(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Esercizi di Bodybuilding Unilaterali e Bilaterali

data di redazione: 28 Luglio 2014 - data modifica: 02 Dicembre 2017
Esercizi di Bodybuilding Unilaterali e Bilaterali

L'importanza di usare gli Esercizi Unilaterali nel Bodybuilding

Esercizi di Bodybuilding Unilaterali e Bilaterali

Avete mai fatto caso che il carico di un esercizio di bodybuilding eseguito un arto per volta, supera il carico dell'esercizio eseguito in maniera bilaterale? Alcuni atleti e preparatori si sono accorti molti anni fa, che usando ad esempio la leg extension, effettuandola una gamba per volta, riuscivano a caricare molto di più, rispetto al 50% del carico che usavano con due gambe. Questo l'abbiamo riscontrato anche noi in moltissimi esercizi di bodybuilding. Il deficit bilaterale (BLD) è un effetto che coinvolge soprattutto le persone con arti molto lunghi, con SNC -sistema nervoso centrale-inefficiente, come un principiante che si avvicina alla palestra per la prima volta.

Questo strano effetto che il nostro sistema nervoso ci offre, andrebbe corretto. Bisognerebbe ad ogni seduta, effettuare anche un lavoro unilaterale, che può avvantaggiare anche l'atleta avanzato: se anche non si ha il BLD, il lavoro unilaterale sviluppa:

  • la coordinazione
  • rinforza il Core

Qual è la definizione di bilaterale e unilaterale?

  1. Un esercizio bilaterale è un esecizio che coinvolge contemporaneamente le due parti del nostro corpo.
  2. Un esercizio unilaterale ne coinvolge solo una parte alla volta. 

Per il nostro sistema nervoso è difficile reclutare fibre ad alta attivazione durante un esercizio bilaterale. Più elevato è il BLD e più grande sarà questo grado di reclutamento. I principianti, persone con un SNC inefficiente ed individui con arti lunghi hanno un deficit bilaterale pronunciato e quindi recluteranno molte meno unità motorie (HTMU - High Treshold Motor Unit, unità motorie a veloce attivazione) rispetto ad altre persone. E' da dire che mano a mano che una persona acquisisce esperienza e diventa più efficiente a livello di SNC, quest'effetto diminuisce.

Le persone elencate prima, soprattutto i principianti, dovrebbero avere sessioni con molti esercizi unilaterali in maniera da rendere più efficiente il loro SNC - sistema nervoso centrale-.

Comunque, il lavoro bilaterale rimane una parte molto importante del nostro allenamento in quanto i grandi esercizi sono tutti bilaterali :

  • stacco
  • panca
  • squat
  • girata e distensione

In conclusione, per i motivi sopra esposti, anche da atleti avanzati cercate di inserire alcuni esercizi unilaterali nelle vostre routine come ad esempio :

Buon ABC Allenamento 

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Esercizi pericolosi in palestra
30 Settembre 2014

Esercizi pericolosi in palestra

Tutti gli esercizi possono essere pericolosi e traumatici se eseguiti in modo Barbaro e sbagliato. Però alcuni Ex sono più pericolosi di altri per le loro traiettorie e movimenti innaturali. Ecco alcuni esercizi con le relative motivazioni che possono essere potenzialmente pericolosi

Drag Curl
12 Marzo 2017

Drag Curl

Reso famoso dal celebre preparatore anni 70°, Vince Gironda, il Drag Curl è un eccellente esercizio per lo sviluppo dei bicipiti, e non solo. Si parte con una presa leggermente più larga delle spalle e il bilanciere deve rimanere a contatto con le cosce.

Ultimi post pubblicati

Speciale Allenamento Deltoidi
20 Ottobre 2018

Speciale Allenamento Deltoidi

4 Esempi di Allenamento per Sviluppare i Deltoidi

I deltoidi sono muscoli collocati all’interno dell'articolazione della spalla, i muscoli deltoidi si suddividono in anteriori, mediali e posteriori, infraspinato, sovraspinato, piccolo rotondo e grande rotondo, sottoscapolare.

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.