spalle
  • pressa orizzontale, leg extension e leg curl per le gambe
  • innumerevoli esercizi per le braccia

Allenamenti che possono andare bene per un principiante, ma che dopo qualche tempo diventano inutili.

In queste palestre ed in questi anni, essendo il bodybuilding agli inizi in Italia, in quanto prima veniva praticato da pochi appassionati, gli avventori, che volevano fare le cose come si deve, si affidavano alle riviste americane ed italiane per incrementare la massa muscolare.

Ora con il moderno CrossFit anche le donne anziane effettuano stacchi, slanci, strappi, rematori, distensioni, anzi gli esercizi più ostici del bodybuilding sono diventati acqua fresca.

Noi di ABC Allenamento praticando bodybuilding, crossfit, arti marziali, lotta e sport da combattimento siamo giunti alla conclusione che ognuno di noi deve seguire il proprio percorso, il quale deve avere una strada maestra, questa strada può avere, a volte, delle intersezioni che possono far cambiare il proprio cammino.

Terminata l'intersezione si ritorna alla strada maestra, avendo delle nozioni, tecniche ed esperienze in più. Questo non farà altro che migliorare il vostro fisico e soprattutto bagaglio tecnico!

Quindi perchè non inserire in certi periodi dell'anno lo slancio nel bodybuilding, Reg Park e anche Arnold da giovane lo effettuavano. Perché non inserire alcuni esercizi come le distensioni agli anelli, tirate inverse al trx oppure un toes to bar? Stesso discorso vale per i Wod del CrossFit. Siate aperti e non chiusi!

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Il Principio della Tensione Continua nel Body Building
01 Ottobre 2014

Il Principio della Tensione Continua nel Body Building

Quando e come usare questo principio del body building e quando NO

Nel Body Building vi sono vari metodi , varie teorie di allenamento. Quando applicare un metodo e quando no? Quando applicare un principio e quando no? quali esercizi usare con determinate tecniche e quali esercizi Non usare ? Articolo dedicato alla tensione continua , principio WEIDER molto usato ed abusato nel Body Building 

Come Aumentare la Motivazione per l’Allenamento
02 Maggio 2018

Come Aumentare la Motivazione per l’Allenamento

4 piccoli passi per migliorare la motivazione e passione per l’allenamento

Se vuoi dei grandi cambiamenti a livello fisico, se vuoi migliorare a livello prestazionale nel tuo sport, devi cambiare anche lo stile di vita, altrimenti i risultati in palestra non arriveranno mai, senza un adeguato cambiamento nel vostro atteggiamento mentale.

Ultimi post pubblicati

Allenamenti Da Casa
25 Ottobre 2020

Allenamenti Da Casa

Quella di allenarsi a casa è quindi una scelta condivisa da un grande numero di persone che per difficoltà logistiche e spesso anche economiche preferiscono praticare un po’ di sano movimento tra le le mura domestiche senza aggiungere allo stress della vita quotidiana l’impegno di dover recarsi in palestra più volte a settimana.

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione
21 Ottobre 2020

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione

Ogni porzione permette di ottenere 6 piccoli pancake all'americana, oppure 2 grandi pancake, e questo a seconda delle dimensioni della padella che utilizzate, il tutto vi offrirà un apporto proteico pari a 36 grammi, una quantità senza uguali in confronto ad altri prodotti simili.