ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Deltoidi Posteriori Definiti con le Reverse Fly ai Cavi

data di redazione: 10 Marzo 2016
Deltoidi Posteriori Definiti con le Reverse Fly ai Cavi

Il deltoide è un muscolo a forma di mezza coppa che ricopre la spalla. La funzione principale di questo muscolo abduttore e elevatore è quella di permettere al braccio di sollevarsi fino a 180 gradi. Malgrado sia un unico muscolo, i suoi fasci posteriori e i suoi fasci anteriori sono antagonisti. Si può quindi suddividere in:

  • deltoide anteriore
  • deltoide laterale
  • deltoide posteriore.

DELTOIDI POSTERIORI INESISTENTI

Un problema comune a molte persone che praticano body-building è quello di avere la parte posteriore dei propri deltoidi sproporzionata e sotto sviluppata rispetto al resto del corpo.

Questo problema è correlato al fatto, che spesso gli esercizi per i deltoidi posteriori non vengono presi in considerazione e quindi inseriti nelle schede di allenamento.

E' anche vero che i deltoidi posteriori lavorano tantissimo con i rematori, ma è altrettanto vero che in questi esercizi di base, gran parte del lavoro viene effettuato dai muscoli dorsali; pertanto un esercizio di isolamento ci dovrà sempre essere soprattutto se una zona è carente!

Spesso vengono effettuate le alzate a 90° con busto flesso o con il busto in appoggio su di una panca inclinata utilizzando 2 manubri; esercizi che piacciono poco agli avventori delle palestre per una semplice ragione: SONO SCOMODI.

Consigliamo di provare le:

REVERSE FLY AI CAVI

In quanto sono forse l'esercizio migliore per isolare i deltoidi posteriori. Consigliamo di inserire tale esercizio al termine di una routine per le spalle e trapezi completa di distensioni, tirate al mento ed alzate oppure anche dopo una sessione di allenamento della schiena con stacchi, trazioni e rematori.

Esecuzione:

  1. Portatevi ad una postazione di cavi incrociati
  2. Fate un passo in avanti, portando la gamba sinistra davanti alla destra
  3. Afferrate le due maniglie collegati ai due cavi alti del macchinario
  4. Il braccio destro impugnerà il cavo sinistro
  5. Il braccio sinistro impugnerà il cavo destro
  6. Inizialmente le braccia dovranno essere distese davanti al petto
  7. Senza tirare la schiena indietro, la quale dovrà stare ferma ed immobile, tirate i cavi verso l'esterno, aprendo le braccia e facendo forza con le spalle
  8. Le scapole dovranno avvicinarsi contraendo i deltoidi posteriori

Essendo un esercizio in puro isolamento, consigliamo la tecnica SUPER SLOW per enfatizzare il lavoro sui muscoli interessati.

Clicca qui per la versione unilaterale



Potrebbe interessarti anche

Trazioni alla sbarra, Lat machine avanti o dietro
08 Marzo 2017

Trazioni alla sbarra, Lat machine avanti o dietro

Come allargare sul serio i muscoli dorsali

Che differenza c'è tra la Lat machine avanti e la Lat machine dietro? Ovvero tra l'esecuzione con la sbarra portata davanti al petto e quella dietro con la sbarra portata dietro la testa?

Trazioni al Lat Machine avanti al petto
01 Ottobre 2014

Trazioni al Lat Machine avanti al petto

Lat-machine Pulldowns

Tenendo la schiena arcuata durante l'esercizio, lentamente tirate il peso verso il basso fino a quando non toccherà la parte superiore del torace davanti al collo. Ritornate lentamente alla posizione di partenza e ripetete il movimento.

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.