Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Stacco Sumo VS Stacco da Terra

data di redazione: 08 Maggio 2014 - data modifica: 23 Febbraio 2017
Stacco Sumo VS Stacco da Terra

Confronto tra le 2 Versioni di Stacco e Consigli di Allenamento

Stacco Sumo VS Stacco da terra

Gli Stacchi Sumo spostano parte dell'enfasi sui seguenti muscoli :

  1. glutei
  2. muscoli posteriori della coscia
  3. quadricipiti
  4. fianchi
  5. trapezi

Se si verificano problemi di schiena con tale variante di esercizio significa che vi sono già problemi pregressi a tale zona corporea in quanto lo stacco in versione sumo è da preferire allo stacco tradizionale per chi ha appunto problemi di schiena. Vediamo di entrare nel merito del discorso paragonando le due versioni di esercizio confrontando pregi e difetti e variabili tecniche.

Struttura ossea

Stacco da terra: I sollevatori con un tronco breve e braccia lunghe in genere hanno un rendimento migliore con gli stacchi convenzionali.

Stacchi Sumo: I sollevatori con un tronco lungo e braccia corte in genere hanno un rendimento migliore con gli stacchi sumo.

traiettoria del bilanciere

Stacco da terra: Il bilanciere deve percorrere una distanza più lunga.

Stacco Sumo: Il bilanciere percorre una distanza più breve. L’impostazione larga dei piedi può essere una posizione difficoltosa soprattutto per quanto riguarda i fianchi, pertanto con certi carichi è una posizione da provare in quanto non abituale.

Posizione dei Piedi

Stacco da terra: I piedi sono generalmente dritti in avanti o con le punte leggermente verso l'esterno.

Stacco Sumo: I piedi devono essere inclinati lungo la linea che va dal centro della vostra coscia al centro della caviglia.

Il passaggio da un tipo di stacco all'altro non sempre si traduce in miglioramenti, anche se il nuovo stile è più adatto al vostro tipo di corporatura. Infatti può capitare che deadlifters esperti, che hanno speso anni, allenandosi con uno stile che sia tradizionale o Sumo, cambiando poi versione, potrebbero avere un forte calo nei carichi soprattutto nella prova massimale.

Questo perché sono stati dedicati anni a costruire la forza muscolare necessaria in quel particolare stile ove tutti i tasselli muscolari sono al 100% per quella particolare versione!

Un consiglio? Un consiglio è quello di non abbondare la strada vecchia per la strada nuova, sino a che non avete imparato bene il percorso della nuova! Quindi se siete fortissimi nello stacco da terra e volete passare alla versione sumo, non abbandonatelo, ma aspettate di diventare forti nello stacco sumo.

Ai Principianti che non hanno mai provato le due versioni di stacco, consigliamo di iniziare ad allenarle entrambe, magari allenando lo stacco convenzionale nel giorno dell’allenamento della schiena e lo stacco sumo nel giorno dell’allenamento delle gambe, sino a che non verificate di persona quale sia la versione più adatta ed idonea a voi.

STACCO SUMO CON BILANCIERE VERSIONE FUNZIONALE

La Versione funzionale dell'esercizio prevede il sollevamento globale del bilanciere da terra sino al mento rendendo il movimento decisamente più globale e completo.

E' un esercizio molto duro e necessita di qualche lezione tecnica con un buon istruttore per mettere insieme tutti i tasselli del movimento. Consigliamo di iniziare l'esercizio con carichi bassi.

STACCO SUMO CON KETTLEBELL

Se non avete un bilanciere con adeguati dischi, oppure volete allenarvi all'aperto, una buona variante è rappresentata dallo Stacco sumo con kettlebell!

In questa versione, rispetto alle precedenti, si allenano molto di più presa ed avambracci in quanto la maniglia della kettlebell è più larga rispetto al bilanciere.

L'importante è che partiate da terra con la Kettlebell che sia tassativamente collocata dietro la linea dei vostri piedi, ed il movimento da terra sino al mento non deve essere LINEARE ma bensì quasi CIRCOLARE.

Vi accorgerete subito che eseguendo il movimento con una linea retta vi stancherete presto ed eseguirete poche ripetizioni, mentre con movimenti più armonici circolari effettuerete molte ripetizioni in più.

D'altronde è lo scopo del functional training eseguire più ripetizioni con un determinato carico sfruttando la tecnica e la sinergia in contrario al body building nel quale si cerca di rendere più duro un esercizio, anche se leggero, con tecniche intensive per stressare maggiormente i muscoli.

Sono due mondi che hanno due obiettivi diversi.

Buon Allenamento con ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Stacco da terra
27 Gennaio 2019

Stacco da terra

Come eseguire in modo impeccabile ed efficace uno dei migliori esercizi per la massa muscolare e definizione

Quando imparate a gestire questo esercizio non lo abbandonerete mai perché vi darà tante soddisfazioni in termini di aumento della forza globale , incremento massa muscolare e anche definizione muscolare in quanto gli ormoni anabolici stimolati in modo massiccio determinano anche una perdita del grasso.

BodyBuilding Esercizi Base ed Esercizi Complementari
06 Marzo 2016

BodyBuilding Esercizi Base ed Esercizi Complementari

Ecco una semplice rubrica dedicata ai meno esperti sulla divisione degli esercizi in palestra:  base e complementari.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.