Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Esercizi di Bodybuilding Unilaterali e Bilaterali

data di redazione: 28 Luglio 2014 - data modifica: 02 Dicembre 2017
Esercizi di Bodybuilding Unilaterali e Bilaterali

L'importanza di usare gli Esercizi Unilaterali nel Bodybuilding

Esercizi di Bodybuilding Unilaterali e Bilaterali

Avete mai fatto caso che il carico di un esercizio di bodybuilding eseguito un arto per volta, supera il carico dell'esercizio eseguito in maniera bilaterale? Alcuni atleti e preparatori si sono accorti molti anni fa, che usando ad esempio la leg extension, effettuandola una gamba per volta, riuscivano a caricare molto di più, rispetto al 50% del carico che usavano con due gambe. Questo l'abbiamo riscontrato anche noi in moltissimi esercizi di bodybuilding. Il deficit bilaterale (BLD) è un effetto che coinvolge soprattutto le persone con arti molto lunghi, con SNC -sistema nervoso centrale-inefficiente, come un principiante che si avvicina alla palestra per la prima volta.

Questo strano effetto che il nostro sistema nervoso ci offre, andrebbe corretto. Bisognerebbe ad ogni seduta, effettuare anche un lavoro unilaterale, che può avvantaggiare anche l'atleta avanzato: se anche non si ha il BLD, il lavoro unilaterale sviluppa:

  • la coordinazione
  • rinforza il Core

Qual è la definizione di bilaterale e unilaterale?

  1. Un esercizio bilaterale è un esecizio che coinvolge contemporaneamente le due parti del nostro corpo.
  2. Un esercizio unilaterale ne coinvolge solo una parte alla volta. 

Per il nostro sistema nervoso è difficile reclutare fibre ad alta attivazione durante un esercizio bilaterale. Più elevato è il BLD e più grande sarà questo grado di reclutamento. I principianti, persone con un SNC inefficiente ed individui con arti lunghi hanno un deficit bilaterale pronunciato e quindi recluteranno molte meno unità motorie (HTMU - High Treshold Motor Unit, unità motorie a veloce attivazione) rispetto ad altre persone. E' da dire che mano a mano che una persona acquisisce esperienza e diventa più efficiente a livello di SNC, quest'effetto diminuisce.

Le persone elencate prima, soprattutto i principianti, dovrebbero avere sessioni con molti esercizi unilaterali in maniera da rendere più efficiente il loro SNC - sistema nervoso centrale-.

Comunque, il lavoro bilaterale rimane una parte molto importante del nostro allenamento in quanto i grandi esercizi sono tutti bilaterali :

  • stacco
  • panca
  • squat
  • girata e distensione

In conclusione, per i motivi sopra esposti, anche da atleti avanzati cercate di inserire alcuni esercizi unilaterali nelle vostre routine come ad esempio :

Buon ABC Allenamento 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Come Eseguire le Croci con Problemi all'Articolazione della Spalla
10 Novembre 2016

Come Eseguire le Croci con Problemi all'Articolazione della Spalla

Croci ai Cavi Monolateral per evitare problemi alle articolazioni delle spalle

Lavorando ad un braccio alla volta ci sarà la possibilità di modulare il carico; se ad esempio il problema è nella parte destra, con la sinistra potrete utilizzare un carico maggiore.

Esercizio di Rifinitura Pettorale
21 Aprile 2018

Esercizio di Rifinitura Pettorale

Around the world con manubri su panca

Con questo esercizio tutte le fibre del petto vengono allungate e richiamate. Sia la parte alta dei pettorali, che quella mediana che quella bassa sono coinvolte durante l’esecuzione di questo esercizio.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.