Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Trap Bar come Prima Alternativa dello Squat con Bilanciere

data di redazione: 11 Novembre 2016
Trap Bar come Prima Alternativa dello Squat con Bilanciere

Non tutti si trovano a proprio agio con lo squat con bilanciere, il re degli esercizi per le gambe e non solo, per problemi fisici particolari oppure semplicemente perché non riescono a padroneggiare la tecnica a tal punto da sollevare carichi piuttosto pesanti. Lo Stacco da terra con bilanciere non è da equiparare allo squat perché non allena le gambe allo stesso modo. Lo Stacco da terra è da considerarsi un'esercizio incredibile per la catena posteriore dove troviamo bicipiti femorali, lombari, glutei, trapezi. Stesso discorso vale per lo stacco da terra con i manubri, anche se lo stimolo è spostato maggiormente sui quadricipiti. Avete mai pensato ad effettuare lo Squat con il famoso bilanciere denominato TRAP BAR?

Essendo tutto d'un pezzo questo attrezzo è molto più maneggevole dei manubri, e con l'utilizzo di carichi pesanti questo particolare assume un'importanza rilevante. Utilizzando la Trap Bar riuscirete ad effettuare un movimento che è una specie di mix tra squat e stacco da terra, in tutta sicurezza grazie alla particolare posizione che adotterete.

In pratica l'individuo si trova all'interno della Trap Bar e quindi potrà sollevare tranquillamente il bilanciere con una sinergia perfetta di quadricipiti, bicipiti femorali, glutei, lombari e trapezi senza che gli stinchi sbattano sul bilanciere. Questa posizione farà intervenire maggiormente i quadricipiti ed è per questo che lo stacco con trap bar è l'esercizio migliore come primo sostituto dello squat con bilanciere. I carichi sollevati saranno simili a quelli che avreste effettuato con lo squat (se non maggiori) e quindi essendo un esercizio che stimola tantissimo quadricipiti e glutei è da considerarsi il primo sostituto dello squat con bilanciere.

Il bilanciere non graverà sul collo come nello squat e non sbatterà negli stinchi come nello stacco. Con carichi pesanti non dovrete avere l'ausilio di uno spotter, perché se non riuscirete ad effettuare l'ultima ripetizione pesante, basterà lasciare il bilanciere cadere a terra. E' il classico attrezzo da HOME GYM dove l'atleta si allena spesso e volentieri in solitaria, cercando ugualmente le massime performance e risultati.


E' un attrezzo che potrà permettere di NON acquistare un Power Rack e quindi diventa indispensabile per allenare le gambe a casa con poco spazio.


Se avete una buona articolarità delle caviglie e delle anche, consigliamo di lavorare con piastre basse da 10 kg, per partire da una posizione più bassa, in modo tale da far lavorare maggiormente glutei e quadricipiti; oppure potete posizionare una base di legno all'interno della Trap Bar per lavorare da una partenza più bassa con piastre da 20 kg. Un altro beneficio che otterrete con lo stacco con trap bar è la presa, la quale diventerà sicuramente più forte.

E' un attrezzo versatile con il quale potrete effettuare numerosi esercizi come:

Visitate lo Store visionando le nostre Trap Bar

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Estensioni per Tricipiti con Gomiti su Panca
21 Aprile 2018

Estensioni per Tricipiti con Gomiti su Panca

Le estensioni per tricipiti con i gomiti appoggiati su una panca sono un esercizio per i tricipiti poco conosciuto ed utilizzato nelle routine.

Dips alle Parallele: Tricipiti o Pettorali?
15 Ottobre 2017

Dips alle Parallele: Tricipiti o Pettorali?

Le dip o i dip rappresentano un'ampia categoria di esercizi calistenici (a corpo libero) utilizzata per stimolare molti muscoli della parte superiore del corpo, e in particolar modo il grande pettorale, il deltoide anteriore e il tricipite brachiale.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.