(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Body Building Vs Functional Training

data di redazione: 25 Settembre 2016
Body Building Vs Functional Training

Sempre più persone utilizzano l'allenamento funzionale come metodo per tenersi in forma, ed alcuni sostengono che sia l'unico modo per allenarsi. Lo scopo di questo articolo è quello di far comprendere alle persone di ciò che l'allenamento funzionale è, cosa fà e cosa non fà.

La definizione di Allenamento Funzionale è semplice: un processo. Si tratta di un processo di apprendimento, di conoscenza di se stessi, dei principi, delle metodologie, dei mezzi e degli strumenti più efficaci al raggiungimento dei propri obiettivi. In base a tale definizione, si possono trarre molte conclusioni su ciò che è funzionale.

L'allenamento funzionale utilizza bande, palle, pesi liberi, esercizi pliometrici, nel tentativo di condizionare il corpo in un ambiente non-stabile. Molti degli esperti ritengono che l'esecuzione di esercizi che simulano attività o competenze specifiche è il modo più efficace per allenarsi.


Qual è il modo più sicuro, più efficiente ed efficace per ottimizzare le prestazioni umane?


Al fine di massimizzare le prestazioni umane, è necessario avere una buona comprensione di ciò che influisce sulle prestazioni. Ecco le qualità fisiche che si cerca di migliorare con l'allenamento in palestra:

  • Potenza
  • Forza
  • Massa Muscolare
  • Perdita di Grasso
  • Velocità
  • Agilità
  • Flessibilità
  • Mobilità
  • Stabilità
  • Migliorare le capacità Cardiovascolari
  • Condizionamento delle vie respiratorie
  • Coordinazione
  • Abilità tecnico sportiva

Queste sono le caratteristiche fisiche che si cerca di migliorare con un allenamento in palestra, detto questo come si dovrebbe allenare una persona per migliorare il proprio fisico e le proprie prestazioni sportive?

  1. Con il Bodybuilding? Oppure con il moderno..
  2. Functional Training?

Lo sapete come si allenavano i culturisti degli anni 60-70, i predecessori del grande Arnold Schwarzenegger, Tom Platz e Frank Zane? Stiamo parlando di Steve Revees e Greg Park, questi atleti si allenavano in maniera globale con gli attrezzi dell'epoca, ovvero sbarre, bilancieri e manubri.

L'esercizio più in voga dell'epoca erano le distensioni con bilanciere sopra la testa e NON le distensioni con bilanciere su panca piana. Quindi l'esercizio che usavano i culturisti dell'epoca, praticamente era un esercizio che viene largamente utilizzato negli ambienti moderni del CrossFit. Con questo esercizio i campioni allenavano tutti i muscoli di spinta del proprio corpo, unitamente ad altri esercizi.

Questa affermazione è per farvi capire che la linea di demarcazione tra allenamento analitico e funzionale è sottile, cambia solo l'obiettivo dell'atleta.

Gli atleti che fanno del fisico un obiettivo irrinunciabile per poi gareggiare, sono i lottatori della LOTTA GRECO ROMANA e LOTTA LIBERA. Abbiamo avuto modo di allenarci con molti di questi campioni (alcuni da livello olimpico e mondiale) ed abbiamo scoperto tantissime cose che dovrebbero mettere a tacere le diatribe tra coloro che sostengono in maniera accesa il functional training e coloro che sostengono a spada tratta il bodybuilding.

I lottatori (giustamente) sostengono che bisogna allenarsi a 360° sia con esercizi di forza specifici del powerlifting, sia con esercizi di potenza specifici del weightlifting, sia con esercizi di massa specifici del bodybuilding, sia con esercizi funzionali specifici del functional training.

Questi campioni, grazie alla loro esperienza, hanno adattato alcuni esercizi per le proprie esigenze. Ad esempio alcuni utilizzano il pectoral machine (macchina isotonica per i pettorali odiata dai puristi del funzionale) per EMULARE e POTENZIARE la cintura all'uomo che avviene in gara.

E' doveroso sottolineare che un lottatore di 60 kg ha una percentuale che sta sotto il 6% fisso tutto l'anno e che ha una forza e capacità muscolare di lavoro paragonabile ad un natural body builder di 93 kg, se non di più.


Quando un atleta è muscoloso, magro, potente, veloce, flessibile, agile, sano e mena che gli volete dire?


Come diciamo da anni, il mondo della pesistica e dell'allenamento in palestra è come il mondo delle arti marziali, ovvero in continuo rinnovamento. Non perdete il vecchio, per il nuovo, ma imparate dal nuovo per integrare il vecchio.

Arricchire il proprio bagaglio tecnico vi permetterà prima di tutto di migliorare il vostro fisico e le vostre prestazioni globali. Effettuare un Double Front Squat con le Kettlebell del mondo Crossfit migliorerà la vostra discesa nello Squat tradizionale che vi servirà poi per aumentare la massa muscolare dei vostri quadricipiti da bodybuilder.

Perdere tempo per eseguire delle handstand push up, se non vi serve nel vostro sport, non fate gare di crossfit, e avete modo di allenare le spalle in un'altra maniera a che vi serve?

Determinate il vostro obiettivo, scegliete il vostro arsenale di esercizi e non mettete paletti nel vostro sistema di allenamento, tutto è utile e tutto vi servirà.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

La Semplicità del Body Building
01 Ottobre 2014

La Semplicità del Body Building

la motivazione è il motore del successo

Qual è il principio fisiologico comune che rende entrambe le teorie valide? Per aumentare la propria massa muscolare l'allenamento diventa efficace solo se il numero di unità motorie sfinite è consistente.

Come dimagrire, perdere chili di grasso e raggiungere il six pack, testimonianza reale.
02 Dicembre 2018

Come dimagrire, perdere chili di grasso e raggiungere il six pack, testimonianza reale.

Si quando hai un corpo che non accetti, con grasso che trasborda da tutte le parti, vorresti un mago o un'alchimia che ti potesse trasformare in un super fisico. Purtroppo i sogni si sà durano poco e non solo, quando ti risvegli e ti vedi ancora grasso sei ancora più demotivato, la tua mente è in una fase di non reattività, vorresti qualcuno che ti salvasse.

Ultimi post pubblicati

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco
18 Febbraio 2019

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco

Volete terminare le vostre proteine al cioccolato realizzando una ricetta deliziosa? Vi consigliamo di provare il nostro soufflè proteico al cioccolato e cocco.
Preparazione: 20 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2
Budino Proteico Alla Vaniglia
18 Febbraio 2019

Budino Proteico Alla Vaniglia

Il budino con latte e uova è un dolce altamente proteico ideale per una colazione o merenda da sportivo. In questa ricetta vi proponiamo un modo per farsi a casa propria un budino proteico con le vostre proteine del siero del latte. 
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2