Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come Affrontare una Delusione Sportiva

data di redazione: 30 Dicembre 2014 - data modifica: 15 Novembre 2018
Come Affrontare una Delusione Sportiva

4 verità per ripartire di slancio nella tua disciplina sportiva

Vi siete mai impegnati in qualcosa con anima e cuore finendo a mani vuote per motivi imprevisti?

Avete mai preparato un grande evento e poco prima della competizione subire un infortunio, vanificando mesi e mesi di preparazione?

Non c'è niente di più irritante della delusione, soprattutto quando si verifica per motivi indipendenti dalla nostra volontà. 

La cosa peggiore poi è quando l’infortunio è causato da un errore umano, che abbiamo commesso e che ci farà avere i rimorsi per la disattenzione avuta. In questo semplice articolo cercheremo di tenervi su il morale con le 4 verità. Almeno ci proviamo e sappiate che è capitato molte volte a noi e capiterà ancora.

 

VERITÀ 1

CAPITA A TUTTI

Tutti gli esseri umani hanno avuto una delusione, la vita è fatta di delusioni. Nello sport si vince, si perde, un giorno si è felici per una vittoria, un altro si è talmente delusi da voler smettere quel giorno stesso. Non dovete esaltarvi nei giorni felici e tantomeno affliggervi nei giorni infelici. Vi vogliamo citare una frase di Gian Luca Vialli che nonostante i giorni felici per le vittorie con Sampdoria e Juventus ha avuto molte delusioni sportive (finale di Coppa Campioni con il Barcellona, oppure i Mondiali Italiani 1990). “ QUANDO IL GIOCO SI FA DURO? I DURI COMINCIANO A GIOCARE?” – In parole semplici vi va tutto storto? Scalate una marcia e dateci dentro!

 

VERITÀ 2

LE DELUSIONI FORMANO I CARATTERI

Affrontare le delusioni in modo maturo vi renderà più forti e soprattutto saggi. In realtà la saggezza non è sapere: un uomo di sapere non è necessariamente un uomo di saggezza; viceversa: un uomo saggio non è necessariamente un uomo di sapere. Infatti è rarissimo che le due cose coesistano. 

Un uomo di saggezza conosce se stesso, l’uomo di sapere conosce gli altri: conoscere gli altri è sapere, conoscere se stessi è beatitudine. 

Avete mai conosciuto persone che hanno vissuto nella bambagia sino ad una certa età? 

E persone che invece hanno dovuto “combattere” sin da piccoli per affrontare sfortune e disgrazie? io le ho conosciute e molti di questi giovani che hanno affrontato avversità nella vita e magari nello sport sono molto più saggi di persone più mature ma che hanno avuto pochi ostacoli nel proprio percorso.

Le delusioni formano i caratteri.

 

VERITÀ 3

LE DELUSIONI TI MIGLIORERANNO TECNICAMENTE

Nelle arti marziali e sport di combattimento non sempre si può vincere, nessuno è invincibile e tutti possono perdere. Detto questo è anche vero che alcune discipline sono veramente dure oserei dire “bastarde”, dove magari in 5’ ti giochi un campionato regionale, nazionale e mesi e mesi di allenamenti, dieta, “cazziatoni” e rinunce sociali.

Alla sera quando tornerete nelle vostre case sarete incavolati, non avrete voglia di parlare con nessuno e la delusione vi assalirà in modo tale da voler smettere quella sera stessa. Un consiglio? Lasciate trascorrere la nottata, come dicono a Napoli ed il giorno seguente presentatevi in palestra più agguerriti di prima, imparate dagli errori commessi e lavorate su quelli. Sappiate chi la dura, la vince.  

Più vi spingono sott’acqua per farvi affogare più voi risalirete con forza. Nello sport vincere ed avere risultati non è sempre ciò che conta, lo sport è uno stile di vita ed un modo di affrontare la vita.

 

VERITÀ 4

LE DELUSIONI TI RENDERANNO UNA PERSONA UMILE CHE E’ UNA VIRTU’

Nello sport come nella vita, l’atteggiamento può fare la differenza, sia in positivo sia in negativo. Io seguo il motto, “umile si, modesto mai!”.

Lo so che la nostra cultura, anche religiosa, ci vuole persone modeste. Non solo modeste dal punto di vista dei risultati ma anche modeste dal punto di vista dell’atteggiamento. Anzi è più accettato e ben visto un “falso modesto” che chi pensa e afferma di essere bravo a far qualcosa.

Una persona vincente è umile ma mai modesta.

Umiltà come segno di forza e di miglioramento.

Le persone che restano umili, anche quando crescono ( in conoscenza e successo ), sono quelle che dimostrano la propria forza. Infatti, quando una persona non ha la necessità di pregiudicare e ascolta qualsiasi persona, valutando serenamente cosa può imparare da quella situazione, è destinata al successo e mostra una forte autostima. 

Non si può vincere, nello sport e nella vita, senza imparare continuamente e senza essere umili.

 

PERCHE’ I BAMBINI IMPARANO SUBITO?

 

I bambini sono umili e curiosi. Chi riesce a mantenere questo atteggiamento anche in età adulta, riuscirà a imparare e a formarsi a velocità straordinarie e con risultati straordinari. Anche quando incontriamo gente che, palesemente, ne sa meno di noi, essere umili permette di imparare da qualsiasi situazione. Se non si è umili avremo sempre la tazza piena e non potremo riempirla con altro sapere.

La modestia invece è un freno pericoloso.

Le persone, che per paura si comportano con un atteggiamento di modestia sono destinate a fallire. Spesso, perdono grandi occasioni e perdono fiducia in se stessi. La modestia è quel dannoso atteggiamento che ci fa negare, per paura o per essere accettati in gruppo, le proprie capacità. Insomma ci fa negare di saper fare qualcosa.

Quante volte avete sentito parlare di qualche maestro, istruttore venerato come un Dio, e poi vi siete accorti che era un ciarlatano o buffone? 

Magari vi volevate cimentare ad insegnare un arte marziale, una disciplina in palestra (bodybuilding, crossfit) e per modestia non ve la siete sentita. Sapete quanti istruttori o maestri abbiamo conosciuto che non valevano un fico secco? 

Se avete passione in quello che fate, nulla e nessuno vi fermerà. Dateci dentro e Non mollate!

 

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Ho Perso La Motivazione
24 Novembre 2018

Ho Perso La Motivazione

Il calo della motivazione arriva in un momento in cui avete completamente abbassato le difese, e probabilmente non è neanche dovuto a ragioni inerenti al vostro tipo di allenamento. In questo articolo Sonia Papi ci spiega come ritrovare la motivazione per l'allenamento.

quando una scheda di allenamento è sbagliata ?
01 Ottobre 2014

quando una scheda di allenamento è sbagliata ?

quando una scheda di allenamento è sbagliata   

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.