(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Distensioni a Presa Stretta su Panca Reclinata con i Manubri

data di redazione: 08 Novembre 2015
Distensioni a Presa Stretta su Panca Reclinata con i Manubri

Posizione Scomoda che Garantisce Risultati Strepitosi

Esercizio di bodybuilding fantastico, molto simile alla versione su panca piana, che permette di fornire uno stimolo diverso alla crescita muscolare di pettorali e tricipiti. La differenza è che con la panca declinata le spalle lavorano molto meno.

ESECUZIONE

  • Regolate la panca a circa 30-40° sotto l’orizzontale.
  • Agganciate i piedi sotto i rulli imbottiti per avere stabilità durante l’esecuzione dell’esercizio
  • Con i manubri i mano sdraiatevi sulla panca

  • Testa, spalle e glutei devono rimanere pienamente a contatto con la panca, mentre la colonna lombare è leggermente inarcata. Tenete i gomiti vicino ai fianchi e state attenti a non aprirli.
  • Tenete i manubri vicini, ma non separati, con le palme rivolte verso l’interno (presa neutra).
  • All’inizio potete appoggiarli su di voi.

MOVIMENTO


  • Distendete verticalmente le braccia mantenendo i pesi staccati in modo da costringere ciascun braccio a lavorare singolarmente per stabilizzarli
  • Distendete completamente e contraete a tutta forza i tricipiti per un secondo
  • Abbassate i manubri portandoli ai lati della parte inferiore del petto e fermandovi poco prima del contatto
  • Ripetete per il numero di ripetizioni desiderato

CONSIGLI TECNICI


  • Lavorate con un Assistente che, oltre a verificare il vostro lavoro, potrà togliervi i pesi alla fine di ogni serie in modo da evitare eventuali traumi alle spalle nel getto dei manubri a terra.
  • Da una posizione declinata infatti il getto dei manubri a terra può essere traumatico
  • Sollevate i manubri seguendo una traiettoria verticale e non all’indietro verso il volto
  • Cercate di mantenere una distanza di 5 cm tra i manubri
  • Esercizio che può essere inserito in una scheda pettorali e tricipiti come esercizio di transizione dei due distretti muscolari
  • E’ possibile eseguirlo anche con un braccio alla volta
  • Se avete la possibilità è possibile eseguire tale esercizio con i manubri UNITAMENTE ai cavi. In questo caso i cavi saranno collegati con delle polsiere ai polsi in modo da aumentare la tensione continua dei muscoli. Una volta giunti al cedimento, gettate i manubri a terra e continuate con i cavi.
Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Alzate Frontali con Bilanciere Proni su Panca Inclinata
11 Aprile 2015

Alzate Frontali con Bilanciere Proni su Panca Inclinata

Un esercizio per isolare ulteriormente i deltoidi anteriori

Questo esercizio è una variante delle alzate frontali in piedi. Isolare ulteriormente un muscolo che già viene allenato con un esercizio d'isolamento, è l'obiettivo che si pone di realizzare questo movimento.

Distensioni con Manubri Presa Neutra su Panca
02 Dicembre 2017

Distensioni con Manubri Presa Neutra su Panca

Esercizio per Pettorali e Tricipiti che preserva le Spalle

Le distensioni con manubri con presa parallela sono un esercizio che stimola i muscoli pettorali e tricipitipreservando le spalle. Moltissimi ragazzi/e che si allenano in palestra hanno problemi con le tradizionalidistensioni alla panca piana con bilanciere, manubri o alla macchina a leveraggio, risentendo dolori alle spalle.

Ultimi post pubblicati

Come Allenarsi Per Aumentare La Forza
19 Gennaio 2019

Come Allenarsi Per Aumentare La Forza

La forza è la madre delle capacità condizionali, allenarla significa migliorare le performance sportive e sviluppare nel migliore dei modi le altre capacità del corpo umano. Pertanto in ogni programma di allenamento che si rispetti, dovrebbe essere inserito un mesociclo o due, interamente dedicati all'aumento della forza muscolare.

Forza in Superset
20 Gennaio 2019

Forza in Superset

Il sistema della Forza in Superset ha come obiettivo quello di mantenere la forza e la massa acquisita nei mesocicli precedenti e contemporaneamente incrementare il metabolismo attraverso una maggior produzione di lattato e secrezione di ormone GH.