Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Pettorali e Tricipiti Grossi con le Distensioni alle Parallele

data di redazione: 04 Agosto 2014 - data modifica: 06 Marzo 2017
Pettorali e Tricipiti Grossi con le Distensioni alle Parallele

DIP ALLE PARALLELE CONSIGLI TECNICI

Le parallele a nostro avviso sono un attrezzo fantastico per lo sviluppo dei tricipiti e pettorali che prevede l'utilizzo del proprio peso corporeo addizionato con un sovraccarico nella cintura per gli atleti più forti.

Le distensioni alle parallele sono un esercizio globale dove lavorano in sinergia pettorali, deltoidi, tricipiti. Molti ragazzi catalogano questo esercizio esclusivamente per lo sviluppo dei tricipiti e da questo concetto che nasce l'errore più grande. Avendo questa convinzione le persone si attaccano 30-40 kg alla catena della cintura da sollevamento ed effettuano l'esercizio in modo parziale, facendo lavorare solo i tricipiti.

Nella circostanza avviene che l'atleta non vada giù completamente ma solo fino ad un certo limite, facendo lavorare solo le braccia. Con 30-40 kg aggiuntivi, scendere in maniera profonda è molto pericoloso soprattutto per le spalle che possono subire infortuni.


L'esercizio per essere efficace deve essere profondo.


Ai fini dell'ipertrofia bisogna scendere molto, stirando ben bene le fibre del petto e tricipiti e per fare ciò è necessario usare solamente il peso corporeo che sarà più che sufficiente per incrementare la massa muscolare dei distretti coinvolti.

Bisogna scendere profondamente e molto lentamente e nella risalita non bisogna estendere completamente le braccia. Effettuare le dip parziali è come eseguire un mezzo squat con pesi immani invece che fare uno squat completo con pesi inferiori.

Le DIP sono sicuramente un esercizio valido da considerarsi un esercizio base per i pettorali al pari delle distensioni su panca piana, solo che non hanno il medesimo successo della panca per vari motivi:


  • Coinvolgono più muscoli della panca, in alcuni atleti bruciano solo le spalle e non il petto.
  • La panca la possono eseguire tutti, in quanto le distensioni alle parallele con il proprio peso per molti è un massimale. Non tutti riescono a fare le DIP per esempio perchè sono troppo pesanti o troppo deboli, mentre alla piana un carico adatto per quanto fuori forma è un individuo lo trova.

Il nostro consiglio è quello di inserire le dip alle parallele come esercizio di massa per il petto, alternandolo con le distensioni su panca con bilanciere. Cominciate ad inserire le dip alle parallele come primo esercizio e vedrete dei miglioramenti in termini di ipertrofia nei vostri pettorali.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Squat Unilaterali alla Smith Machine
15 Dicembre 2015

Squat Unilaterali alla Smith Machine

Squat ad una gamba eseguito al bilanciere guidato

Trazioni alla Sbarra con Presa ravvicinata
14 Febbraio 2019

Trazioni alla Sbarra con Presa ravvicinata

Close Grip Chins

Come altre variazioni di trazioni alla sbarra, le Close Grip Chins sono un movimento per sviluppare l'ampiezza dei dorsali. Lavorano anche i bicipiti, deltoidi posteriori e muscoli flessori degli avambracci.

Ultimi post pubblicati

Colazione: Sì o No?
10 Agosto 2020

Colazione: Sì o No?

La colazione è sempre stata considerata dai nutrizionisti un dogma imprescindibile, dove coloro che iniziavano la giornata con solo un caffè erano, per anni, considerati dei blasfemi. Ultimamente il recente successo delle tecniche di digiuno intermittente hanno minato questa certezza.