ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Distensioni a Presa Stretta su Panca Reclinata con i Manubri

data di redazione: 08 Novembre 2015
Distensioni a Presa Stretta su Panca Reclinata con i Manubri

Posizione Scomoda che Garantisce Risultati Strepitosi

Esercizio di bodybuilding fantastico, molto simile alla versione su panca piana, che permette di fornire uno stimolo diverso alla crescita muscolare di pettorali e tricipiti. La differenza è che con la panca declinata le spalle lavorano molto meno.

ESECUZIONE

  • Regolate la panca a circa 30-40° sotto l’orizzontale.
  • Agganciate i piedi sotto i rulli imbottiti per avere stabilità durante l’esecuzione dell’esercizio
  • Con i manubri i mano sdraiatevi sulla panca

  • Testa, spalle e glutei devono rimanere pienamente a contatto con la panca, mentre la colonna lombare è leggermente inarcata. Tenete i gomiti vicino ai fianchi e state attenti a non aprirli.
  • Tenete i manubri vicini, ma non separati, con le palme rivolte verso l’interno (presa neutra).
  • All’inizio potete appoggiarli su di voi.

MOVIMENTO


  • Distendete verticalmente le braccia mantenendo i pesi staccati in modo da costringere ciascun braccio a lavorare singolarmente per stabilizzarli
  • Distendete completamente e contraete a tutta forza i tricipiti per un secondo
  • Abbassate i manubri portandoli ai lati della parte inferiore del petto e fermandovi poco prima del contatto
  • Ripetete per il numero di ripetizioni desiderato

CONSIGLI TECNICI


  • Lavorate con un Assistente che, oltre a verificare il vostro lavoro, potrà togliervi i pesi alla fine di ogni serie in modo da evitare eventuali traumi alle spalle nel getto dei manubri a terra.
  • Da una posizione declinata infatti il getto dei manubri a terra può essere traumatico
  • Sollevate i manubri seguendo una traiettoria verticale e non all’indietro verso il volto
  • Cercate di mantenere una distanza di 5 cm tra i manubri
  • Esercizio che può essere inserito in una scheda pettorali e tricipiti come esercizio di transizione dei due distretti muscolari
  • E’ possibile eseguirlo anche con un braccio alla volta
  • Se avete la possibilità è possibile eseguire tale esercizio con i manubri UNITAMENTE ai cavi. In questo caso i cavi saranno collegati con delle polsiere ai polsi in modo da aumentare la tensione continua dei muscoli. Una volta giunti al cedimento, gettate i manubri a terra e continuate con i cavi.


Potrebbe interessarti anche

Low Row Homemade
13 Novembre 2016

Low Row Homemade

Il Low Row non è altro che una macchina isotonica della famiglia dei Pulley, dopo anni di ricerche, i costruttori sono passati dal Pulley, al Vertical Row degli anni 90, sino ad arrivare al Low Row dei giorni nostri.

Guida Anatomica sui 13 Distretti Muscolari con i Migliori Esercizi di BodyBuilding - 2° Parte
06 Agosto 2015

Guida Anatomica sui 13 Distretti Muscolari con i Migliori Esercizi di BodyBuilding - 2° Parte

Seconda parte dell'articolo Guida Anatomica sui 13 Distretti Muscolari con i Migliori Esercizi di BodyBuilding dove abbiamo fornito nozioni sui vari distretti muscolari.

Ultimi post pubblicati

Come Allenarsi a Casa Tutto L'anno
11 Maggio 2021

Come Allenarsi a Casa Tutto L'anno

Questo programma è completo ed esaustivo, in quanto è composto da schede di allenamento specifiche per l'aumento della massa e forza muscolare e altre specifiche per la definizione muscolare, mediante l'esecuzione degli esercizi più importanti ed efficaci del bodybuilding.

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine