Cultura Fisica

Cultura Fisica

Quanto è importante la Cultura Fisica nello sport? Che la Cultura Fisica sia riconosciuta come la più ampia gamma di applicazioni, è ormai noto a tutti. Si può sicuramente affermare che non ci sia sport che non se ne avvalga nella propria fase di "costruzione" dell'atleta. Tuttavia oltre a questo vastissimo campo di applicazioni, ce ne sono altre, non meno importanti. 

Pensate a quante volte occorre rinforzare parti muscolari carenti come, ad esempio, nelle riabilitazioni post traumatiche, oppure ai paramorfismi adolescenziali, quasi sempre cifosi da anatomia o ipotomia dei muscoli scapolo/ dorsali. Non è forse rinforzando attraverso la Cultura Fisica quei gruppi muscolari ipotonici, che si raggiunge la correzione evitando spesso il successivo disformismo?

Ma non è tutto!

La Cultura Fisica aiuta meglio di qualunque altra ginnastica a corpo libero le donne in gravidanza e pre-parto. Applicata in modo leggero è il meglio per quello stato di buona salute che deriva dal binomio "movimento-tono muscolare". Per finire, la Cultura fisica, applicata in forma intensiva costruisce le massicce muscolature degli atleti del Culturismo, le "formule 1 " di questa disciplina. I culturisti agonisti sono lo 0.01% di coloro che praticano cultura fisica.

Un altro aspetto da non dimenticare è quello morale. In un mondo dove aggressività e sopraffazione la fanno da padroni e dove ogni attività ha come obiettivo  la distruzione di altri uomini, questo sport ti mette in lotta con te stesso e coi tuoi limiti. Al contrario di altri sport dove lo scopo è "l'uso"dell'atleta, con la Cultura Fisica il fine è la sua costruzione.  Aggiunge anziché togliere! Con la cultura fisica sarete gli scultori di voi stessi.

Per questo motivo è stato definito uno sport "inutile". Ma se essere "utile" vuole dire sottoporre gli atleti a stress agonistici al limite del patologico, ad assurde manipolazioni fisiche e mentali, a porre il business al di sopra di ogni altra cosa, a usare sostanze psicotrope, ben venga un'attività sportiva INUTILE come la Cultura Fisica che serve SOLO a fare stare bene! Con se stessi e vivendo al meglio i propri anni. 

Per fare fronte a tutte le molteplici applicazioni sopra elencate, gli allenatori devono per forza avere le idee ben chiare. Troppe volte viene usato un allenamento standard, quasi sempre adottato dal Sollevamento Pesi come unica via del Body Building. È molto meglio invece, proprio per la sua malleabilità, differenziare e personalizzare questo allenamento  a seconda del soggetto, allo scopo da raggiungere e ai mezzi che si hanno a disposizione.

Il Ritmo di esecuzione dei movimenti

Il muscolo si ingrossa, come è noto, ingrossando ciascuna delle sue fibre grazie al lavoro a cui è sottoposto e ai metaboliti prodotti e depositato durante lo sforzo.

"Una contrazione lenta, seguita da una decontrazione altrettanto lenta ostacola la circolazione più di contrazioni rapide" 

A) Ritmo rapido con pesi leggeri (circolazione non frenata)

  • Esaltazione notevole dei ritmi cardiaci e respiratori. 
  • Aumento del ritmo circolatorio e ventilatorio. 
  • Combustione rapida delle riserve alimentari, fusione dei grassi.
  • Impiegato per atletica leggera e nel culturismo per acquisire definizione e resistenza muscolare.

B) Ritmo rapido con pesi pesanti o semi-pesanti (circolazione poco frenata)

  • Intensa sollecitazione delle articolazioni e tendini. 
  • Per sviluppare la volontà e la capacità di concentrazione.
  •  Allenamento della forza esplosiva.
  • Impiegato per corse, salti, lanci, football americano, rugby, arti marziali.

C) Ritmo lento con pesi leggeri (circolazione poco frenata)

  • Allenamento del controllo muscolare, con serie di blande contrazioni- decontrazioni.
  • Impiego: rieducazione motoria ed esercizio psico-fisico.

D) ritmo lento con pesi medi ( circolazione mediante frenata )

  • È il normale lavoro nell'allenamento culturistico, generico senza particolari necessità

E) Ritmo lento con pesi pesanti ( circolazione molto frenata)

  • Allenamento che avvicina la contrazione isotonica a quella isometrica, ostacolando al massimo la circolazione e riunendo i vantaggi dei due tipi di contrazione.
  • Dato che favorisce al massimo lo sviluppo volumetrico del muscolo, questo ritmo viene utilizzato principalmente nel culturismo agonistico. Richiede molto impegno organico e nervoso. 

Non è mai troppo tardi per iniziare ad allenarsi con i pesi, fate dei pesi uno stile di vita che vi accompagnerà per sempre per vivere la vostra vita al meglio.

Per scoprire il nostro metodo di allenamento: >> CLICCATE QUI <<

Scritto da: Si-Je Elena Landini

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati